Camera dei Deputati: Commissione Giustizia seduta del 23 maggio 2017

24 maggio 2017


leg.17.bol0822.data20170523.com02

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Cosa ha veramente detto il Ministro Orlando in televisione il 22 maggio 2017 :ottimista sull’aumento della disponibilita’ economica a favore della m.o.

23 maggio 2017


Pubblichiamo in link (per rispetto della verità e della deontologia professionale) la trasmissione che al ventisettesimo minuto parla della magistratura onoraria…Dispiace vedere scadere sempre più la dovuta correttezza di rapporti con la controparte ministeriale
Orlando alla trasmissione otto e mezzo in la7 del 22 maggio 2017

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

CSM -VIII Commissione: incontro del 22 maggio u.s. con le Associazioni della Magistratura Onoraria e di Pace

23 maggio 2017


L’VIII Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura ha incontrato il 22 maggio u.s. le Associazioni della Magistratura Onoraria e di Pace .Il Presidente dell’VIII Commissione dr. Clivio ha introdotto illustrando il motivo dell’incontro: l’emanazione del parere del CSM sullo schema di decreto legislativo applicativo della L.n.57/16 sulla riforma della magistratura onoraria e di pace.

Un accenno è stato fatto ai pareri del Consiglio di Stato e dell’ANM nonchè all’incontro con i procuratori della repubblica.
Nello schema del decreto legislativo ha spiegato il dr. Clivio non risulta esercitata la delega della legge n.57/16 in materia di mobilità e disciplinare, mentre nel decreto si precisa che l’esercizio della funzione non potrà ,nel 2021, essere superiore a due giorni alla settimana , e che i limiti di retribuzione e quelli previdenziali erano dovuti alla clausola di invarianza finanziaria ,presente nella legge stessa.

Al dibattito successivo ha partecipato anche Unità Democratica Giudici di Pace Onorari, dopo l’intervento del vicepresidente del CSM sen. Legnini che ha portato il suo saluto ed ha manifestato interesse per l’argomento trattato.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Camera dei Deputati: In Commissione Giustizia oggi discussione sullo schema di d.to leg.vo attuativo della Legge n.57/16

23 maggio 2017


Commissione Giustizia

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Medel: La Giustizia in Europa 2017

23 maggio 2017


Magistratura Democratica 23 maggio 2017
Medel Report 2017

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Contro la Mafia: 25 Anni dopo il ricordo della CGIL

22 maggio 2017


Il Ricordo della CGIL 25 anni dopo

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

23 Maggio 2017: 5° Giornata dei Giudici di Pace Onorari di UDgdpo contro la Mafia la Delinquenza Organizzata e la Corruzione rinviata in concomitanza con le manifestazioni di Palermo

20 maggio 2017

Udgdpantimafia
23 Maggio 2017: la 5° Giornata dei Giudici di Pace Onorari di UDgdpo contro la Mafia la Delinquenza Organizzata e la Corruzione è stata rinviata all’anno venturo, essendovi in concomitanza le manifestazioni di Palermo e la commemorazione presso il CSM negli stessi giorni.In ogni caso noi di Unità Democratica gdpo ci uniamo con coraggio a tutte le delegazioni presenti a Palermo ed a Roma per far sentire la voce altissima di ribellione contro una vile e terrificante regia della morte e contro l’oggressione violenta di malviventi alle istituzioni civili e democratiche della nostra Repubblica nata dalla Resistenza alla Dittatura.Non ci arrenderemo…
Palermo chiama Italia
23 maggio 2017

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

“La storia, molto italiana, dei giudici di pace” di Davide Maria De Luca ,ilpost.it :correzioni e precisazioni al riguardo

20 maggio 2017


Pubblichiamo l’articolo di De Luca de ilpost.it , anche se alcune cifre vanno corrette ,in quanto diverse da quelle dette, come ,ad esempio quelle relative al numero delle associazioni dei giudici di pace che non era di una ma di mezza dozzina ed al numero dei gdp in organico ,che inizialmente era di 4700 e non 8000. Comunque si capisce che era facile confondersi perchè prima le cifre erano distinte tra gdp got e vpo ed ora invece si citano spesso unitariamente essendovi solo godp (giudici onorari di pace ) e vpo ( viceprocuratori onorari). Naturalmente non possiamo condividere le conclusioni dell’articolo relative ai”pasticcioni” giudici onorari ed al fatto che noi critichiamo gli scioperi di categoria o che sia difficile seguire le alleanze estemporanee,le separazioni,le liti e le lotte” .Non possiamo come associazione, e lo ribadiamo ,essere soddisfatti dell’intero schema del decreto legislativo sotto vari aspetti sia economici che disciplinari,ecc.come abbiamo scritto nel comunicato del comitato esecutivo del’8/5/2017.
L’articolo citato, in conclusione, non è se non una libera interpretazione del giornalista che ha citato più interviste a persone diverse ed ha dedotto dalle stesse considerazioni argomentazioni ,che non rispecchiano la nostra linea sindacale ,approvata e pubblicata nel nostro sito da tanti anni ,e che si possono facilmente leggere nello stesso sito, avendo conservato in memoria i nostri documenti, compresi quelli unitari con le altre associazioni…

Comunicato Stampa del Comitato Esecutivo di UDGDPO sul decreto applicativo della riforma della magistratura onoraria


L’articolo di Davide Maria De Luca su il post.it

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Approvate definitivamente le norme contro il cyberbullismo

17 maggio 2017


Prima dell’approvazione del testo volto alla prevenzione e al contrasto del fenomeno del #cyberbullismo la Presidente Laura Boldrini ha ricordato Carolina Picchio, prima vittima riconosciuta nel nostro Paese, morta suicida a soli 14 anni.
In Aula l’approvazione definitiva delle Disposizioni a tutela dei minori per la prevenzione ed il contrasto del fenomeno del cyberbullismo (Approvata dal Senato, modificata dalla Camera e nuovamente modificata dal Senato) (C. 3139-B).

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Reato di tortura :approvato in Senato passa alla Camera

17 maggio 2017


Importante conquista :l’approvazione del disegno di legge sulla tortura da parte del Senato della Repubblica. Ora passa alla camera dei deputati per l’approvazione definitiva.

Il ministro della giustizia Orlando afferma quanto segue:” Il voto a larghissima maggioranza del Senato, con 8 contrari e 34 astenuti, ci consente di sbloccare una fase di stallo che è durata troppo a lungo. Adesso la parola passa alla #Camera. Facciamo in modo di approvare rapidamente il testo e di colmare finalmente un vuoto normativo molto grave.”

Unità Democratica Giudici di Pace Onorari esprime da anni la preoccupazione che non venga introdotto il reato di tortura che ha subito nel corso degli ultimi anni un’alternarsi di approvazioni da parte di ciascun ramo del parlamento, senza riuscire mai ad essere approvato definitivamente ,a causa ,molto spesso ,della caduta dei governi precedenti o dell’opposizione di alcuni partiti politici che non intendevano introdurre il reato di tortura …

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Rubrica CSM :le delibere del plenum del 17 maggio 2017 sulla magistratura onoraria

17 maggio 2017


Rubrica CSM : pubblichiamo in link sottostante le delibere del plenum del Consiglio Superiore della Magistratura del 17 maggio 2017 sulla magistratura onoraria

1) – 46/CV/2016 – Nomina e conferma dei giudici onorari del Tribunale per i minorenni di POTENZA, per il triennio 2017-2019, ai sensi della Circolare consiliare prot. P-19415/2015 del 26 ottobre 2015.

(relatore Consigliere ZANETTIN)

Estratto VIII Comm – Spec A 17 05 2017

La Commissione propone, all’unanimità, l’adozione della seguente delibera:

Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

AIGA: no a nuove competenze ai giudici di pace

16 maggio 2017


Come avevamo illustrato nei precedenti articoli anche la categoria forense ,fortemente presente tra i giudici onorari di pace, manifesta opinioni contrarie ai propri colleghi riguardo all’aumento delle competenze in materia civile. Decisamente non possiamo non constatare che ,nonostante sabato scorso sfilassero a Roma tutti assieme avvocati e magistrati onorari di pace, oggi si discostino da questi ultimi i giovani avvocati…
aiganoanuovecompetenze

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Più giudici ma meno amministrativi, la Cgil annuncia lo stato di agitazione Il sindacato denuncia un aggravio di lavoro sul personale amministrativo del Tribunale di Prato

16 maggio 2017


“Più giudici ma meno amministrativi, la Cgil annuncia lo stato di agitazione Il sindacato denuncia un aggravio di lavoro sul personale amministrativo del Tribunale di Prato e chiede l’invio di nuovo personale, mettendo in contro lo stato di agitazione per un futuro sciopero
“Stiamo valutando la proclamazione dello stato di agitazione, atto dovuto e anticipatore dello sciopero a cui il sistema giustizia ci sta obbligando”. Il segretario generale della Fp Cgil di Prato torna sul tema delle carenze di personale amministrativo al Tribunale di Prato. “Il 25 maggio i rappresentanti della Funzione Pubblica Cgil incontreranno la Presidente della Corte d’Appello, l’unica titolata a promuovere l’invio di personale amministrativo al Tribunale di Prato”. Il consiglio Superiore della Magistratura, nel settembre 2016, ha definito il Tribunale di Prato sede disagiata.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Le Relazioni allegate allo schema dell’ultimo decreto legislativo attuativo delle Legge delega n.57

15 maggio 2017


Pubblichiamo le Relazioni allegate allo schema dell’ultimo decreto legislativo attuativo delle Legge delega n.57 approvato dal Consiglio dei Ministri ed all’esame delle Camere e del CSM per il relativo parere obbligatorio.

relazione_F001

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

“La parabola del giudice onorario : ci ricaschiamo sempre…”: un articolo del Corriere della Sera

15 maggio 2017


L’articolo di Gian Antonio Stella sulla magistratura onoraria,che pubblichiamo in link sottostante, pecca purtroppo di una limitata conoscenza dell’arcipelago della rappresentanza di una delle categorie più complesse ed articolate esistenti nel mondo del lavoro italiano d’oggi.

Sì perchè anche in Europa la nostra magistratura onoraria è da poco conosciuta.

Ma almeno un giornalista così bravo e famoso come Stella avrebbe potuto impegnarsi un pò di più. Da collega pubblicista a collega professionista direi che questa volta non si è impegnato molto. Ma la prossima volta sono certo che approfondirà l’argomento. E, comunque, il suo articolo indica anche particolari inusuali nella pubblicistica dello stesso associazionismo della magistratura onoraria.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Comunicato: Adesione di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari alla Manifestazione di Roma del 13 Maggio p.v. delle Professioni

12 maggio 2017


UNITA’ DEMOCRATICA GIUDICI DI PACE ONORARI

COMUNICATO

TENUTO CONTO che Circa 130 Ordini territoriali di diverse professioni, come avvocati, ingegneri, medici, architetti, veterinari, notai, commercialisti, hanno aderito finora alla manifestazione di sabato 13 maggio, a Roma, per invocare l’introduzione di un equo compenso delle prestazioni;

VALUTATO che condivide la Manifestazione dei Professionisti del 13 maggio 2017 a Roma per richiedere al mondo politico la reintroduzione per legge dei minimi tariffari:

CONSIDERATO che l’ unione di tutte le Professioni (compresa quella di magistrato onorario di pace) a livello territoriale costituisce una iniziativa storica, che darà l’opportunità di realizzare una capillare rete di collaborazione che potrà finalmente far capire al mondo politico che è necessaria una riforma organica giusta e dignitosa anche della magistratura onoraria di pace;

COMUNICA l’ Adesione di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari alla Manifestazione di Roma del 13 Maggio p.v. delle Professioni.

Roma 11 Maggio 2017 IL COMITATO ESECUTIVO DI UDGDPO

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Riapre a Modena Il CPR ex CIE

11 maggio 2017

Modena CPR

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

CSM: le diverse figure della magistratura onoraria

10 maggio 2017


Pubblichiamo dal sito del CSM l’articolo relativo alle diverse figure della magistratura onoraria secondo il CSM proprio per documentare quanto siano importanti tutte le funzioni svolte dalla stessa magistratura, senza alcuna gerarchia tra le stesse intendendo aprire l’accesso alla nostra associazione, come già abbiamo fatto, anche agli altri magistrati onorari…
CSM: le diverse figure della magistratura onoraria

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Rubrica CSM : Pubblicate dal sito del CSM le delibere del plenum del 10 Maggio 2017

10 maggio 2017


Estratto VIII Comm – Spec A 10 05 2017
5723 – ODG Speciale A 10 05 17

RUBRICA CSM


5728 ODG Ordinario 10 maggio 2017 matt

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

RUBRICA CSM: RINVIO AL SITO DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA

9 maggio 2017


Pubblichiamo d’ora in poi (anche nella colonna Pagine nel nostro sito), al fine di eliminare ogni citazione diretta involontaria di nominativi e di riferimenti di coloro che sono citati nelle delibere del CSM, il solo link al sito stesso del CSM, invitandoli a rivolgersi direttamente al sito che ,ai sensi di legge, pubblica le proprie delibere ,che sono, altresì, pubblicate nei propri bollettini ufficiali e ci si esonera da qualsiasi propria responsabilità relativa alla violazione della privacy per altri siti indicati in link…
RUBRICA DEL CSM

A) Note legali sito

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Comunicato Stampa del Comitato Esecutivo di UDGDPO sul decreto applicativo della riforma della magistratura onoraria

8 maggio 2017


Comunicato Stampa
Il Comitato Esecutivo di Unita’ Democratica Giudici di Pace
dato atto dell’approvazione tempestiva da parte del Consiglio dei Ministri dello schema del decreto legislativo applicativo della legge n.57/2016 sulla riforma organica della magistratura onoraria ,che definisce globalmente la figura di un nuovo magistrato onorario ,così come il Parlamento ha voluto nel 2016, approvandone la relativa legge delega, e che complessivamente corrisponde a quello ideato e proposto da Unità Democratica gdpo sin dal 2009 con la previsione dell’abolizione del cottimo, della continuità degli incarichi quadriennali con verifiche quadriennali della professionalità, diligenza, operosità, aggiornamento periodico ,ecc. sino all’età pensionabile , del coordinamento degli uffici dei giudici di pace da parte dei presidenti dei tribunali, della previsione di un riconoscimento previdenziale (gestione Inps);dell’accesso selettivo e della formazione continua di tutti i magistrati onorari di pace, dell’incompatibilità,,anche se limitata, con la professione forense, dell’ampliamento delle competenze civili e penali dei giudici di pace ;
si riserva di aprire un confronto con il Ministero della Giustizia e con il Ministero dell’Economia e delle Finanze al fine di individuare le possibili modifiche migliorative relative al trattamento economico della categoria ,tenuto conto della possibilità di emanazione di una nuova legge
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Commenti dal web sul decreto applicativo della legge delega n.57/16

6 maggio 2017


Pubblichiamo un articolo dal sito , citato come fonte in coda allo stesso ,sul quale,però, nutriamo dei dubbi su come abbia fatto ad avere le notizie ,non essendo state comunicate ancora in sede parlamentare ,al CSM ed a tutte le rappresentanze della magistratura onoraria.Non sono indicate ,ad esempio, le date di decorrenza delle varie novità ,che sembrerebbero di applicazione immediata, mentre da parte governativa è stata assicurata una decorrenza di almeno quattro o cinque anni come previsto dalla legge delega n.57/2016 e quindi dal 2021 in poi.Neppure condividiamo dell’articolo il giudizio sull’opera dei giudici di pace ..

“Approvato dal Governo il decreto sul riordino della magistratura onoraria: ampliamento notevole della competenza per materia e per valore delle liti davanti al giudice di pace.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Incontro del Ministro Orlando con il Presidente dell’ANM Albamonte

5 maggio 2017


A Roma presso il Ministero della Giustizia è avvenuto il 3 maggio l’incontro tra il Ministro della Giustizia Orlando ed il Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Albamonte in link il relativo comunicato stampa del Ministero della Giustizia

Link al comunicato Ministero della Giustizia

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Approvata la completa riforma organica della Magistratura Onoraria :PUBBLICATO LO SCHEMA INTEGRALE DEL DECRETO da Il Sole24Ore

5 maggio 2017

Pubblichiamo il seguente comunicato stampa del Governo sull’approvazione da parte del Consiglio dei Ministri della parte rimanente ,che completa, della riforma della magistratura onoraria che potrebbe ,seguendo i vari passaggi, essere in vigore già entro il prossimo mese di luglio.Naturalmente attendiamo che il testo integrale del secondo ed ultimo decreto delegato venga inviato alle Camere ed al CSM per i relativi pareri obbligatori, ma non vincolanti, per poter pubblicare un nostro comunicato stampa di UDgdpo. In ogni caso non si può non sottolineare la tempestività dell’approvazione governativa entro i termini indicati dalla legge delega n.57/2016.
Comunicato stampa del Consiglio dei Ministri n. 27

Il Consiglio dei ministri si è riunito oggi, venerdì 5 maggio 2017, alle ore 11.30 a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Paolo Gentiloni. Segretario la Sottosegretaria alla Presidenza Maria Elena Boschi.

RIFORMA DELLA MAGISTRATURA ONORARIA
Riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace, nonché disciplina transitoria relativa ai magistrati onorari in servizio, a norma della legge 29 aprile 2016, n. 57 (decreto legislativo – esame preliminare)
TESTO DEL DECRETO
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Camera dei Deputati :approvata la proposta di legge di Modifica all’articolo 59 del codice penale in materia di legittima difesa

4 maggio 2017


APPROVATA LA MODIFICA ALL’ARTICOLO 59 DEL CODICE PENALE SULLA LEGITTIMA DIFESA
Nella seduta antimeridiana del 4 maggio u.s. la Camera ha approvato la proposta di legge:Modifica all’articolo 59 del codice penale in materia di legittima difesa A.C. 3785-A/R e abb.). Il provvedimento passa all’esame dell’altro ramo del Parlamento

Legittimadifesa

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Consiglio dei Ministri di Venerdi 5 Maggio: all’ordine del giorno decreto legislativo attuativo della riforma della magistratura onoraria -Esame Preliminare

4 maggio 2017


Convocazione del Consiglio dei Ministri n. 27

Il Consiglio dei Ministri è convocato per venerdì 5 maggio 2017 alle ore 11.00 a Palazzo Chigi, per l’esame del seguente ordine del giorno:

– DECRETO LEGISLATIVO: Ridefinizione della disciplina dei contributi diretti alle imprese editrici di quotidiani e periodici, in attuazione dell’articolo 2, commi 1 e 2, della legge 26 ottobre 2016, n.198 – ESAME DEFINITIVO (PRESIDENZA);

– DECRETO LEGISLATIVO: Revisione della composizione e delle competenze del Consiglio Nazionale dell’Ordine dei giornalisti, in attuazione dell’articolo 2, comma 4, della legge 26 ottobre 2016, n. 198 -ESAME DEFINITIVO (PRESIDENZA);

DECRETO LEGISLATIVO: Riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace, nonché disciplina transitoria relativa ai magistrati onorari in servizio, a norma della legge 29 aprile 2016, n. 57 – ESAME PRELIMINARE (GIUSTIZIA);

Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Rubrica CSM: le delibere del Plenum del 3 maggio 2017 relative alla magistratura onoraria

3 maggio 2017


Pubblichiamo le delibere riguardanti la magistratura onoraria approvate nella seduta odierna del Plenum.
In link troverete le delibere iscritte all’ordine del giorno speciale A.
Di seguito sono riportate quelle iscritte all’ordine del giorno ordinario.
Ringraziamo il Presidente dr.Clivio dell’VIII Commissione del CSM e la dr.ssa Pavone che inviano cortesemente le delibere suddette.
Estratto VIII comm – Spec A 03 05 2017
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Contatore del gas nuovo e consumi non dovuti. Condannata dal giudice di pace l’azienda alla restituzione degli importi

3 maggio 2017


Pubblichiamo un articolo su un’interpretazione giurisprudenziale del giudice di pace di Roma molto interessante su un argomento di attualità quale l’addebito in bolletta per la somministrazione del gas in seguito al cambio del contatore…
“Cambio del contatore del gas e contabilizzazione dei vecchi dati senza soluzione di continuità.
A seguito del cambio contatore, i consumi invece di ripartire da zero vengono addizionati dal gestore ai vecchi dati senza soluzione di continuità. Di conseguenza l’utente si è ritrovato con consumi stratosferici in bolletta.
“Un’azienda romana è stata condannata a rimborsare il consumatore per gli importi pagati, non dovuti, e dovrà riconoscere all’utente un indennizzo di 60 euro, previsto da una delibera dell’Autorità per l’energia elettrica, il gas e il servizio idrico, per la mancata risposta del gestore ai ripetuti reclami effettuati”. Giudice di Pace di Roma (dr.Cerracchio) con la sentenza n. 8038 del 17 marzo 2017
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Esempo di bufala circolante nelle mailing list…

3 maggio 2017


Proprio in occasione dei convegni che si sono svolti alla Camera dei Deputati sulle attuali campagne di odio e sulle bufale presenti in internet e nelle varie mailing list e whatsapp non possiamo non ritenere ,anche se palesemente paradossale, questa bufala circolante “del dittatore nordcoreano che vuole …bombardare con nuovi missili il Ministero della Giustizia per come stanno affrontando la situazione giudici di pace” di discutibile gusto che non condividiamo affatto e ci dissociamo nettamente in quanto vengono nominati i giudici di pace che, come associazione, intendiamo continuare a difendere correttamente ed a rappresentare dignitosamente proprio contro ogni dittatura e contro i poteri forti occulti che abbiamo sempre avversato…

IMG_3481-1

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

MD:Immigrazione No a scorciatoie antigarantiste nelle indagini sulla tratta dei migranti

3 maggio 2017


Pubblichiamo ,condividendolo, il comunicato del Comitato Esecutivo di Magistratura Democratica sull’Immigrazione
“No a scorciatoie antigarantiste nelle indagini sulla tratta dei migranti”
comunicato_migranti_no_scorciatoie_antigarantiste_tratta_migranti

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Genova: Teatro allo Zapata, l’ultimo spettacolo è “Chi ama brucia” sui Centri di identificazione ed espulsione

3 maggio 2017

“E’ fissato per giovedì alle 21 l’ultimo appuntamento con il Teatro della Zapata, la rassegna di spettacoli gratuiti del centro sociale di via Sampierdarena organizzata dall’attrice e autrice Irene Lamponi. A chiudere questa seconda stagione (che ha ampiamente bissato il successo dell’anno scorso) sarà “Chi ama brucia. Discorsi al limite della Frontiera” di Chiara Zingariello e con Alice Conti che è anche regista. Lo spettacolo, che è patrocinato da Amnesty International, è della compagnia Ortika e parla di immigrazione e più precisamente dei Campi di identificazione ed espulsione, i Cie. In Italia, infatti, mezzo milione di persone sono passibili di internamento fino a novanta giorni in uno di questi non-luoghi. Queste persone sono i clandestini, una categoria che, spiegano gli autori, questo luogo serve a creare e che non esiste se non in relazione a al Campo stesso.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

L’UNIONE”… fa la forza

3 maggio 2017

Pubblichiamo un tema svolto da uno studente della Scuola Secondaria di I Grado Michelangelo, BARI, Puglia il 2 maggio 2017 proprio sull’Europa e sulla sua Unione che “dovrebbe” fare la forza essendo, peraltro, tra una settimana ,il 9 maggio, la “Festa dell’Europa”.Da queste parole semplici ma esaustive ,ricche di riferimenti storici e dell’attuale pericolosità per la pace mondiale, non si può che rimanere corroborati da tanto entusiasmo europeo di un pre-adolescente italiano con il quale ci complimentiamo…

“Nel nostro tempo regna l’ostilità, sia tra i singoli individui, sia tra interi stati nello scacchiere internazionale. In questo clima dove la rabbia e la tensione si tagliano col coltello e la diplomazia viene sempre meno, c’è però uno spiraglio di luce: l’unione e la solidarietà. Il 9 maggio si festeggia la Festa dell’Europa per ricordare un importante concetto: “l’unione fa la forza”. Ed è proprio vero. Questo non è solo un aforisma proveniente da chissà quale filosofo, bensì il riassunto di una semplice legge della sopravvivenza in 5 parole. Bisogna unire le proprie forze per essere ancora piú potenti di quanto lo si è già da soli. L’Europa è una dimostrazione lampante di ciò che ho scritto nelle righe precedenti: gli stati che fanno parte dell’UE non hanno chissà quale grande potere, sia economico che politico, presi singolarmente, ma l’unione garantisce dei diritti e impone dei doveri a tutti gli stati membri che si giovano del commercio libero, a livello economico, e dell’aiuto militare, a livello politico.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Le procedure d’infrazione contro l’Italia scendono a 66, nuovo record positivo

2 maggio 2017


Pubblichiamo un interessante articolo sull’inversione di tendenza relativa alle procedure di infrazione contro l’Italia, auspicate da qualcuno che, pur appartenendo alla giurisdizione italiana, tifa contro l’Italia perchè venga sanzionata con miliardi di euro dall’Unione Europea ,laddove in alcune nazioni europee, come ad esempio la Francia, l’aver espresso da parte di giudici (togati od onorari) prese di posizione analoghe contro il ministro della giustizia comportano l’immediato licenziamento per violazione del dovere di fedeltà che sussiste nelle legislazioni degli stati aderenti all’Unione Europea…ma in Italia si sa altri poteri più forti riescono a superare anche questi principi generali cardine delle democrazie europee…
“Esulta il sottosegretario Gozi: “Risultato chiaro e senza precedenti, siamo maglia rosa dei virtuosi”
Nuovo “record positivo” per l’Italia in materia di riduzione delle procedure di infrazione attivate dall’Unione europea, che calano da 72 a 66. Ad annunciarlo è il sottosegretario per gli Affari europei, Sandro Gozi, che definisce la notizia “un risultato chiaro e senza precedenti”. Il Collegio dei Commissari ha deciso per sette archiviazioni, una messa in mora complementare, due pareri motivati e un solo deferimento alla Corte di Giustizia dell’Ue per inadempienza.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Primo Maggio :festa dei Lavoratori

1 maggio 2017

primomaggioprimomaggio2
Unità Democratica Giudici di Pace Onorari ricorda e festeggia il primo maggio come festa dei lavoratori di tutta Italia tra i quali giudici di pace onorari , in un momento particolare della loro storia , che ha visto, lo scorso anno , l’approvazione definitiva di una riforma organica che ha rivalutato la figura dei giudici di pace onorari, sottraendoli all’ umiliante rincorsa alle proroghe a volte annuali o semestrali o addirittura trimestrali, soddisfacendo le attese di una giustizia di prossimità non precaria, qualificata , moderna e proiettata verso il futuro ,sensibile ai temi della società e del rispetto dei diritti dei più deboli .Il Primo Maggio 2017 vede, però, una situazione di attesa degli ultimi decreti delegati di attuazione della legge delega n.57/2016, all’esito anche di una situazione politica interna incerta che ha visto il 4 dicembre 2016 con un referendum la caduta del presidente del consiglio che è stato ricondotto ieri dalle primarie del suo partito alla guida come segretario generale, dopo una dialettica fase elettorale che lo ha contrapposto al ministro della giustizia .Le conseguenze di questa contesa interna al partito di maggioranza sono state anche sulla magistratura onoraria di pace ,in quanto esponenti politici locali vicini ad alcuni rappresentanti della categoria ne hanno approfittato per condurre una campagna a volte violenta verbalmente, aggressiva e diffamatoria nei confronti di tutti coloro che si opponevano, compresi noi, l’Anm, il Ministro della Giustizia, ecc. Ora i nodi verranno al pettine perchè sono riusciti nel loro intento di ricollocare l’ex presidente del consiglio al suo posto nel partito. Potranno, quindi, ritenersi rafforzati ed operare ulteriori passi aggressivi preannunciando astensioni, blocchi, manifestazioni, cortei, campagne diffamatorie dalle quali noi di UDgdpo ci dissociamo perchè non avendo mire occulte intendiamo semplicemente dialogare con l’ANM,il Ministro della Giustizia ed anche con il neo segretario generale del PD con il quale ci complimentiamo e gli auguriamo un futuro di successi e di ripresa della guida del suo partito ,superando qualsiasi polemica interna per il bene della categoria della magistratura onoraria di pace e dell’Italia tutta…

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

La Legge n.217/1974 : cosa veramente dice

30 aprile 2017

Pubblichiamo il testo del provvedimento di legge ( che è stato citato negli ultimi tempi perchè riproposto da alcuni come unico toccasana e soluzione definitiva per la magistratura onoraria tutta ,compresi coloro che non sono in servizio oggi ma che lo erano alla data dell’approvazione della legge n.57/2016)…ma che si riferiva ad un giudice onorario che giuridicamente è stata abrogato dall’art. 1, D.L. 19.02. 1998, n. 51 .

Legge Ordinaria n. 217 del 18/05/1974 (Pubblicata nella G.U. del 10 giugno 1974 n. 150)
Sistemazione giuridico-economica dei vice pretori onorari incaricati di funzioni giudiziarie ai sensi del secondo comma dell’articolo 32 dell’ordinamento giudiziario.
La Camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno
approvato;

Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

“Colloqui di pace” al Cnf tra magistrati e avvocatura :all’opposto di quanto accade altrove…

30 aprile 2017


Pubblichiamo un articolo che smaschera la pesante aria artefatta di alcuni personaggi … che si agitano allo scoperto e dietro le quinte contro l’Anm ,pur appartenendo in massa alla stessa avvocatura, che ,invece, con le proprie rappresentanze istituzionali dialoga serenamente con la magistratura togata associata …

La svolta di Mascherin e Albamonte neo presidente dell’Amn. Il sindacato dei giudici: «Basta guerre sulla giustizia facciamo proposte di riforma comuni»
Scena impensabile fino a poco tempo fa. Non che magistrati e avvocati fossero impediti dall’essere «uniti in modo da sprigionare una forza micidiale», come dice Andrea Mascherin. Ma la visione della giustizia in questi anni è stata offuscata da un equivoco.
Che ha un nome: è quel «panpenalismo» capace di ridurre tutto il sistema a «pochi, eclatanti processi penali», per citare Eugenio Albamonte. È qui che si è alzato il muro di silenzio tra i due soggetti della giurisdizione. Venerdì invece nella sede del Consiglio nazionale forense, per la prima volta, una rappresentanza di vertice dell’Anm ha partecipato a un “plenum” dell’avvocatura istituzionale.
Il cosiddetto sindacato dei giudici è stato rappresentato ai massimi livelli: l’attuale presidente Eugenio Albamonte e uno degli altri otto componenti della sua giunta, il giudice civile di Roma Silvia Albano. Fatto ancora più clamoroso è che tutte e due le parti concordino su una svolta epocale: «Possiamo studiare insieme e proporre alla politica ipotesi di riforma sulla giustizia».
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Italia penultima nell’UE per numero di laureati

30 aprile 2017


“Italia penultima nell’UE per numero di laureati
Secondo i dati emersi dall’ultimo rapporto Eurostat, dopo la Romania è l’Italia il peggior paese dell’Unione Europea per percentuale di laureati di età compresa tra i 30 e i 34 anni.
Stando a quanto si può ricavare dall’ultimo rapporto Eurostat, in Italia il numero dei laureati è decisamente inferiore rispetto alla media europea.
L’Ufficio Statistico dell’Unione Europea posiziona il nostro Paese nella zona più bassa di quella che è la lista dei Paesi membri: peggio di noi c’è solo la Romania.
Considerando i dati del 2016 e focalizzandosi sulla fascia di età compresa tra i 30 e 34 anni, in tutti i Paesi si è riscontrato un aumento della percentuale dei laureati rispetto all’anno 2002. In Italia il numero è addirittura raddoppiato, passando dal 13,1% del 2002 al 26,2% dello scorso anno.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

La UE minaccia sanzioni contro l’Italia per …lo smog. Aria inquinata in seguito alle minacce , diffamazioni e diffide nelle mailing list e whatsapp

30 aprile 2017


A proposito di minacce dell’Unione Europea pubblichiamo una notizia relativa alla situazione dell’aria in Italia diventata molto pesante per la campagna di odio ,diffide,diffamazioni e minacce contro di noi,contro l’Anm,il Ministero della Giustizia,ecc. nelle mailing list e nelle whatsapp di qualche gruppo che ci vorrebbe chiudere la bocca per non farci più esprimere le nostre idee e noi Rispondiamo con controdiffide a continuare in una condotta che squalifica l’intera categoria…Mala tempora currunt…
“La UE minaccia sanzioni contro l’Italia per lo smog. In 10 anni la qualità dell’aria in Lombardia è migliorata ma non basta
Secondo i dati Arpa dimezzati in 10 anni gli sforamenti dei limiti di Pm10. Nel mirino motori diesel, stufe a legna e agricoltura
A Milano e in Lombardia, ma non solo, chi respira si ammala. Lo dice l’Unione Europea che ha inviato all’Italia un avvertimento per rientrare nei parametri per il Pm10 pena l’apertura di un procedimento davanti alla Corte di Giustizia della Ue che potrebbe infliggere una sanzione fino a 1 miliardo di euro. Nel mirino dell’Agenzia Europea sull’Ambiente non c’è ovviamente solo la Lombardia ma 30 zone in cui ci sono stati numerosi sforamenti dei limiti delle polveri sottili, praticamente tutta Italia, con rare esclusioni tipo Friuli Valle d’Aosta e Sardegna. I dati forniti dall’Agenzia Regionale per l’ambiente Arpa Lombardia confermano il superamento dei limiti di Pm10, fissati a 50 microgrammi per metrocubo. Una chimera in Italia, il Paese messo peggio a livello europeo, anche se in 15 anni, grazie ai filtri antiparticolato e a un migliore controllo sulle caldaie, si è fatto molto.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Immigrazione: No a scorciatoie antigarantiste nelle indagini sulla tratta dei migranti -Comunicato del Comitato Esecutivo di Magistratura Democratica

29 aprile 2017


comunicato_migranti_no_scorciatoie_antigarantiste_tratta_migranti

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Firenze 11 maggio p.v. -Dialoghi su giurisdizione e legge: diritto giurisprudenziale, certezza del diritto e prevedibilità delle decisioni

29 aprile 2017


MD-Questione Giustizia
Dialoghi su giurisdizione e legge:
diritto giurisprudenziale,
certezza del diritto
e prevedibilità delle decisioni
(Via san Gallo nella pianta del Bonsignori)
giovedì, 11 maggio 2017- ore 15.00-19.00
Auditorium di sant’Apollonia
Via San Gallo, 25/a – Firenze
MD:Evento a Firenze 11 maggio 2017 Dialoghi sulla giurisdizione

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

PIOMBINO : Giudice di pace, soddisfatti per il cambio rotta

29 aprile 2017


“Le forze di opposizione hanno espresso piena soddisfazione per il cambio di rotta espresso dal sindaco sulla paventata chiusura del Giudice di Pace
“Apprendiamo la notizia resa ufficiale dal sindaco con la serenità di chi sa che il pericolo di una chiusura dell’ufficio del Giudice di Pace di Piombino è stato evitato; almeno per ora”, così le forze di opposizione in consiglio Un’Altra Piombino, Movimento 5 Stelle, Rifondazione Comunista, Ferrari Sindaco – Forza Italia e Ascolta Piombino hanno commentato la notizia relativa al cambio di rotta dell’Amministrazione sulla chiusura del Giudice di Pace .
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Comitato Direttivo Centrale dell’Associazione Nazionale Magistrati del 22 aprile u.s.con all’ odg il parere al Ministro della Giustizia sulla stabilizzazione della magistratura onoraria

27 aprile 2017

Nel pubblicare i lavori dell’ultimo CDC dell’ANM non possiamo non meravigliarci della reazione negativa di alcuni magistrati onorari o togati (un procuratore capo di una sede dell’Italia Settentrionale) su un parere nato da un democratico confronto pubblicizzzato ed articolato che noi rispettiamo in quanto espressione di un’Associazione ,l’ANM ,dalla quale abbiamo mutuato lo statuto ,al quale rinvia lo statuto di magistratura democratica e che abbiamo riproposto nel nostro statuto. Ci meravigliamo anche perchè l’esempio dell’ANM è stato in questi decenni di associazionismo della magistratura onoraria un modello proposto da molti da seguire ed imitare.Ed invece di richiamarsi ad una tradizione ultracentenaria, come quella dell’ANM, addirittura qualcuno pone in dubbio la rappresentatività della magistratura togata da parte dell’ANM.Ma scherziamo ? La minaccia di uscire dall’ANM da parte di qualcuno significa innanzitutto riconoscere di aver chiesto volontariamente l’iscrizione all’ANM come socio aggregato, pagando una quota pari a quella che la nostra associazione chiede agli iscritti ordinari, ma sappiamo che gli iscritti magistrati onorari all’ANM non raggiungono che un 5 per cento circa di tutti i magistrati onorari con l’equivalente economico molto marginale per il bilancio dell’ANM.Figuriamoci che danno riceverebbe l’ANM anche se tutti gli attuali iscritti non rinnovassero più la loro iscrizione.Insomma crediamo che ognuno è libero di esprimere le proprie opinioni essendovi un apposito diritto costituzionale ed anche il diritto di critica delle altrui opinioni, ma passare ad un attacco aggressivo ,usuale per come siamo stati trattati e siamo ancora trattati noi di UDgdpo , ma inusuale per i magistrati togati ,che eccede spesso in vere e proprie diffamazioni su facebook o su agenzie stampa non sono più tollerabili,e se ciò vuole essere un pretesto per avere una pubblicità gratuita, ricordiamo che vi saranno altri magistrati togati od onorari di tribunale a dover decidere di condannare o meno i diffamatori a mezzo stampa…(d.l.)
Comitato Direttivo Centrale dell’ANM

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

25 Aprile 1945- 25 Aprile 2017 :72 anni di libertà dalla Dittatura- Appello contro la Guerra

25 aprile 2017


Unità Democratica gdpo celebra ,come tutti gli anni, una data il 25 Aprile 1945 che è da ricordare con solenne commozione perchè è un simbolo della vittoria sulla dittatura in Italia e non può essere sottovalutata o trattata con superficialità e puro formalismo.Chi è nato dopo il 25 Aprile non ha vissuto gli anni della dittatura ma li ha rivissuti attraverso la memoria anche di Associazioni come l’Anpi della quale pubblichiamo un appello che
non si può non condividere…

“BASTA CON QUESTO GIOCO ALLA GUERRA”: appello congiunto ANPI, ARCI, CGIL, CISL, UIL, ACLI nazionali. Aderisce Don Luigi Ciotti.
Il testo dell’appello firmato da Smuraglia, Chiavacci, Camusso, Furlan, Barbagallo, Rossini. Aderiscono Don Luigi Ciotti, Alessandro Pace, Sandra Bonsanti, l’ARS (Associazione per il rinnovamento della sinistra), Articolo 1 – Mdp, Legambiente, Rete della Conoscenza, Greenpeace Italia

Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Ministero della Giustizia: Dall’8 al 24 maggio 2017 le prove preselettive del Concorso per assistenti giudiziari

25 aprile 2017


Si rammenta che Il 22/11/2016 è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il tanto atteso bando del concorso per 800 Assistenti Giudiziari.
La selezione dei candidati avverrà attraverso una prova preselettiva, una prova scritta e un colloquio orale.
Il 4 aprile sono state pubblicate in Gazzetta Ufficiale le date della prova preselettiva del Concorso per assistenti giudiziari, che si svolgeranno dall’8 al 24 maggio 2017, presso la Fiera di Roma, Via A.G. Eiffel (traversa Via Portuense), ingresso Nord.
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

Documento del CDC dell’Associazione Nazionale Magistrati del 22/4/17 sul parere al Ministro della Giustizia riguardo alla stabilizzazione dei magistrati onorari

25 aprile 2017


Pubblichiamo, con riserva di verificarne l’autenticità ,il Documento del CDC dell’Associazione Nazionale Magistrati del 22/4/17 sul parere al Ministro della Giustizia ,riguardo alla stabilizzazione dei magistrati onorari. Atre associazioni sembra (come pubblicato nei loro siti) che abbiano espresso,con un comunicato stampa collegiale, un duro commento di netta riprovazione del parere dell’ANM.
Unità Democratica Giudici di Pace Onorari, non interpellata da nessuno ,esprime ,invece, un apprezzamento per l’interessamento dell’ANM sull’argomento richiesto dal Ministro della Giustizia Orlando e pur rispettando l’opinione dell’ANM, che rappresenta la quasi totalità della magistratura togata,conserva la propria visione dell’argomento espressa nel corso di tutti i nove anni ,dal 2008 al 2017, dalla sua nascita e visibile nel proprio sito ,dove sono pubblicati i propri documenti sulla propria piattaforma sindacale e sulla richiesta stabilizzazione dei magistrati onorari di pace, con riconoscimento dei loro diritti previdenziali ed assistenziali,ecc., lamentando la mancanza ,speriamo temporanea, di una vera unità sindacale della categoria, portata avanti da parte di chi non tollera opinioni diverse dalle proprie ,collezionando,però, sconfitte istituzionali e delusioni crescenti tra coloro che ,illudendosi, avevano riposto in loro la propria fiducia ed il proprio finanziamento economico…
Leggi il resto di questo articolo »

FacebookTwitterGoogle+EmailShare