23 MAGGIO 2016: 4° GIORNATA DEI GIUDICI ONORARI DI PACE CONTRO LA MAFIA LA DELINQUENZA ORGANIZZATA E LA CORRUZIONE INDETTA DA UNITA’ DEMOCRATICA GIUDICI DI PACE ONORARI

16 maggio 2016

Udgdpantimafia
UDGDPO :il 23 maggio 2016 la 4° giornata dei giudici di pace contro la mafia ,la camorra , la delinquenza organizzata e la corruzione.
Unità Democratica Giudici di Pace Onorari solennemente celebra la giornata durante la quale in tutta Italia i giudici di pace potranno manifestare, se lo vorranno e nelle forme che vorranno, contro un male della società rappresentato dalla delinquenza e dalla corruzione ,che talvolta si annidano anche nei palazzi della giustizia di pace ,come confermano gli episodi che non intendiamo lasciare nel dimenticatoio.
A Roma ed in tutta Italia, come l’anno scorso , due anni fa e tre anni fa, invitiamo tutti i giudici onorari di pace ,a celebrare la giornata del 23 maggio con il ricordo della strage che causò la morte dei magistrati Falcone e Morvillo e della loro scorta, in quella tragica mattina nella quale la mafia ,con mezza tonnellata di tritolo,intendeva dare un messaggio di morte e di intidimazione a tutta Italia perchè nessuno più osasse mettersi in mezzo tra la mafia i suoi loschi traffici e la corruzione che ancora mietono vittime .
I giudici di pace onorari devono rappresentare,oltre che sembrare ed essere imparziali, la garanzia di una giustizia indipendente autonoma che difende i diritti costituzionali contro i disvalori della criminalità e dei poteri forti occulti che attentano quotidianamente alla libertà dei cittadini compromettendo la stabilità della democrazia al solo fine della loro conservazione e dell’aumento dei profitti dei loro loschi traffici.
A Roma presso la sede di via Teulada,28 II piano aula 201 dalle ore 15,00 alle ore 18,00 si svolgerà un incontro-dibattito dei giudici di pace di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari con magistrati,avvocati e giornalisti che sono invitati sul tema della lotta alla mafia alla delinquenza organizzata ed alla corruzione.

UNITA’ DEMOCRATICA GIUDICI DI PACE ONORARI

Iniziative dell’ANM relative al 23 Maggio contro la Mafia

23 maggio 2016

falcone anm

ANMmuseo-Falcone-Borsellino

ANMfalcone

23 maggio 50 mila studenti rispondono appello contro mafia Per il XXIV anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio

23 maggio 2016

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino  width=

Giovanni Falcone e Paolo Borsellino


“23 maggio 50 mila studenti rispondono appello contro mafia
Per il XXIV anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio
Oggi 23 maggio 2016, 50.000 studenti di tutto il Paese si uniranno in un grande coro contro la mafia e per la legalità in occasione del XXIV anniversario delle stragi di Capaci e Via d’Amelio. Il cuore degli eventi a Palermo, nel ricordo di Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Francesca Morvillo e degli agenti delle loro scorte. Ma l’evento “Palermo chiama Italia”, organizzato dalla Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone”, con la Direzione Generale per lo Studente del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, si estenderà a tutto il Paese, toccando altre otto città italiane, in cui cittadini e studenti saranno presenti per dare testimonianza del loro impegno per la legalità. Dal 2002 la Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone”, in collaborazione con il Miur, ha avviato percorsi di educazione alla legalità a livello nazionale che culminano ogni anno nell’evento del 23 maggio, giorno dell’anniversario dell’attentato di Capaci. Dal 2015 la manifestazione, prima concentrata a Palermo, è stata estesa a tutto il Paese.
L’edizione 2016 del 23 maggio si svolgerà anche a Milano, Gattatico (RE), Firenze, Napoli, Roma, Pescara, Bari, Barile (PZ). Le piazze della legalità saranno collegate con l’Aula Bunker del carcere Ucciardone di Palermo a partire dalle 9.45 con una diretta su Rai Uno. Nell’Aula Bunker saranno presenti, fra le autorità, il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Stefania Giannini, il Presidente della Fondazione “Giovanni e Francesca Falcone” Maria Falcone, il Presidente del Senato Pietro Grasso, il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il Ministro dell’Interno Angelino Alfano, il Sottosegretario all’Istruzione Davide Faraone, il Presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi, il Procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti. Nell’aula ci saranno oltre 800 studenti.
Leggi il resto di questo articolo »

Rubrica: Lettere e Quesiti

23 maggio 2016

lettera3
Rubrica: lettere e quesiti (a cura di Diego Loveri) inviare e mail a: udgdpo@gmail.com o quesito nella pagina facebook di UDGDPO (Risposte solo nel sito)

DOMANDA
“Vi prego, siete stati chiari; tuttavia, se è possibile vi chiedo un’ulteriore precisazione. Sono GOP, ex GdP, quest’anno e cioè nel 2016 ho 71 anni (nato nel luglio del 1945; alla data del 14.05.2016 ero e sono ancora in servizio: Tenuto conto dei provvedimenti da Voi indicati vorrei sapere, e credetemi molti colleghi si pongono la stessa domanda, se cesserò al 31.05.2016 e/o al 31.12.2016 e/o quando si avranno anche i decreti attuativi della riforma. Vi prego ancora una volta, se vi è possibile rispondete; non si tratta di rispondere ad una singola persona, ma a diversi colleghi che vogliono sapere se dalla sera alla mattina perderanno la funzione o se hanno qualche altro mese per trovare un rimedio. A 71 anni mi sento ancora in grado di lavorare. Vi ringrazio in anticipo.”
gdp di Napoli

RISPOSTA
Leggi il resto di questo articolo »

Europa: trent’anni fa moriva Altiero Spinelli, l’idea resta viva, l’Unione rantola. A Ventotene 21-22 maggio: Ugo Ferruta, giudice di pace e vice-presidente del Movimento europeo internazionale

23 maggio 2016

europa
“Trent’anni fa, il 23 maggio 1986, moriva Altiero Spinelli, uno dei padri dell’integrazione europea. In questi giorni, federalisti ed europeisti lo ricordano e lo commemorano con una serie d’iniziative, a Ventotene, l’isola dove fu confinato dal regime fascista e concepì il suo Manifesto, a Roma e Milano e in una ventina d’Atenei italiani, a Bruxelles e altrove in Europa.

Appuntamenti che non sono peana all’Unione, ma sono l’occasione per discutere, in chiave critica, il difficile momento dell’integrazione e rileggere la distanza tra la visione dei padri dell’Europa e l’interpretazione e l’attuazione che ne danno i leader odierni. E i giovani – lo vedremo – condannano le Istituzioni dell’Ue. Tra difficoltà economiche e flussi dei migranti, l’Unione rantola alla ricerca d’un respiro ideale che gli egoismi nazionali soffocano.
Leggi il resto di questo articolo »

STALKING: ACCERTAMENTO DELLO STATO DI ANSIA E PAURA

23 maggio 2016

cassazione
“Con la sentenza n. 18473 del 3 maggio 2016 la Cassazione penale ha fatto emergere come, nei processi relativi agli atti persecutori, l’accertamento dello stato di ansia e paura – richiesto dalla norma – passi troppo spesso per una valutazione esente da qualsiasi indice scientifico.

La Cassazione, invero, pur richiamando il consolidato orientamento secondo cui lo stato di ansia può essere accertato dalle dichiarazioni della persona offesa e, in generale, dal complessivo giudizio sull’attendibilità della stessa, auspica un maggiore ancoraggio a dati certi, seppur di natura psicologica, derivanti da accertamenti di natura medica.

Qualora si tenga totalmente fuori il parametro scientifico – continua la Cassazione – si rischia di dover ancorare un elemento richiesto dalla norma ad una serie di criteri ulteriori, non certi, né oggettivi, che possono non corrispondere al dato reale, con grave pregiudizio per l’imputato e la sua difesa, soprattutto per la fattispecie assai grave quale è quella degli atti persecutori.
Leggi il resto di questo articolo »

Napoli: studenti e praticanti avvocati contro la riforma forense

23 maggio 2016

avvocati3
“Un denso spiegamento di forze, decise ad avversare in ogni modo o maniera la riforma forense, si sta mobilitando massicciamente su tutto il territorio nazionale per combattere la battaglia per i propri diritti ed il proprio futuro professionale. Infuocato è infatti il clima che serpeggia tra laureandi e laureati in giurisprudenza, stante la prossima e definitiva attuazione da parte del legislatore delle disposizioni (titolo IV, artt. 40-49) contenute nella legge n.247/2012, rubricata:”Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense”. Legge che ad avviso degli opponenti è tesa a precludere quasi del tutto l’accesso sul mercato del lavoro alle nuove generazioni, ponendo una notevolissima serie di ostacoli e sbarramenti nel percorso formativo post-lauream da seguire per ottenere il titolo di avvocato e perciò ritenuta profondamente iniqua, discriminatoria, illegittima ed incostituzionale.
Leggi il resto di questo articolo »

Scuola: Anief,stabilizzare maestri comunali 36 mesi servizio. Bene risoluzione alla Camera per piano straordinario assunzioni

23 maggio 2016

scuoleconcorsi
A proposito delle eventuali stabilizzazioni relative ai magistrati onorari se fossero lavoratori dipendenti…pubblichiamo…

“Tutti gli educatori e i maestri comunali con 36 mesi di servizio svolto, vanno stabilizzati e assunti a tempo indeterminato”. Lo chiede l’Anief esprimendo apprezzamento per la risoluzione presentata in materia da Manuela Ghizzoni (Pd). Risoluzione nella quale si prevede un piano straordinario di assunzione di educatori e insegnanti comunali e, nel frattempo, la possibilità di reiterare i contratti di lavoro a tempo determinato in attesa di attivare il nuovo piano e le nuove procedure concorsuali. “Mentre la Funzione Pubblica rema contro, l’on Ghizzoni, della VII Commissione Cultura, chiede garanzie per le tante migliaia di formatori dei Comuni nella fascia 0 – 6 anni. Perché sino a oggi gli enti locali, che offrono servizi basilari per la cittadinanza a livello di nido e scuola materna, anziché allinearsi ai paesi dell’Ue, alle sentenze della curia di Lussemburgo e rispettare la direttiva 1999/70/CE del Consiglio del 28 giugno 1999 – afferma l’Anief – stanno prendendo tempo e minacciano di mettere alla porta il personale precario di lunga data”.
Leggi il resto di questo articolo »

Stalker condominiale 70enne denunciata a Modena : versava olio contro la porta di un suo coetaneo

23 maggio 2016

condominio

” MODENA Una donna di 70 anni di Modena è stata denunciata per stalking dopo aver ripetutamente versato olio contro la porta di casa di un condomino suo coetaneo.
La 70enne, come risulta dai filmati delle telecamere fatte installare lungo le scale per smascherare l’autore del gesto, intorno alle 4 di notte scendeva le scale e impregnava d’olio di semi la porta dell’appartamento del vicino. L’olio finiva poi sullo zerbino e anche all’interno della casa, danneggiando le mattonelle del pavimento. In due occasioni il 70enne era anche scivolato uscendo dalla porta.
Leggi il resto di questo articolo »

Giudici di pace all’ex tribunale piano presentato a Pomponio

23 maggio 2016

voghera
“VOGHERA. Cosa fare dell’ex tribunale, tetro e (quasi) deserto da oltre due anni? «Utilizziamo come nuova sede dei Giudici di pace», rilanciail capogruppo (sospeso) della Lega, già leader di Aiga, l’Associazione dei giovani avvocati. T. ha presentato ufficialmente la sua proposta per il riutilizzo e la valorizzazione del palazzo di via Plana al commissario prefettizio Sergio Pomponio.
Un’idea corroborata dalla riforma della magistratura onoraria, ora all’esame della Camera, che aumenterà in modo considerevole le competenze del Giudice di pace sia in materia penale che in quella civile.
Leggi il resto di questo articolo »

CSM: delibera sulla nuova figura di coordinatore dell’ufficio del giudice di pace

23 maggio 2016

csm
Il Consiglio Superiore della Magistratura si pronuncerà nei prossimi giorni come proposto dalla VIII Commissione dello stesso CSM sulla nuova figura dei coordinatori degli uffici dei giudici di pace presidenti dei tribunali a far data dal 14 maggio 2016 in cui è entrata in vigore la legge n.57/2016
deliberacsmlegge572016

Iniziata la Campagna Elettorale per il rinnovo delle Sezioni Autonome dei Consigli Giudiziari nei Distretti di Corte di Appello in Italia

22 maggio 2016

elezioni
Con l’entrata in vigore della Legge n. 57 /2016 sulla Riforma organica della magistratura onoraria di pace e con la prossima entrata in vigore del decreto legislativo attuativo della legge delega sulle nuove sezioni autonome dei Consigli Giudiziari si riapre la campagna elettorale perchè , dopo l’entrata in vigore del decreto predetto i componenti dei Consigli Giudiziari delle Sezioni Autonome in rappresentanza della componente giudici di pace ,appena eletti nel mese di aprile scorso, decadranno dal mandato e nella penultima domenica di luglio prossimo saranno eletti i rappresentanti dei giudici onorari di pace( ex gdp ed ex got) e dei vice procuratori onorari.Chiamati alla consultazione saranno quindi tutti : sia i magistrati onorari requirenti che i giudici onorari di pace.
Unità Democratica Giudici di pace onorari presenterà liste nelle quali compariranno tutte e due le componenti, anche se distinte ovviamente. Altre associazioni stanno annunciando astensioni dalle udienze ed altre azioni dimostrative al fine di fare propaganda elettorale in quanto la componente degli ex giudici di pace sarà nettamente e quantitativamente minoritaria nei confronti delle altre due (giudici onorari di tribunale e vice procuratori onorari). Con il sistema elettorale proporzionale,però, saranno garantite rappresentanze per tutti,almeno si spera.Certo la proliferazione di liste civetta potrebbe vanificare la rappresentatività dei giudici di pace che rischiano di non essere per nulla rappresentati nei nuovi consigli giudiziari di luglio prossimo.Per questo qualcuno (tra i gdp) propone di prorogare le date delle elezioni mentre altri (tra i got e vpo) sono ,naturalmente,del parere di mantenere le date di luglio già fissate nello schema di decreto legislativo , pubblicato nel nostro sito, che ,ricevuti i pareri non ostativi delle camere e del Csm ,entrerà in vigore entro il 31 maggio p.v. nello stesso giorno della pubblicazione nella gazzetta ufficiale…

L’immigrazione in Italia tra violenza e speranza

22 maggio 2016

immigrazione90
L’immigrazione in Italia tra violenza e speranza

Discussione sul Parere della Commissione Giustizia della Camera dei Deputati sul decreto applicativo della Legge n.57/2016

22 maggio 2016

commissionegiustizia
II COMMISSIONE PERMANENTE
(Giustizia)

Schema di decreto legislativo recante disciplina della sezione autonoma dei consigli giudiziari
per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma nell’incarico dei giudici di pace,
dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari in servizio. Atto n. 304
(Esame, ai sensi dell’articolo 143, comma 4, del Regolamento e rinvio) . . . . . . . . . . . . . . . . . . 53
SEDE REFERENTE
Giovedì 19 maggio 2016. — Presidenza
del presidente Donatella FERRANTI. —
Interviene il sottosegretario di Stato alla
giustizia Gennaro Migliore.
Leggi il resto di questo articolo »

Legge sulle Unioni Civili n.76/2016 pubblicata in Gazzetta Ufficiale : entra in vigore il 5 giugno p.v.

22 maggio 2016

gazzetta-ufficiale_01
La Legge sulle Unioni Civili n.76/2016 è stata pubblicata pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 21 maggio u.s. : entra in vigore il 5 giugno p.v.
Pubblichiamo la legge integrale
La Legge sulle Unioni Civili Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale del 21=5=16

Camera dei Deputati:Commissione Giustizia del 23 maggio 2016 all’o.d.g. parere sullo schema di decreto

22 maggio 2016

cameradeputati
Camera dei Deputati
Convocazione della II Commissione
(GIUSTIZIA)
Lunedì 23 maggio 2016
Ore 14.15
Leggi il resto di questo articolo »

Primo sviluppo in bozza elaborato da udgdpo delle tabelle delle indennità fisse e variabili a regime dei gop e vpo in attuazione della legge n.57/16

22 maggio 2016

cropped-udgop-e1462718226607.jpg
Pubblichiamo un Primo sviluppo elaborato da udgdpo in bozza delle tabelle delle indennità fisse e variabili a regime dei gop e vpo in attuazione della legge n.57/16
Leggi il resto di questo articolo »

Parere della Commissione Giustizia del Senato sullo schema di decreto legislativo sulle sezioni autonome dei consigli giudiziari e le conferme dei gdp got e vpo

22 maggio 2016

commissionegiustizia5
Procedura: Parere su atti del Governo
XVII Legislatura
Schema di decreto legislativo recante disciplina della sezione autonoma dei consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari in servizio (Atto del Governo sottoposto a parere parlamentare n. 304)
Iniziativa
Presentato da: Ministro per le riforme cost. e rapporti Parlamento (Governo Renzi-I) , il 17 maggio 2016; annunciato nella seduta n. 627 del 17 maggio 2016
2ª Commissione permanente (Giustizia)
(Consultiva su atti del Governo)
Seduta n. 299 del 18 maggio 2016 (pom.) (Resoconto)
Interventi:
Leggi il resto di questo articolo »

Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia on.Gennaro Migliore : incontro con i rappresentanti di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari

22 maggio 2016

cropped-Udgdp-e1456705844689.jpg
COMUNICATO STAMPA
Il Presidente (Diego Loveri) e la rappresentante del Comitato Esecutivo ( Lucia Berloffa) di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari sono stati ricevuti dal Sottosegretario di Stato del Ministero della Giustizia on.Gennaro Migliore al quale hanno consegnato il documento che è pubblicato nel sito. L’incontro è stato molto positivo ed è stata constatata l’apertura ed una disponibilità del Sottosegretario ad un confronto aperto ed approfondito sui vari aspetti della problematica della magistratura onoraria di pace e delle questioni urgenti poste da Unità Democratica gdpo relative alle deleghe legislative del Parlamento al Governo per l’attuazione della legge n.57/2016 sia per quanto riguarda gli aspetti economico-previdenziali sia quelli concernenti i rinnovi dei magistrati onorari in servizio entro le scadenze legislative,ecc.. Unità Democratica gdpo si è dichiarata soddisfatta per l’incontro ed ha espresso la volontà di mantenere un dialogo fattivo con il Ministero della Giustizia ed i relativi rappresentanti in difesa dei diritti dei magistrati onorari di pace.
Roma 22/5/2016 PRESIDENZA DI UNITA’ DEMOCRATICA GIUDICI DI PACE ONORARI
Documento-di-Unita_-Democratica-Giudici-di-Pace-Onorari-2016-2-1-1

Marco Pannella : lo ricorda Unità Democratica Giudici di Pace Onorari

20 maggio 2016

pannellaba-89f1-056930d8d314

Unità Democratica Giudici di Pace Onorari ricorda Marco Pannella che nella sua vita ha combattuto come minoranza per la difesa dei diritti civili ed umani senza corruzioni e stravolgimenti di poteri diffondendo con la stessa radio radicale la conoscenza capillare del mondo della politica delle istituzioni e delle associazioni ( ed anche la nostra) e per ossequio alla sua persona ci uniamo alle testimonianze italiane e di tutto il mondo per tributargli il riconoscimento anche dei giudici onorari di pace di UDGDPO del suo valore e della sua forza morale …Addio Marco…

Consiglio dei Ministri :Decreto Legislativo attuativo Legge n.57/2016

17 maggio 2016

udgop
Pubblichiamo lo schema del primo Decreto Legislativo attuativo della Legge n.57/2016 sulla Riforma Organica della Magistratura Onoraria di Pace (approvato ieri dal Consiglio dei ministri) riservandoci un commento analitico dello stesso in relazione a tutte le voci circolate negli ultimi tempi rivelatesi non veritiere…come si può arguire cliccando sul link sottostante…
decreto572016

GdP e mancata comparizione del querelante

17 maggio 2016

cassazione4
GdP e mancata comparizione del querelante
Cassazione Penale Sezione V
Sentenza Num. 8638 Anno 2016

“Con la sentenza che di seguito si riporta, la Corte di Cassazione ha esaminato il caso in cui la querela non è seguita dalla volontà del querelante di partecipare al processo e quindi ha spiegato la ratio che ha portato a considerare detto comportamento come se fosse una chiara manifestazione di non voler procedere oltre come se vi fosse stata da parte di quest’ultimo una remissione tacita della querela.

Infatti, chiariscono gli ermellini citando alcuni precedenti delle Sezioni Unite che la mancata collaborazione al processo (accusatorio e che vuole dunque che la prova sia formata al dibattimento) e l’assenza della voce di chi dovrebbe dare corpo e fondamento alla pretesa punitiva che consente di dubitare della persistenza di tale volontà possa essere considerata quale volontà di non proseguire l’azione penale e, tenuto conto del fatto che il processo innanzi al Giudice di Pace debba promuovere la conciliazione tra le parti, finalizzata proprio alla remissione di querela e alla relativa accettazione, tale comportamento deve essere interpretato quale remissione tacita della querela.
Sentenza-n.-8638-2016
Leggi il resto di questo articolo »

Insediato Nicola Gratteri, nuovo Procuratore di Catanzaro

17 maggio 2016

gratteri

“Catanzaro – Si è insediato stamane, con una cerimonia presso il Palazzo di Giustizia di Catanzaro, il nuovo Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri. La cerimonia d’insediamento di Gratteri si è svolta davanti al Tribunale riunito in udienza pubblica
E’ stato il presidente, Domenico Ielasi, insieme ai giudici Tiziana Macrì e Assunta Maiore, ad immettere nelle funzioni il Procuratore Gratteri, su richiesta del Pubblico Ministero, che nell’occasione è stato lo stesso procuratore aggiunto Bombarbieri. Le prime parole di Gratteri quale procuratore sono state dedicate all’organico dell’ufficio di Procura, del tribunale e del personale amministrativo.
Gratteri: “Sono mediaticamente ingombrante”
Leggi il resto di questo articolo »

Accoglienza senza Integrazione produce Illegalità

17 maggio 2016

cie5
Pubblichiamo un interessante articolo sul problema dell’accoglienza…

“Credo che, se il problema di una accoglienza impossibile nei numeri e nei contesti in cui avviene non venga governata dal potere esecutivo, regioni, province (esistono ancora?) e comuni dovranno governare il problema di un accesso indiscriminato di immigrati clandestini in un territorio particolarmente e nefastamente colpito da questo fenomeno come la Puglia

Sì, parliamo del problema dei problemi, della crisi delle crisi:

un esodo biblico di soggetti che entrano clandestinamente in Italia e che la cosiddetta accoglienza tanto vantata dal governo italiano non integra nella osservanza della legge, ma anzi, dimostra come questa mancata integrazione, essa stessa, produca disagio sociale, degrado umano, problemi di ordine pubblico e sanitario, visto che oltre a non prendere le impronte digitali ai clandestini, essi sono sottoposti ad una sommaria quanto inutile analisi medica e sottratti alla profilassi per quelle patologie che sembravano sconfitte o arginate e che oggi si presentano in modo pericoloso nel territorio italiano
Leggi il resto di questo articolo »

Consiglio dei Ministri approva il decreto legislativo sulla conferma quadriennale dei gop e vpo in servizio idonei allo svolgimento delle funzioni giudiziarie

17 maggio 2016

Consiglio-dei-Ministri-200x200
Dal Comunicato stampa della presidenza del Consiglio diramato il 16 maggio 2016 :
DISCIPLINA CONSIGLI GIUDIZIARI E DISPOSIZIONI CONFERMA INCARICHI
Disciplina autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la
conferma nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice
procuratori onorari in servizio
(decreto legislativo –esame preliminare)
Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro della giustizia Andrea Orlando,ha approvato, in
esame prelimina, un decreto legislativo recante la disciplina autonoma dei Consigli giudiziari per i
magistrati onorari e disposizioni per la conferma nellincarico dei giudici di pace, dei giudici
o Leggi il resto di questo articolo »

Rubrica: lettere e quesiti

16 maggio 2016

lettera3
Rubrica: lettere e quesiti (a cura di Diego Loveri) inviare e mail a: udgdpo@gmail.com (Risposta solo nel sito)

Domanda: Ritiene che l’art. 5 della legge 57/2016, che prevede il coordinamento dell’ufficio del giudice di pace da parte del presidente del tribunale sia di immediata applicazione e quindi dal 14.05. prossimo, ovvero ai sensi dell’art. 1 comma 1 lett.m) richiamato dall’art. 2 comma 12 legge citata debba comunque attendersi il decreto legislativo ad hoc.
Cordiali saluti.
G.d.P. Brindisi
Leggi il resto di questo articolo »

Chiarimenti interpretativi sulle scadenze del 31 maggio e del 31 dicembre 2016 dei Gop e dei Vpo

15 maggio 2016

cropped-udgop-e1462718226607.jpg
Rispondiamo ai quesiti posti da gop(gdp e got) e vpo relativi alle scadenze del 31/5/2016 e di coloro che compiono gli anni dai 68 ai 72 (nati dal 1944 al 1948)

In base al coordinato disposto dalle norme di cui all’art 18 bis della legge n 132 del 2015 con la Legge finanziaria del 2015 e la legge n.57/2016 tutti coloro ,(gdp-got) e vpo, che dovevano scadere il 31/12/2016 (art.18 bis Legge n.132/2015) oppure il 31/5/2016 (Legge finanziaria 2015) oppure in date successive al 31/5/2016 sono mantenuti in servizio e va interpretato cio’ in quanto nessuno dei predetti magistrati onorari ha bisogno di esplicite proroghe legislative in quanto la lettera delle leggi predette è chiara…
Leggi il resto di questo articolo »

Primi commenti dal blog sui gop ed i coordinatori presidenti di tribunale

15 maggio 2016

belluno
Pubblichiamo un articolo relativo all’interpretazione giornalistica della riforma della magistratura onoraria di pace e del coordinamento degli uffici dei giudici di pace diventato di competenza dei presidenti di tribunale

“Il giudice di pace diventa gop la competenza è del tribunale
.
BELLUNO. Addio giudice di pace, ecco il gop: giudice onorario di pace. La Camera ha approvato in via definitiva il disegno di legge sulla riforma della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace. Cade la distinzione tra questi ultimi e i giudici onorari del tribunale e, anche a Belluno, nasce questa nuova figura. Tra le novità, la durata dell’incarico, che è limitata a quattro anni con una sola possibilità di rinnovo.
Leggi il resto di questo articolo »

Migranti: “il ministero garantisca ai giornalisti l’accesso negli hotspot”

15 maggio 2016

hotspot2
“Assostampa Sicilia, Carta di Roma e LasciateCIEntrare sottoscrivono un documento: “Individuare le modalità per assicurare l’accesso della stampa”. Bellu (Carta di Roma): così la stampa non può esercitare la sua funzione di controllo
Il ministero dell’Interno garantisca e disciplini l’esercizio del diritto di cronaca attraverso l’accesso della stampa agli hotspot. Lo chiedono Assostampa Sicilia, Carta di Roma e LasciateCIEntrare, che hanno sottoscritto oggi un documento, dopo che un gruppo di giornalisti, che avrebbe voluto visitare l’hotspot di Pozzallo, insieme ad una delegazione di associazioni e al deputato Paolo Beni, non è riuscito ad entrare. In questi giorni nella cittadina del ragusano sono riuniti giornalisti ed esperti d’immigrazione per il Festival Sabir, organizzato da Arci, Caritas, Asgi, Carta di Roma, A buon diritto e Acli.
Leggi il resto di questo articolo »

Il dott.De Simone nominato presidente del Tribunale di Grosseto. Ha ricevuto l’ok della commissione, adesso la nomina deve essere ratificata dal Csm

15 maggio 2016

tribunale
Con i complimenti e gli auguri di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari al dott. Giulio De Simone pubblichiamo un articolo sulla nuova nomina del Presidente del Tribunale di Grosseto
” È nato a Roma, ha lavorato a lungo a Grosseto, negli ultimi anni è stato a Firenze. E adesso si appresta a diventare il nuovo presidente del Tribunale di Grosseto.
Per Giulio De Simone, 68 anni compiuti ad aprile, è arrivato il sì della commissione del Consiglio superiore della magistratura, anticamera della ratifica del plenum dell’organo di autocontrollo dei giudici: una ratifica che, viene osservato negli ambienti giudiziari, non incontrerà ostacoli. Questione di poche settimane e poi il dottor De Simone entrerà in possesso delle proprie funzioni.
Leggi il resto di questo articolo »

NUOVE BUFALE ALL’ORIZZONTE: sull’attuazione dell’articolo 5 della legge 57/2016

15 maggio 2016

bufala2
NUOVE BUFALE ALL’ORIZZONTE: è stata diramata altra notizia infondata sull’…( “attuazione dell’articolo 5 della legge 57/2016 che, innovando la normativa, conferisce il potere di coordinamento degli uffici del giudice di pace al presidente del Tribunale e con la quale si annuncia che, malgrado le sollecitazioni, solo l’11 maggio è arrivata una nota del ministero della Giustizia, che reca istruzioni insoddisfacenti per risolvere i tanti problemi che si porranno in fase di passaggio di consegne. A questo si aggiungerebbe «l’inspiegabile silenzio del Csm.”)….
Non è affatto vero che i Presidenti dei Tribunali abbiano avuto problemi riguardo all’attuazione dell’art. 5 della Legge n.57/16 proprio perchè lo stesso articolo 5 non ha bisogno di attuazioni essendo già in vigore proprio dallo scorso 14 maggio 2016. E le Presidenze dei Tribunali hanno diramato interpelli che scadranno nei prossimi giorni per coloro che in qualità di giudici professionali vi aderiranno .E non si capisce perchè il CSM avrebbe dovuto disciplinare ulteriormente ciò che è palese nella stessa legge n.57/2016. E’ proprio questo che non comprendiamo .Perchè, ad esempio, l’OUA (consigliata da qualcuno…) debba diramare comunicati stampa relativi all’attuazione di una legge che riguarda il Ministero della Giustizia e l’organizzazione giudiziaria stessa senza risvolti per l’Avvocatura? Gli articoli 4 5 6 e 7 della legge n.57/16 hanno attuazione immediata senza alcun parere delle Camere o del CSM, se non menzionato dalla legge stessa, e senza ulteriore decreto legislativo.Non capiamo proprio questo modo vecchio di fare associazionismo (non dell’OUA certo). Allarmi dietro allarmi a chi giovano? Sappiamo che qualcuno stia masticando amaro perchè non si potrà più continuare con una situazione di incertezza. Ma da qui a creare bufale una dietro l’altra non capiamo proprio dove vanno a parare e chi dovrebbe raccoglierle e cosa dovrebbe fare…Semmai a protestare doveva essere l’ANM perchè i presidenti dei tribunali ed i giudici professionali dovranno impegnarsi in questi giorni ma non sembra che stiano protestando,anzi…Ed allora? Ragioniamo seriamente e operiamo per una vera riforma organica della magistratura onoraria di pace…

La Legge sulle Unioni Civili ed una scheda di lettura

14 maggio 2016

unionicivili
Pubblichiamo la legge sulle Unioni Civili approvata definitivamente dalla Camera dei Deputati

Unioni Civili la Legge approvata

Unioni Civili schede di lettera Servizio Studi Camera – Getty Images (Getty Images)
Leggi il resto di questo articolo »

IL DDL MASTELLA SCOTTI E LA LEGGE N.57/2016

14 maggio 2016

mangiarsilemani
RIPUBBLICHIAMO IL TESTO DEL DISEGNO DI LEGGE MASTELLA -SCOTTI PER COLORO CHE AVVERSARONO IL DDL IN TUTTI I MODI ED OGGI DOPO LA LEGGE N. 57/2016 SI MANGIANO LE MANI…
(cliccare su logo sottostante)

Unità Democratica Giudici di Pace Onorari e Magistratura Democratica aderiscono all’iniziativa di Europa in Movimento

14 maggio 2016

europa

Unità Democratica Giudici di Pace Onorari e Magistratura democratica aderiscono all’appello “Senza una politica migratoria umana ed un’Europa federale non c’è futuro”, di “Europa in Movimento”, sul recente accordo dell’UE con la Turchia sui migranti. Un’intesa di cui diversi osservatori autorevoli, tra cui Amnesty International e UNHCR, hanno evidenziato i punti critici. Ecco perché appare opportuno che si levino voci – è il caso di quest’iniziativa – a sollecitare l’Europa a volare alto e ad assumersi le responsabilità del ruolo che dovrebbe svolgere nella politica mondiale, specie di fronte a problemi di straordinaria complessità che la interpellano direttamente.
Di seguito il testo dell’appello:
Leggi il resto di questo articolo »