Inammissibile la richiesta di revoca della sentenza per abolizione del reato in conseguenza della sopravvenuta causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto

2 luglio 2015

questionegiustizia
Pubblichiamo l’articolo da Questione Giustizia.it
“Inammissibile la richiesta di revoca della sentenza per abolizione del reato in conseguenza della sopravvenuta causa di non punibilità per particolare tenuità del fatto
di Federico Piccichè
Avvocato del Foro di Monza e membro del Consiglio Direttivo della Scuola Forense di Monza
Nota a GIP Trib. Milano, 28 maggio 2015, Giud. Fioretta
Il provvedimento, che si segnala, emesso dal Giudice per le indagini preliminari di Milano, quale Giudice dell’esecuzione, è di particolare importanza, in quanto in esso viene affrontata la delicata questione della revocabilità delle sentenze di condanna definitive “per fatti in relazione ai quali, se commessi o giudicati oggi, sarebbe applicabile la sopravvenuta causa di non punibilità”[1], prevista dal nuovo art. 131 bis cp, di recente introdotto dal D. L.vo n. 28/2015.
GIP_Trib._Milano_28-maggio-2015-Giud-Fioretta
Leggi il resto di questo articolo »

Alle Sezioni Unite la speciale tenuità del fatto

2 luglio 2015

tenuitadelfatto
“Alle Sezioni Unite la speciale tenuità del fatto
L’ordinanza di rimessione relativa ad alcune questioni interpretative dell’art. 131 bis cp.
Pubblichiamo l’ordinanza di rimessione alle Sezioni Unite relativa ad alcune questioni interpretative dell’art 131 bis cp. In particolare, ci si interroga sulla possibilità che l’art 131 bis cp venga rilevato, anche di ufficio, nel giudizio di legittimità e sull’applicabilità dell’istituto anche ai reati con soglie legali di punibilità.”(fonte:questionegiustizia.it)
ordinanza-rimessione-tenuità-del-fatto

Immigrazione: nel 2013 un milione di nuovi cittadini Ue. In Italia i più ‘regolarizzati': marocchini, albanesi e indiani

1 luglio 2015

imprenditoriimmigrati
” Nel 2013, i Paesi dell’Unione europea hanno concesso la cittadinanza a quasi un milione di persone. Esattamente in 985mila, tra africani, latinoamericani e asiatici, sono diventati europei a tutti gli effetti, facendo registrare un balzo del 20% (circa 163mila in più) rispetto all’anno precedente. Lo rende noto Eurostat. Il primo gruppo di immigrati ad essere diventato italiano è quello del Marocco (25% di tutti i regolarizzati in Italia), quindi gli albanesi (13,6%) e gli indiani (4,8%). Secondo i dati dell’istituto di statistica europeo, gli immigrati marocchini sono i più ‘naturalizzati’ non solo in Italia, ma in tutta l’Unione europea, con 86mila regolari.
Leggi il resto di questo articolo »

Immigrazione, l’Onu lancia l’allarme: “Record di migranti nel Mediterraneo”

1 luglio 2015

rifugiati
Oltre 137mila persone hanno attraversato le acque verso l’Europa. L’Unhcr: “Crisi di proporzioni storiche, rifugiati vanno protetti”
Sono 137mila, una cifra record, i rifugiati e migranti che hanno attraversato il Mediterraneo verso l’Europa durante i primi 6 mesi del 2015, l’83% in più dallo stesso periodo del 2014, di cui la maggioranza era in fuga da guerre, conflitti o persecuzioni. Lo ha reso noto l’Alto commissariato Onu per i rifugiati (Unhcr). La crisi del Mediterraneo, di “proporzioni storiche”, è quindi soprattutto una crisi di rifugiati da proteggere.
Leggi il resto di questo articolo »

Agenzia Ansa: dal Cie di Bari l’appello di Adiruo

1 luglio 2015

ciedibari
“«Mi stanno uccidendo, aiutatemi» Dal Cie di Bari l’appello di Adiruo
Dalla necessità di un nuovo intervento chirurgico alla sospensione delle terapie salvavita. Il 38enne nigeriano, portatore di stent, racconta la sua storia alla stampa
«Vi prego, non fatemi morire»: è l’appello che Adiruo Bartholomew Onyinye, 38 anni, trattenuto nel Centro identificazione e espulsione di Bari, affida all’agenzia Ansa. Adiruo, nato in Nigeria ma in Italia da 24 anni, racconta e documenta «di essere cardiopatico e di avere uno stent». Per questo «assume farmaci salvavita». Una terapia che, dopo un primo controllo al Policlinico di Bari, gli sarebbe «stata incrementata».
Leggi il resto di questo articolo »

Audizione del Presidente della Conferenza delle regioni e delle province autonome, Sergio Chiamparino il 2 luglio p.v. presso la Commissione parlamentare di inchiesta sui Cie e sui Cara

1 luglio 2015

cameradeputati
Comunicato stampa della Camera dei Deputati
Commissione sull’accoglienza dei migranti, Audizione Chiamparino
Giovedì 2 luglio, alle ore 15.30, la Commissione parlamentare di inchiesta sul sistema di accoglienza e di identificazione, nonché sulle condizioni di trattenimento dei migranti nei centri di accoglienza, nei centri di accoglienza per richiedenti asilo e nei centri di identificazione ed espulsione, presso l’aula II piano – Palazzo San Macuto,
Leggi il resto di questo articolo »

Il governo mette nei Cie anche i richiedenti asilo

1 luglio 2015

ciepontegaleria
“Migranti. Detenzione prevista se si ritiene che il migrante possa fuggire. La misura inserita nel decreto che attua due direttive europee in materia di accoglienza e protezione internazionale.
Pos­si­bi­lità di trat­te­nere i pro­fu­ghi negli hub regio­nali senza limiti di tempo e comun­que fino al com­ple­ta­mento dell’esame della domanda di asilo, ma anche di dete­nerli in un Cen­tro di iden­ti­fi­ca­zione ed espul­sione (Cie) per 12 mesi se si ritiene che esi­sta un peri­colo di fuga.
Leggi il resto di questo articolo »

Consiglio Superiore della Magistratura :Seminario sulla riforma della magistratura onoraria il 6 luglio p.v.

1 luglio 2015

csm
csmn1

csmn2
csmn3

Commissione Giustizia del Senato: all’o.d.g. delle sedute del 23 25 giugno i ddl sulla magistratura onoraria

22 giugno 2015

senatoroma
Nuovo Record relativo al numero dei giorni con all’ o.d.g. delle sedute della Commissione Giustizia del Senato dei ddl relativi alla riforma della magistratura onoraria per i giorni 23 25 giugno p.v..Intanto la trattativa delle associazioni rappresentative della categoria con il Ministro della Giustizia è sospesa da mesi.Il CSM ancora non ha espresso il parere relativo ,programmando seminari ed incontri in relazione alla riforma della magistratura onoraria.Scaduti da tempo sono tutti i termini di presentazione degli emendamenti al ddl 1738 di iniziativa governativa in sede di commissione giustizia del Senato. Convegni si svolgono ancora presso i Tribunali organizzati dai Consigli degli Ordini Forensi:come è accaduto oggi a Firenze.Ma siamo proprio sicuri che domani proprio domani il Senato approverà la riforma della magistratura onoraria?
odg delle prossime sedute della commissione giustizia del senato

CSM:la nuova responsabilità civile dei magistrati tra giurisdizione e governo autonomo

21 giugno 2015

CSM76
Pubblichiamo i link relativi alle due giornate di convegno dell’11-12 Giugno 2015 presso il Consiglio Superiore della Magistratura sulla nuova responsabilità civile dei magistrati.
I giornata CSM la nuova responsabilità civile dei magistrati
CSM la 2° giornata sulla nuova responsabilità civile dei magistrati

Giudice di Pace di Latina al collasso: solo 5 giudici e una montagna di cause

21 giugno 2015

latina
“Prima è esploso il caso dei tribunalini di Gaeta e Terracina, che con la loro chiusura hanno visto paralizzare una valanga di procedimenti civili e penali. Poi è stata la volta del Tribunale di Latina, sempre più in affanno. E ora quella dell’Ufficio del Giudice di Pace del capoluogo pontino, che ha inglobato gli uffici minori soppressi ed è andato in tilt. E il comune denominatore di tanti mali per la giustizia pontina è sempre lo stesso: gli effetti della cosiddetta riforma Severino, che doveva servire a far risparmiare denaro e a far funzionare meglio il sistema mentre in terra pontina ha finito per incepparlo più di quello che già era inceppato.
Leggi il resto di questo articolo »

La sparizione dei piccoli migranti : Allarme in Italia per il destino di migliaia di minori non accompagnati

21 giugno 2015

minorimigranti3
“La sparizione dei piccoli migranti Allarme in Italia per il destino di migliaia di minori non accompagnati che giungono nel nostro paese .
Parliamo della situazione dei piccoli migranti, dei più giovani, che approdano nel nostro Paese. Purtroppo di molti di loro si perdono le tracce, come risulta dalle denunce fatte da qualche esponente della magistratura. In questi giorni è stato portato avanti, da alcune inchieste giornalistiche, in particolare il caso della stazione Roma Termini, dove molti di questi giovanissimi si adattano a fare qualunque cosa, letteralmente qualunque cosa.
Leggi il resto di questo articolo »

Dal 2009 ad oggi : cosa è cambiato delle norme sull’immigrazione del “pacchetto sicurezza”

20 giugno 2015

IMMIGRAZIONE: A LAMPEDUSA IN NOTTATA ALTRI 310 CLANDESTINI
Pubblichiamo un articolo relativo agli effetti ed alle modifiche del c.d. “pacchetto sicurezza” del 2009 ad oggi alla luce dei provvedimenti successivi giurisdizionali e legislativi e rimandiamo ai nostri comunicati relativi ai cd. “pacchetti sicurezza” dal 2009 in poi già pubblicati nel nostro sito.

“Del pacchetto sicurezza del 2009 oggi rimane ben poco:
– il reato di inottemperanza all’ordine di allontanamento (art. 14 comma 5-quater) e’ stato dichiarato incostituzionale con la sentenza n. 359 del 2010 della Corte Costituzionale nella parte in cui non prevede la scriminante del giustificato motivo;

Leggi il resto di questo articolo »

A Bra convegno sulla giustizia a 23 anni dalla morte di Falcone e Borsellino

20 giugno 2015

falcone

Sabato 20 giugno 2015, presso l’Auditorium del Centro Polifunzionale “G. Arpino” di Bra, convegno organizzato dall’associazione “Il Corbezzolo”. Titolo: “A 23 anni dalla scomparsa di Falcone e Borsellino, quale giustizia per l’Italia?”.

Il format della manifestazione, moderata da Claudio Puppione, sarà caratterizzato dall’intervento di cinque relatori, cui seguirà il dibattito finale.
Leggi il resto di questo articolo »

Giornata internazionale del rifugiato:oggi 20 giugno

20 giugno 2015

rifugiato
Si celebra in tutto il mondo la Giornata internazionale del rifugiato, indetta dalle Nazioni Unite, che viene celebrata il 20 giugno per commemorare l’approvazione nel 1951 della Convenzione sui profughi (Convention Relating to the Status of Refugees) da parte dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.
Leggi il resto di questo articolo »

Il Csm nomina quattro nuovi Procuratori Generali: a Roma Giovanni Salvi

19 giugno 2015

Augura Unità Democratica Giudici di Pace Onorari a tutti i nuovi neo-procuratori generali un ottimo lavoro con stima

salvi
“Sarà Giovanni Salvi, attualmente procuratore di Catania, il nuovo procuratore generale di Roma.
Leggi il resto di questo articolo »

La Corte Costituzionale dichiara illegittimo il codice della strada nella parte in cui non prevede l’obbligo di taratura degli autovelox

19 giugno 2015

autovelox
“La Corte Costituzionale dichiara illegittimo il codice della strada nella parte in cui non prevede l’obbligo di taratura degli autovelox, tutor e di tutti gli altri strumenti di controllo elettronico della velocità.

Le multe con Autovelox e tutor sono, ora, tutte illegittime: e questo perché la Corte Costituzionale, con una sentenza che stravolge i precedenti delle aule dei giudici di pace italiani e della stessa Cassazione, ha dichiarato incostituzionale il codice della strada nella parte in cui non prevede l’obbligo di sottoporre a verifiche periodiche e a taratura i sistemi di controllo elettronico della velocità dei veicoli. Questo significa che tutti gli apparecchi non “revisionati” periodicamente dalle autorità di polizia non potranno elevare più multe.
La sentenza della Corte Costituzionale
Leggi il resto di questo articolo »

Al Parlamento Europeo: proiezione del documentario EU 2013 The Last Frontier

15 giugno 2015

the last frontier
“I Deputati europei Laura Ferrara, Ignazio Corrao e Barbara Spinelli, hanno organizzato per il 24 giugno p.v. a Bruxelles la proiezione del documentario EU 2013 The Last Frontier, a cui parteciperanno gli autori Alessio Genovese e Raffaella Maria Cosentino.

Seguirá dibattito in cui interverrano Costanza Hermanin (Open Society Foundations), Marco Valli (Deputato europeo) Marialucia Lorefice “Cittadina a 5 Stelle” in videoconferenza (Deputata italiana e membro della Commissione Parlamentare di inchiesta sui centri destinati ai migranti), Stefano Galieni di LasciateCIEentrare, Maria Giovanna Manieri (Picum), il Prof. Fulvio Vassallo (Universitá degli Studi di Palermo).
Leggi il resto di questo articolo »

Contravvenzione per biglietto del parcheggio scaduto: il giudice di pace annulla la sanzione Commenti

15 giugno 2015

contravvenzioni10
“Una sentenza che potrebbe far giurisprudenza. E’ quella di un giudice di pace che ha accolto il ricorso di un automobilista montecatinese multato a Lucca perchè il suo ticket del parcheggio era scaduto. Il giudice nella sua sentenza ha dichiarato illegittima la contestazione elevata dal vigile all’automobilista che aveva protratto la sosta oltre l’orario per cui aveva pagato il parcheggio.
Leggi il resto di questo articolo »

La Corte Costituzionale in tema di esecuzione penale dichiara incostituzionale la non udienza pubblica

15 giugno 2015

corte costituzionale

Gli Artt. 666, 667, c. 4°, e 676 del codice di procedura penale sono stati dichiarati parzialmente incostituzionali dalla Corte Costituzionale con la pronuncia n.109/2015

Corte Costituzionale il testo della pronuncia 109/2015

No ad azioni disciplinari nei confronti di Enrico Zucca:comunicato di MD

10 giugno 2015

md2Udgdp
Pubblichiamo condividendolo il comunicato del Comitato Esecutivo di Magistratura Democratica:
“MD SULLA RICHIESTA DI AZIONI DISCIPLINARI NEI CONFRONTI DI ENRICO ZUCCA
I mezzi di informazione rilanciano in queste ore che il Capo della Polizia, d’intesa con il Ministro dell’Interno, ha chiesto al Ministro della Giustizia di valutare azioni disciplinari nei confronti del sostituto procuratore generale Enrico Zucca per le osservazioni svolte nell’ambito del dibattito sui fatti della Diaz tenutosi a Genova nel corso della manifestazione “Repubblica delle Idee”. In discussione sarebbe la tutela dell’onorabilità della Polizia.
Leggi il resto di questo articolo »

Cassazione: Improcedibilità per particolare tenuità del fatto è applicabile anche al reato di ingresso e soggiorno illegale dello straniero nel territorio dello Stato

7 giugno 2015

immigrazione_reato
Anche la Sentenza della Cassazione n. 35742 del 05/07/2013 1 Sez. (dep. 29/08/2013 ) in relazione all’ex reato ex art.10 bis D.Lgs. n.286 del 1998 ribadisce l’ improcedibilità per particolare tenuità del fatto e la relativa applicabilità.
La massima testualmente afferma:”È applicabile anche al reato di ingresso e soggiorno illegale dello straniero nel territorio dello Stato l’istituto dell’esclusione della procedibilità per particolare tenuità del fatto, previsto in materia di procedimento dinanzi al giudice di pace. (vedi Corte Cost., n.250 del 2010).”

Stranieri: se il decreto prefettizio di espulsione è illegittimo il giudice di pace può disapplicarlo

7 giugno 2015

espulsione e vitafamiliare
Con la Sentenza n. 35021 del 02/07/2013 I Sez. (dep. 14/08/2013 ) la Cassazione ha affermato che in tema di ingiustificata inosservanza dell’ordine di allontanamento emesso dal questore da parte dello straniero espulso, allorchè l’ordine di allontanamento trovi il suo antecedente in un decreto prefettizio di esplusione illegittimo, il giudice può disapplicare il provvedimento amministrativo, costituente il presupposto del reato.

Cassazione: non risponde del reato di cui all’art.650 c.p. lo straniero inottemperante all’invito della Questura

7 giugno 2015

imprenditoriimmigrati
Con la Sentenza n. 48270 del 23/10/2014 della Sez.1 (dep. 20/11/2014 ) è stato ribadito che non risponde del reato previsto dall’art. 650 cod.pen. lo straniero che non ottemperi all’invito a presentarsi presso l’Ufficio immigrazione della Questura ai fini dell’espulsione dal territorio nazionale in quanto l’ordine di allontanamento del Questore e la relativa sequenza procedimentale stabilita in materia dall’art. 14 D.Lgs. del 25 luglio 1998 n. 286, non possono essere surrogati da altri atti.

Alghero: assenti per malattia tutti gli impiegati del giudice di pace

6 giugno 2015

gdp2013
Alghero, assenti per malattia tutti gli impiegati del giudice di pace
Udienza annullata con un cartello sul portone sbarrato. Il personale del Comune spiega: problema contingente
Il 3 giugno, l’abituale utenza degli uffici del Giudice di Pace ha avuto la sgradita sorpresa di trovare gli ingressi interdetti con l’annuncio affisso sulle vetrate “Uffici chiusi per mancanza di personale comunale”. Analoga comunicazione è stata naturalmente trasmessa al presidente del Tribunale di Sassari.
La sospensione del servizio è stata determinata dalla contestuale assenza per malattia delle tre figure professionali che svolgono le funzioni di cancelliere. Non potendosi quindi procedere al disbrigo della normale attività, l’unico provvedimento da adottare è stato quello di sospendere le prestazioni per il pubblico.
Leggi il resto di questo articolo »

Facebook: gli insulti possono costare anche il carcere

6 giugno 2015

facebook
“Fa rumore la decisione della corte Suprema in merito alla diffamazione a mezzo facebook o social. Non più soltanto una sanzione pecuniaria, ma per chi esagera, rischia anche il carcere.
Ormai è ufficiale: rischia, da sei mesi a tre anni di reclusione in carcere, colui che denigra ed offende su Facebook. A stabilirlo, infatti, è la Suprema Corte che ha, così, ristretto, tramite questa sentenza, la competenza del Giudice di Pace.
Leggi il resto di questo articolo »

Primi casi di depenalizzazione di alcuni reati: a Brescia il Gup lo applica per il reato di abbandono di minore

31 maggio 2015

brescia
“Sono stati assolti dall’accusa di abbandono di minore due genitori marocchini che un anno fa avevano lasciato il figlio di sette anni nell’area giochi di un supermercato di Villanuova sul Clisi, in Valsabbia, poi ritrovato solo e in preda al pianto.
Padre e madre del piccolo erano stati rinviati a giudizio, ma con la nuova legge che prevede la depenalizzazione di alcuni reati il giudice per le udienze preliminari del tribunale di Brescia ha deciso di non procedere con la condanna.

Secondo la legge, visto che il bambino veniva spesso lasciato solo nella zona giochi del supermercato e non in una zona pubblica, dove passano auto o di notte, non è punibile.”(fonte:ecodellevalli.tv)

Avvocati d’ufficio : dossier-choc al presidente della Camera penale

31 maggio 2015

avvocati
“Aule d’udienza «presidiate» e «forme non corrette di accaparramento della clientela», in aperta violazione del codice deontologico e a danno del diritto di difesa dei cittadini.
Monta la protesta degli avvocati salernitani che hanno sottoscritto un documento presentato al presidente della Camera penale e al responsabile delle difese d’ufficio, nel quale evidenziano una serie di comportamenti messi in atto da alcuni colleghi che puntano al «monopolio» delle difese d’ufficio scavalcando i difensori di fiducia non presenti «occasionalmente all’udienza del proprio assistito».

La situazione, definita, «allarmante» sarebbe divenuta una triste prassi nelle udienze che si celebrano davanti al tribunale monocratico e al Giudice di Pace dove si assisterebbe ad una «costante ed allarmante violazione del diritto di difesa del cittadino». Sempre la stessa «tecnica» che sarebbe messa in atto da questa schiera di avvocati che occuperebbero stabilmente i primi banchi davanti ai giudici «al fine di farsi nominare con sistematicità senza consentire ai colleghi che devono trattare altri processi di poter svolgere con la minima forma di comodità la propria attività, arrivando persino a protestare indecorosamente con i giudici o con i colleghi, se il giudice decide di nominare un altro difensore».
Leggi il resto di questo articolo »

Entrata in vigore ieri la nuova Legge sui reati in materia di delitti contro l’ambiente

30 maggio 2015

reatiambientali2
La nuova legge sui reati ambientali

Commissione parlamentare sui Cara ed i Cie a Mineo e Pozzallo

30 maggio 2015

commissioneciecara

“Improvvisazione, sporcizia ed assenza di trasparenza di gare ed appalti. Dal sistema gestionale informatico che regola i badge elettronici e contiene lo storico riferito ai singoli migranti, modificabile manualmente, ai criteri d’assunzione del personale, basati sulla conoscenza. Dai criteri di scelta dei fornitori, senza bando di gara ma in modo discrezionale ed arbitrario, alla totale mancanza di un vero sistema d’accoglienza ed integrazione.
Leggi il resto di questo articolo »

Frontex apre una sede a Catania e va in monastero. Ma un ufficio di Frontex viene aperto anche dentro il CPSA di Pozzallo

30 maggio 2015

migranti7Dal sito dirittiefrontiere.blogspot.it

I Giudici di Pace: in rapida riduzione

30 maggio 2015

PROTESTA DEI GIUDICIDIPACE
Dall’esame della sottostante tabella relativa alla Magistratura onoraria(esclusi gli esperti ed i componenti dei tribunali e corti di appello minorenni) pubblicata dal Consiglio Superiore della Magistratura emerge con evidenza che i giudici di pace risultano i più penalizzati ,in quanto l’organico ,già di 4700, è stato ridotto di circa 1300 unità, mentre i posti coperti addirittura sono solo di 1832 con un’ulteriore rapida riduzione nei prossimi mesi per l’uscita dei settantacinquenni.
Magistratura onoraria
Qualifica Posti in organico Posti coperti
Giudice di pace 3443 1832
Giudice onorario di tribunale 2651 2159
Vice procuratore onorario 2075 1746

Immigrazione clandestina:anche a Macerata per i giudici di pace rientra nel decreto legislativo sulla non punibilità per particolare tenuità del fatto

30 maggio 2015

reatoimmigrazioneclandestina
Secondo quanto riportato nella cronaca locale di Macerata (cronachemaceratesi.it) i giudici di pace a Macerata interpretano il reato di immigrazione clandestina (art.10 bis D.Lgsvo n.286/98 ndr)affermandone la non perseguibilità ,trattandosi di reato di lieve entità in base alla nuova normativa ,come risulterebbe dalle ultime e diverse sentenze. Tale interpretazione non sarebbe condivisa dalla Procura della Repubblica di Macerata che ,secondo la fonte, farà ricorso alla Corte di Cassazione.
Qui la notizia.Ma sappiamo che è in vigore la legge che ha depenalizzato il reato di immigrazione clandestina, la cui attuazione,però, è rinviata al decreto ministeriale attuativo ,che ancora non viene emanato, per cui si lascia alla libera interpretazione della giurisprudenza di merito il da farsi.C’è chi rinvia il processo ,perchè ritiene che solo dopo l’attuazione potrà dichiararsi il non doversi procedere per intervenuta abrogazione del reato, e c’è chi in varie parti d’Italia interpreta sempre più frequentemente anticipando le assoluzioni ma applicando la normativa del procedimento davanti al giudice di pace ,che già dal 2000 prevedeva la motivazione della particolare tenuità del fatto ,recentemente riproposta legislativamente per tutti i procedimenti penali senza più distinzioni.

L’ASSESSORE DETOMAS VISITA GLI UFFICI DEL GIUDICE DI PACE DI VIPITENO

28 maggio 2015

vipiteno

“L’ASSESSORE DETOMAS VISITA GLI UFFICI DEL GIUDICE DI PACE DI VIPITENO
Valorizzare il servizio giustizia sul territorio. Questo l’impegno della Regione Trentino-Alto Adige ribadito stamane dall’Assessore regionale Giuseppe Detomas, che ha visitato i nuovi uffici del Giudice di pace di Vipiteno, accompagnato dalla dirigente Antonia Tassinari.
Recentemente ristrutturato, con il contributo della Regione, l’immobile, di proprietà del Comune, situato in centro storico, è stato riadattato e adeguato alle esigenze richieste dal servizio. Oltre al giudice Gottardo Giatti, vi lavorano quattro persone più il cancelliere.
Leggi il resto di questo articolo »

Video sul Canale di Sicilia Lampedusa :migranti

28 maggio 2015

barconi-migranti-lampedusa

canale di sicilia lampedusa migranti

NOI, GLI INDIFFERENTI CON LA MEMORIA CORTA (di Marco Aime)

28 maggio 2015

migrantimarenostrum_o
“Continuare a parlare di emergenza è inutile: gli sbarchi sulle nostre coste e la condizione stessa di profugo sono diventati la regola.

Il tema di quest’anno del festival Pistoia Dialoghi sull’Uomo è l’abitare, c’è chi, e sono sempre di più, non può più farlo. Non può più farlo a casa sua e nemmeno a casa di altri e deve fuggire. Fuggono. Dalla paura. Dalla paura e dalla povertà. E dalla guerra. Fuggono da vite scritte con il gesso, da grafia incerta, segnate da un orizzonte troppo lontano, che non lascia spazio alla speranza. Decine di migliaia di vite travolte dalle onde del mare o spezzate dalle sabbie del deserto che cercavano di attraversare, per arrivare in una parte di mondo che credevano migliore di quella che avevano abbandonato. Forse si erano sbagliati.
Leggi il resto di questo articolo »

Definitiva la chiusura degli uffici del Giudice di Pace di Civita Castellana

28 maggio 2015

salvo-l-ufficio-del-giudice-di-pace-di-civita-castellana_39791

“Addio all’ufficio del Giudice di Pace di Civita Castellana. Da martedì la sede falisca ha chiuso definitivamente i battenti per mancanza di personale e di risorse finanziarie.

A fine aprile la Giunta Comunale aveva preso atto dell’esistente e perdurante situazione deficitaria; aveva deliberato quindi la chiusura di questo importante servizio pubblico, che dapprima è stata recepita ufficialmente dal Ministero di Grazia e Giustizia, che ne ha ora disposto la cancellazione geografica con un suo specifico decreto.
Leggi il resto di questo articolo »

La Commissione d’inchiesta parlamentare sui centri per migranti visita il CARA di Mineo

27 maggio 2015

caramineo2
“Il Cara di Mineo è stato oggetto della prima ispezione della Commissione d’inchiesta parlamentare sui centri per migranti. Risultato? “Situazione insostenibile, condizioni disumane e opacità nella gestione” scrive Erasmo Palazzotto dal suo account Twitter. La struttura d’accoglienza per i richiedenti asilo più grande d’Europa, al centro dell’inchiesta Mafia Capitale, non sembra esser cambiata di una virgola: sia per le condizioni in cui versano oltre tremila richiedenti asilo, sia sotto il profilo della legalità nella gestione di appalti che ammontano a diverse decine di migliaia di euro dei contribuenti italiani.

Leggi il resto di questo articolo »

3° Giornata dei Giudici di Pace Onorari contro la Mafia la Delinquenza organizzata e la Corruzione

23 maggio 2015

Udgdpantimafia
Comunicato Stampa
UDGDP : oggi 23 maggio 2015 la 3° giornata dei giudici di pace contro la mafia ,la camorra , la delinquenza organizzata e la corruzione.Unità Democratica Giudici di Pace Onorari solennemente celebra la giornata durante la quale in tutta Italia i giudici di pace potranno manifestare, se lo vorranno e nelle forme che vorranno, contro un male della società rappresentato dalla delinquenza e dalla corruzione ,che talvolta si annidano anche nei palazzi della giustizia di pace ,come confermano gli episodi che non intendiamo lasciare nel dimenticatoio. A Roma ed in tutta Italia, come l’anno scorso e due anni fa , invitiamo tutti i giudici di pace ,a celebrare la giornata del 23 maggio con il ricordo della strage che causò la morte dei magistrati Falcone e Morvillo e della scorta, in quella tragica mattina nella quale la mafia ,con mezza tonnellata di tritolo,intendeva dare un messaggio di morte e di intidimazione a tutta Italia perchè nessuno più osasse mettersi in mezzo tra la mafia i suoi loschi traffici e la corruzione che ancora mietono vittime .I giudici di pace onorari devono rappresentare,oltre che sembrare ed essere imparziali, la garanzia di una giustizia indipendente autonoma che difende i diritti costituzionali contro i disvalori della criminalità e dei poteri forti occulti che attentano quotidianamente alla libertà dei cittadini compromettendo la stabilità della democrazia al solo fine della loro conservazione e dell’aumento dei profitti dei loro loschi traffici.
UNITA’ DEMOCRATICA GIUDICI DI PACE ONORARI

Parole di giustizia: un fine settimana di alto livello culturale e giuridico

19 maggio 2015

la_spezia
“Partecipazione e rappresentanza al tempo della crisi”. Questo il tema scelto per elevare la qualità del dibattito intellettuale. Interverranno personaggi di spicco nel panorama giuridico e politico nazionale e di diversa estrazione culturale.
Parole di giustizia, un fine settimana di alto livello culturale e giuridico
La Spezia – Tre giorni di incontri, letture e confronti sul tema “Partecipazione e rappresentanza al tempo della crisi.” Parole di giustizia torna alla Spezia per il settimo anno consecutivo, da venerdì 22 a domenica 24 maggio.
Un appuntamento annuale teso a recuperare la consapevolezza del carattere etico e politico oltre che tecnico, della questione giustizia. Un appuntamento di giuristi, studiosi, politici, personaggi pubblici di diversa estrazione culturale, finalizzato a mettere in campo, sottoponendole al giudizio dei cittadini, “parole di giustizia”.
Leggi il resto di questo articolo »

Comunicato sugli emendamenti al ddl di riforma della magistratura onoraria di pace

17 maggio 2015

PicCollageintesaperta
Come pubblicato nei giorni precedenti(ma cancellato da mani ignote..) è scaduto il termine di scadenza dell’11 maggio u.s.per la presentazione degli emendamenti al ddl n.1738/S di riforma della magistratura onoraria di pace in Commissione Giustizia del Senato e gli emendamenti di UDGDPO-Unimo sono stati presentati in Commissione come risulta dal Comunicato sottostante
Il comunicato di UDGDPO-Unimo

Nuovo “problema” di ignota causa danneggia il sito di Unità Democratica gdpo

17 maggio 2015

hacker
Negli ultimi giorni siamo stati ,e forse lo siamo ancora, sottoposti ad una serie di “problemi” di origine sconosciuta che prima ci hanno oscurato gran parte del sito oppure ci hanno impedito di modificarlo, per cui ci scusiamo del disservizio e ci auguriamo di poter ristabilire la normalità senza ulteriori “misteriosi attacchi”.

Da Questione Giustizia:”La motivazione della sentenza civile”

4 maggio 2015

questionegiustizia

Pubblichiamo un articolo della rivista Questione Giustizia dal sito di Magistratura Democratica

sulla motivazione della sentenza civile di Bruno Capponi Ordinario di diritto processuale civile LUISS Roma

“Dopo la Cass., sez. un., 16 gennaio 2015, n. 642
1.- Non è dubbio che recenti interventi del legislatore (taluni rapidamente decaduti, com’è stato per il d.lgs. n. 5/2003 col suo art. 16, comma 5) hanno irreversibilmente destrutturato la motivazione della sentenza, sebbene si tratti del provvedimento “a contenuto decisorio costante”[1].
Leggi il resto di questo articolo »

Cinque poliziotti della questura di Roma indagati per il caso Shalabayeva

4 maggio 2015

shalabayeva
Pubblichiamo un articolo del corriere.it sui recenti risvolti giudiziari della famosa vicenda della sig,ra Shalabayeva ,avvenuta circa due anni fa ,dai quali sembra emergere la scagionata posizione della giudice di pace che convalidò il trattenimento della signora presso il Cie di Ponte Galeria…

” Cinque avvisi di conclusione delle indagini preliminari che preludono a cinque richieste di rinvio a giudizio per altrettanti poliziotti che nel maggio 2013 prestavano servizio all’ufficio immigrazione della questura di Roma: l’ex dirigente M. I., oggi questore di Rimini, il suo vice di allora, un ispettore e due assistenti. Finisce così l’inchiesta della Procura di Roma sull’espulsione in Kazakistan di Alma Shalabayeva, la moglie del dissidente Mukhar Ablyazov del quale le autorità di quel Paese avevano chiesto l’arresto in quanto latitante. Lui non si trovò, la donna sì, insieme alla figlia di 4 anni; aveva con sé un passaporto falso della Repubblica Centrafricana: per questo gli inquirenti si apprestano a chiedere il processo pure nei suoi confronti.
Leggi il resto di questo articolo »

Questione Giustizia, Ufficio del processo: il lato ancora nascosto del Pct

2 maggio 2015

ufficio del processo
Pubblichiamo da Questione Giustizia un interessante articolo sull’ufficio del processo di prossima attuazione.

“Il punto di vista di una stagista del Tribunale di Firenze
Prendendo spunto da quanto da altri scritto[1] in ambito di processo telematico e di ufficio del processo, è forse possibile offrire un ulteriore contributo all’argomento, esponendo il punto di vista dello stagista.
Una premessa è, tuttavia, doverosa. La figura dello stagista in affiancamento al magistrato non è unitaria, ma ontologicamente poliedrica – non per sua scelta. Esistono, infatti, diverse figure di tirocinio presso gli uffici giudiziari.
Leggi il resto di questo articolo »

La Corte di Cassazione pone un argine ai respingimenti immediati in frontiera mentre aumentano i casi di trattenimento amministrativo nei CIE ed i dinieghi da parte delle Commissioni territoriali

2 maggio 2015

cie-ponte-galeria
Pubblichiamo un interessante commento del prof.Fulvio Vassallo sulla recente giurisprudenza della Cassazione che abbiamo già pubblicato nel sito con una nostra breve nota.

“La Corte di Cassazione pone un argine ai respingimenti immediati in frontiera mentre aumentano i casi di trattenimento amministrativo nei CIE ed i dinieghi da parte delle Commissioni territoriali. Non esistono “paesi terzi sicuri”.Tutti hanno diritto ad una procedura individuale.
Una ordinanza della Cassazione ( Ordinanza 25 marzo 2015, n. 5926) davvero importante, che dovrebbe limitare la prassi dei respingimenti immediati in frontiera eseguiti prima che si sia data la possibilità di essere informati sulla possibilità di chiedere asilo e di accedere alla procedura per il riconoscimento di uno status di protezione.
Leggi il resto di questo articolo »

Importante e recentissima Ordinanza della Cassazione annulla la convalida di un giudice di pace di un trattenimento nel Cie di Ponte Galeria di un cittadino di paese terzo

2 maggio 2015

cassazione8
Pubblichiamo la recente giurisprudenza della Cassazione che conferma la tesi da noi da anni sostenuta sulla necessità di non convalidare i trattenimenti dei cittadini di paesi terzi nei Centri di Identificazione ed Espulsione, come quello di Ponte Galeria ,i quali ,dopo un decreto di respingimento ed una richiesta di asilo, non venivano accolti nei Cara ma ristretti nei Cie senza informarli della possibilità di richiedere l’asilo stesso.Ciò nonostante ancora oggi alcuni rappresentanti del ministero dell’Interno(dai Prefetti agli agenti di polizia) criticano i giudici di pace che vogliono conformarsi alla Cassazione ed alla normativa europea.Altro principio basilare della Giurisprudenza della Cassazione(nella ordinanza che pubblichiamo) è testualmente il seguente” la Corte ha affermato che tale giudice(di pace ndr) è investito anche del potere di rilevare incidentalmente, ai fini della decisione di sua competenza, la “manifesta” illegittimità del provvedimento espulsivo, da intendersi in concreto nei sensi ricavabili dalla medesima giurisprudenza CEDU.
Leggi il resto di questo articolo »

Le associazioni al Governo italiano: depenalizzare il reato di immigrazione irregolare in Italia

2 maggio 2015

reatoimmigrazioneclandestina
“A un anno dall’approvazione della legge delega n. 67/2014, Amnesty International Italia, Associazione per gli studi giuridici sull’immigrazione, A buon diritto e Medici per i diritti umani chiedono al governo di depenalizzare il reato di immigrazione irregolare in Italia.
Leggi il resto di questo articolo »

Minori. Lo scandalo dei giudici onorari azionisti delle casa-famiglia

2 maggio 2015

minoristranieri
“E’ uno degli scandali più sottaciuti d’Italia.Quello dei giudici onorari che operano nei Tribunali per i minorenni, centinaia di magistrati, che vengono definiti “privati”, esperti in pedagogia, psichiatria, sociologia, ossia: non è necessaria nessuna specifica nozione giuridica.
Retribuiti a gettone, in base al numero di camere di consiglio e di udienze.
Il Tribunale per i minorenni ha corti composte da due giudici togati e da due onorari, esattamente con lo stesso peso e potere decisionale.
Leggi il resto di questo articolo »

“Porta iella” e si gratta: per i giudici è ingiuria

2 maggio 2015

iettatura
“La querelle tra due noti imprenditori di battipaglia finisce in Tribunale
porta iella e si gratta per i giudici è ingiuria

Toccarsi le parti intime quando si incontra una persona ritenuta portatrice di cattiva fortuna può essere condannata come atto d’ingiuria, ma non come stalking.
Leggi il resto di questo articolo »

Immigrazione: l’Italia investe in quella legale e informata

1 maggio 2015

IMMIGRAZIONE: A LAMPEDUSA IN NOTTATA ALTRI 310 CLANDESTINI
“C’è un’alternativa all’immigrazione illegale e alle tragedie del Mediterraneo. I.P.R.I.T. (Immigrazione Percorsi di Regolarità in Italia) è un progetto nato tre anni fa dalla collaborazione del ‘Centro Studi e ricerche Idos’ – che dal 2004 pubblica il Dossier statistico immigrazione – con il Ministero dell’Interno e il governo tunisino. Il progetto si è poi allargato al Marocco e punta a coinvolgere altri paesi, soprattutto del Mediterraneo. Obbiettivo primario: favorire in tutti i modi un’immigrazione legale, informata e consapevole.
Leggi il resto di questo articolo »

Primo Maggio: festa dei lavoratori giudici di pace onorari di Unità Democratica

1 maggio 2015

primomaggioprimomaggio2
Unità Democratica Giudici di Pace ricorda e festeggia il primo maggio come festa dei lavoratori giudici di pace onorari di tutta Italia in un momento delicato della storia della magistratura di pace che vede profilarsi all’orizzonte l’attuazione di una riforma organica che rivaluti la figura dei giudici di pace onorari soddisfacendo le attese di una giustizia di prossimità ,autonoma ,indipendente ,qualificata ,non ancillare, moderna e proiettata verso il futuro ,sensibile ai temi della società e del rispetto dei diritti dei più deboli di ogni parte del mondo.(d.l.)

E’ competenza del giudice di pace l’impugnazione dell’intimazione di pagamento di una multa

1 maggio 2015

cartella esattoriale
“La cognizione in materia di opposizione all’intimazione di pagamento relativa alla riscossione di sanzioni amministrative pecuniarie per violazioni del codice della strada, configurata come opposizione all’esecuzione, spetta alla competenza del giudice di pace, avuto riguardo ai criteri di competenza per materia stabiliti dall’art. 7 d.leg. 1º settembre 2011 n. 150, al pari della cognizione relativa all’opposizione al verbale di accertamento ed alla cartella esattoriale presupposti, e cio’ anche qualora venga fatto valere un precedente giudicato di annullamento di tali ultimi atti, poiche’, in tal modo,
Leggi il resto di questo articolo »

Messina, 20mila migranti dal 2013. Nessuno è rimasto

1 maggio 2015

immigrati
” In due anni la città dello Stretto ha ospitato un numero ingente di stranieri. Solo di passaggio però. Il capoluogo è invece meta del pendolarismo di «prostitute nigeriane da Catania e mendicanti da Mineo», secondo l’associazione Penelope. Mentre Clelia Marano, ex esperta del sindaco, lancia l’allarme sulla promiscuità nei centri di prima accoglienza
Leggi il resto di questo articolo »

Il giudice di pace boccia il Tutor: “Multa non valida se nel verbale manca la foto”Non è valida una multa per eccesso di velocità contestata tramite il sistema dei “Tutor”

29 aprile 2015

tutor
“Il giudice di pace boccia il Tutor: “Multa non valida se nel verbale manca la foto”
Accolto, ad Alessandria, il ricorso di un’azienda la cui auto di servizio era stata sorpresa oltre il limite di velocità sull’autostrada A26, la Genova-Alessandria-Gravellona Toce. Senza l’immagine la notifica è incompleta: “Non c’è la prova”
Leggi il resto di questo articolo »

I giovani avvocati sono sempre più salassati

29 aprile 2015

avvocati
“I giovani avvocati sono sempre più salassati. Il regolamento per rimanere iscritti all’albo impone 8 regole, tutte basate su criteri economici. La Commissione valuti se l’Italia non stia violando il divieto di discriminazione fondata sul patrimonio statuito dall’art. 21 della Carte dei Diritti Fondamentali dell’Unione Europea”. L’eurodeputato Ignazio Corrao, in attesa della risposta alla prima interrogazione sulla riforma della cassa forense, torna ad incalzare l’esecutivo europeo, rilanciando con un’altra denuncia.
Leggi il resto di questo articolo »

Sale sul tetto del Cie di Bari per protesta: arrestato un ragazzo albanese

28 aprile 2015

ciedibari
“Sale sul tetto del Cie per protesta, arrestato un ragazzo albanese
Ha aggredito i carabinieri che lo stavano convincendo a scendere
I carabinieri hanno arrestato un cittadino albanese di 33 anni per minaccia, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale dopo che l’uomo si era arrampicato sul tetto del Cie (Centro di identificazione ed espulsione) di Bari, in segno di protesta, non volendo più restare nella struttura.
Leggi il resto di questo articolo »

Giudice di Pace: Hanno fatto ricorso in 21 contro le multe da 500 euro previste dall’ordinanza anti-prostituzione

28 aprile 2015

prostitueprostituta-300x227

“PADOVA. Hanno fatto ricorso in 21 contro le multe da 500 euro previste dall’ordinanza anti-prostituzione. La particolarità è che non sono i clienti multati ma direttamente le prostitute, colpite dalla sanzione prevista dall’ordinanza del sindaco Bitonci che adesso dovrebbe entrare nel nuovo regolamento di polizia urbana.
Leggi il resto di questo articolo »

A Firenze: Giudici di pace fai-da-te

28 aprile 2015

firenze
“AAA dirigenti cercansi per l’ufficio del giudice di pace di Firenze. Che risulta scoperto al 100% delle sue figure apicali amministrative perché nessuno vuole ricoprire tali posizioni. Motivo? La situazione di disagio in cui versa tale ufficio, con gli scatoloni dei fascicoli delle sedi accorpate ammassate nei corridoi.
Leggi il resto di questo articolo »

Giudice di Pace Napoli Nord: le associazioni chiedono locali nel Castello Aragonese

28 aprile 2015

giudicedipaceaversa
“Ospitiamo l’Ufficio Circondariale del Giudice di Pace di Napoli Nord nei locali lasciati vuoti dalla Scuola di Polizia Penitenziaria che sono ancora inutilizzati”.
Leggi il resto di questo articolo »

Vibo Valentia : tribunale invaso dai ratti, dipendenti protestano e nell’ufficio del giudice di pace sono sospese le udienze

28 aprile 2015

vibovalentia
“Gli uffici del giudice di pace di Vibo Valentia non svolgeranno alcuna attività fino al prossimo 4 di maggio. La decisione di sospendere il lavoro è stata assunta a causa della presenza di topi all’interno dei locali, un problema che i dipendenti avevano già sollevato venerdì scorso, interessando dell’accaduto anche il presidente del tribunale .
Leggi il resto di questo articolo »

Immigrazione, interviene l’avvocato della corte Ue: “Norma sulla reclusione incompatibile”

28 aprile 2015

emigranti italiani
“La direttiva europea sul rimpatrio di cittadini di Paesi terzi in soggiorno irregolare, non tollera la normativa dell’Italia, che prevede la reclusione del cittadino in quanto rientrato in Italia dopo essere stato rimpatriato nel suo paese d’origine”. Lo suggerisce l’Avvocato generale polacco Maciej Szpunar nelle sue conclusioni (non vincolanti) alla Corte di giustizia dell’Ue, chiamata a pronunciarsi sulla compatibilità con le disposizioni della legge comunitaria, dal Tribunale di Firenze.
Leggi il resto di questo articolo »

Immigrazione: Sulla questione pregiudiziale circa la compatibilità delle sanzioni penali per il reingresso illegale con la direttiva rimpatri

28 aprile 2015

logo_curia
Pubblichiamo le conclusioni dell’avv. generale MACIEJ SZPUNAR sulla questione pregiudiziale sollevata dal tribunale di Firenze circa la compatibilità delle sanzioni penali per il reingresso illegale con la direttiva rimpatri presentate il 28 aprile 2015.

Il testo

Laura Boldrini: “Migranti come i partigiani. Molti giovani costretti a partire sono come gli eroi della Resistenza”

27 aprile 2015

laura boldrini
“Se 70 anni fa c’erano i partigiani che combattevano per la libertà in Italia, oggi capita che molti partigiani che combattono per la libertà nei loro Paesi, dove la libertà non c’è, siano costretti a scappare, attraversando il Mediterraneo con ogni mezzo. È questo il senso che Laura Boldrini, presidente della Camera, ha voluto dare al 25 aprile, parlando da uno dei luoghi simbolo della Resistenza italiana, Casa Cervi di Gattatico. “Molti giovani in Paesi dove non c’è la democrazia a volte osano sperare di vivere in pace e in sicurezza e prendono ogni mezzo per arrivare in un posto sicuro, avrebbero preferito stare a casa loro, ma non hanno questo privilegio: molti di loro oggi sono partigiani nel loro Paese”.
Leggi il resto di questo articolo »

La Corte d’Appello di Torino ha accolto l’appello della Avvocatura Generale avverso la sentenza del giudice del lavoro relativa ai VPO

26 aprile 2015

Carcere Nuove torino
Pubblichiamo la seguente notizia dalla fonte dell’UNIMO che assieme ad UDGDPO fa parte dell’Intesaperta
“La Corte d’Appello di Torino ha accolto l’appello della Avvocatura Generale avverso la sentenza del giudice del lavoro promossa da alcuni Vpo nella quale era stata sollevata anche la pregiudiziale comunitaria. Molte sono le riflessioni da sviluppare: la prima è che agire senza valutare le conseguenze su tutta la categoria non sarà il nostro agire; agire senza valutare opportunità, tempistica e rischi per tutti non sarà il nostro agire.”

Commento sulla sentenza della Corte Europea dei diritti umani sui fatti di Genova del G8

26 aprile 2015

G8: PG CASSAZIONE, A GENOVA VI FU GRAVE DEVASTAZIONE
pubblichiamo un autorevole commento sulla già resa nota sentenza della Corte Europea dei diritti Umani di condanna dell’Italia per i fatti di Genova del G8 del 2001.
Cassibba, Cedu Cestaro 2015

Sentenza della Corte Costituzionale n.45/15 sull’art.159 del codice penale

26 aprile 2015

corte cost
Pubblichiamo l’interessante ordinanza della collega Scappaticcio gdp di Gaeta relativa alla questione di legittimità costituzionale dell’art.159 c.p. nella parte in cui prevede la sospensione del corso della prescrizione, anche in presenza delle condizioni di cui agli artt. 71 e 72 c.p.p. nonchè la relativa decisione della Corte Costituzionale (Sentenza n. 45/2015)
Leggi il resto di questo articolo »

Immigrazione: vertice Unione europea ,un minuto di silenzio per le vittime

25 aprile 2015

minutoraccoglimento
“(Consiglio Ue: minuto di silenzio in memoria delle vittime nel Canale di Sicilia)

Un vertice a quattro tra Italia, Germania, Gran Bretagna e Francia ha preceduto a Bruxelles l’inizio del summit straordinario dedicato all’immigrazione, dopo la tragedia dello scorso week end nel Canale di Sicilia, costato la vita ad oltre 800 migranti.

Leggi il resto di questo articolo »

Dopo 70 anni l’anniversario della Liberazione va celebrato solennemente

25 aprile 2015

liberazioneprimomaggiofalcone
Ricordiamo che la Costituzione della Repubblica Italiana è nata dalla Liberazione e che il suo primo articolo sancisce che “l’Italia è una Repubblica democratica fondata sul lavoro”.L’associazione Unità democratica giudici di pace onorari (UDGDPO) dal 2013 ha proclamato ,attuando lo spirito del 25 Aprile e della Costituzione, la giornata dei giudici di pace contro la mafia , la delinquenza organizzata e la corruzione.
Celebriamo l’Anniversario della Liberazione(25 Aprile),la Festa dei Lavoratori( 1 maggio),la Giornata contro la mafia e la criminalità (23 maggio).
Unità Democratica gdpo lancia un appello a tutti i magistrati di pace onorari perchè con profonda convinzione ,attuando ed applicando i principi fondamentali della Costituzione ,possano sempre più essere ed apparire esempio di correttezza e di onestà, oltre che di terzietà,di imparzialità , di indipendenza e di autonomia .(d.l.)

Via Foria, allarme bomba all’ufficio del Giudice di Pace di Napoli

23 aprile 2015

gdpnapoli
“Via Foria, allarme bomba all’ufficio del Giudice di Pace
Telefonata anonima allerta gli artificieri: “C’è un ordigno nell’ex caserma Garibaldi”. Dopo due ore di controlli, rientrato l’allarme.
Leggi il resto di questo articolo »

Sistema dell’accoglienza sotto inchiesta tra Firenze, Roma e Catania.

23 aprile 2015

caramineo2
” Dalla legge di Stabilità spuntano altri tre milioni per il Cara di Mineo.
Inchieste già aperte. Sviluppi clamorosi di cui si vocifera negli ambienti giudiziari, da Firenze a Roma passando per Catania e Agrigento. Fatti che, messi in fila, portano ad evidenti ipotesi di reato. Il sistema dell’accoglienza può assumere contorni criminogeni? Il dubbio comincia a togliere il sonno ai tanti, la maggior parte, che di certo sono in buona fede. Il punto è che in questo momento una delle poche fonti sicure di reddito è proprio quella che origina del meccanismo dell’assistenza agli immigrati. Un giro d’affari di circa 63 milioni al mese, volendo restare cauti.
Leggi il resto di questo articolo »

Giudice di Pace accoglie ricorso per stato di necessità relativo ad un salvataggio di un gatto

22 aprile 2015

gatto2
articolo del sito di all4animals.it

Giudice di Pace di Ostia : “si sta già provvedendo a individuare una pianta organica per il personale”

22 aprile 2015

ostiagdp

“Il consigliere comunale del Pd è intervenuto sulla situazione che riguarda la sede lidense e che nei giorni scorsi aveva sollevato perplessità soprattutto per le pratiche ferme
Leggi il resto di questo articolo »

Fugge dalla Questura per evitare l’espulsione ma inciampa e cade

22 aprile 2015

stranieri
“L’uomo, un cinese di 42 anni, è caduto a terra battendo la testa. Era inseguito dai poliziotti in servizio che lo hanno bloccato .
Era fuggito dai locali della Questura dove si stavano completando le procedure per la sua espulsione, ma mentre procedeva a piedi su corso Marrucino è inciampato ed è caduto, battendo la testa.
Leggi il resto di questo articolo »

Consiglio Superiore della Magistratura -VIII Commissione:audizione di Intesaperta (Unimo-UDGDPO)

22 aprile 2015

csm
Ieri l’VIII Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura ha ricevuto una delegazione di Intesaperta (Unimo-UDGDPO) per un’importante audizione .Era presente la VIII Commissione al completo nonchè la VicePresidente di Unimo Stefania Cacciola il Presidente di UDGDPO Diego Loveri e la Consigliera di Unimo Anna Puliafito.Seguirà un comunicato congiunto.

Divorzio breve è legge, ok definitivo dal Parlamento

22 aprile 2015

ivorziobreve
“Dopo oltre 40 anni l’Italia mette in atto una svolta sul divorzio. Dopo battaglie, ostracismi, rinvii, si accorciano i tempi per chi vorrà porre fine al proprio matrimonio. L’Italia, grazie al voto alla Camera nel quale si è registrato un forte consenso (398 sì, 28 no e 6 astenuti) ha il suo divorzio breve. Il che significa che non saranno più necessari 3 anni per dirsi addio, come previsto dalla riforma della legge Fortuna-Baslini, ma solo 6 mesi, se la separazione è consensuale, e al massimo un anno se si decide di ricorrere al giudice.
Leggi il resto di questo articolo »

Naufragio Rodi, affonda barcone con 200 migranti: “Finora recuperati tre corpi”

20 aprile 2015

sbarconelsiracusano
“L’imbarcazione si è arenata sugli scogli vicino al porto. Tra i morti anche un bambino. Portate finora in salvo 80 persone, ma “si temono molte vittime”. Tanti dei passeggeri di nazionalità siriana
Un altro naufragio al largo delle coste europee, dopo la tragedia avvenuta domenica 19 aprile nel Mediterraneo. Questa mattina, secondo quanto riferito dai media locali, un barcone con 200 migranti è affondato davanti alla costa orientale di Rodi, nell’arcipelago del Dodecaneso, in Grecia. “La barca – ha riferito la polizia – si è arenata sugli scogli vicino al porto. Ci sono tre morti, tra cui un bambino. Il numero dei sopravvissuti è di 80 persone, secondo un conteggio provvisorio”.

Leggi il resto di questo articolo »

Germania: rilanciare subito “Mare Nostrum”

19 aprile 2015

migrantimarenostrum_omigranti
” Berlino, 19 apr. – L’ultima strage di immigrati nel Canale di Sicilia ha convinto la Germania che l’operazione Ue Triton sia insufficiente a far fronte allo tsunami di migranti nel Mediterraneo. Per questo bisogna ” rilanciare il programma di salvataggio ‘Mare Nostrum’ (quello attuato dall’ottobre 2013 al novembre 2014 dall’Italia, ndr)”. Questa la posizione espressa dal commissario tedesco all’Immigrazione, la deputata di origine turca, Aydan Ozoguz, che ha riconosciuto come sia stata solo “un’illusione” pensare che la fine del programma “Mare Nostrum” potesse rappresentare un deterrente ai disperati che tentano la sorte in mare. Il governo tedesco ha chiesto un intervento Ue per “un’operazione internazionale contro i trafficanti di esseri umani”. Secondo il vice cancelliere Sigmar Gabriel e’ giunta l’ora che “tutte le polizie europee e le autorita’ di frontiera compiano ogni possibile sforzo per combattere le bande criminali che si approfittano della miseria umana” perche’ “non possiamo piu’ accettare che l’Europa, alle sue frontiere esterne, troppo spesso sia sinonimo di morte e non di umanita”.
Leggi il resto di questo articolo »

Affonda barcone: si temono 700 migranti morti .Sarebbe la più grande tragedia del Mediterraneo . Dramma a nord della Libia: 28 superstiti

19 aprile 2015

migranti88migranti99_n
Unità Democratica Giudici di Pace Onorari pubblica con dolore una notizia angosciante: troppi troppi morti ancora nel Mediterraneo.L’operazione “mare nostrum” deve tornare. Non è possibile assistere più a stragi annunciate.UDGDPO esprime cordoglio ed atterrimento nell’apprendere notizie sempre più terrificanti. L’Europa deve intervenire.L’operazione frontex va riconvertita in “mare nostrum”.
Pubblichiamo la dichiarazione di Khalid Chaouki, deputato PD
“L’ennesima strage a pochi giorni dall’aver istituito la giornata della memoria in ricordo del naufragio del 3 ottobre a Lampedusa.
È vergognoso continuare ad assistere alla cinica indifferenza dei Paesi dell’Unione Europea, che continuano a lasciare sola l’Italia nonostante i continui appelli e le proposte concrete formulate in piu’ sedi per prevenire i viaggi della morte e fermare questa strage continua.

Il Governo chieda un vertice straordinario da tenersi in Sicilia con tutti i leaders europei per una riunione operativa sulla prevenzione di questa mattanza continua”.
Cosi’ dichiara Khalid Chaouki, deputato PD e coordinatore Intergruppo parlamentare immigrazione.
Leggi il resto di questo articolo »

Trapani:dai barconi al Cie

18 aprile 2015

immigrazione.jpg.pagespeed.ic.9ap0LiQbr_
“586 profughi sono stati sbarcati l’altro ieri dalla nave della Marina Militare Comandante Foscari nel porto di Trapani. Tra loro, 79 donne e 58 bambini.
Lo scrive il sito Lettera 43.
I paesi di provenienza sono soprattutto Senegal, Gambia, Nigeria e Costa d’Avorio.
Gli stranieri sono stati soccorsi dalla Marina su tre diversi barconi. Per cento di loro è stato stabilito il trasferimento al Centro di Identificazione ed Espulsione di Trapani Milo.
Non è chiaro se saranno selezionati in base al paese di provenienza, in vista di una possibile espulsione, o se l’unico motivo della scelta è la saturazione di tutte le strutture d’accoglienza disponibili.

In questi giorni infatti sembra si siano esauriti i posti a disposizione delle autorità, ed è stato richiesto ai prefetti di trovarne di nuovi, scatenando le proteste di alcuni schieramenti tra cui la Lega Nord.
Scrive Lettera 43 che il Viminale non ha ancora stabilito la destinazione degli altri 400 profughi sbarcati.
Leggi il resto di questo articolo »

Via libera del Senato, il dl terrorismo è legge. Stretta su foreign fighters e siti internet Il Procuratore nazionale Antimafia assumerà il coordinamento delle inchieste

16 aprile 2015

senatoroma
” Il Procuratore nazionale Antimafia assumerà il coordinamento delle inchieste sul terrorismo. È questo uno dei punti cardine del decreto Antiterrorismo approvato oggi dal Senato che ha votato la fiducia posta dal Governo. Con questo voto il decreto è definitivamente convertito in legge. Tra le altre misure l’introduzione di pene detentive per i «foreign fighter» e per i «lupi solitari» che progettano attentati in Italia. Nonché contro chi fa propaganda sul web.

Leggi il resto di questo articolo »

Ricordi dei fatti di Genova della Diaz durante il G8

16 aprile 2015

Diazg8

Ricordo dei fatti della Diaz al G8 di Genova

DA ANGELO BERTANI UN AUGURIO E MOLTA GRATITUDINE A MONSIGNOR DANTE BERNINI

16 aprile 2015

dantebernini2

” Il prestigioso intellettuale e giornalista Angelo Bertani ha inviato alla segreteria organizzativa della “”Giornata per la Pace nell’anniversario della Pacem in Terris e nel centenario della prima guerra mondiale”, che si è svolta a Viterbo sabato 11 aprile, un messaggio di auguri e gratitudine per monsignor Dante Bernini, cui la Giornata era dedicata.
Leggi il resto di questo articolo »

Falsi incidenti a Grosseto, rinvio a giudizio per una 29enne di Siracusa

16 aprile 2015

falsiincidenti
“Associazione a delinquere per 22 indagati – corruzione, truffa, riuscita o tentata, passando per i falsi connessi con i presunti raggiri e finalizzati proprio alla commissione dei reati – uno dei quali la siracusana xxx di 29 anni.
L’operazione “Pandora” della polizia stradale di Grosseto arriverà in tribunale il 12 giugno. Per quella data è stata infatti fissata l’udienza preliminare di fronte al giudice che dovrà quindi decidere sul rinvio a giudizio per i 56 imputati del filone Studio Verde, quello che vedeva al centro l’agenzia infortunistica dove sarebbero stati indirizzati chi era coinvolto in un incidente stradale e dove venivano fatte ricostruzioni false proprio di questi incidenti. In questo filone sono indagati avvocati, medici, infermieri, un poliziotto, un carabiniere, due carrozzieri, un perito infortunistico e semplici cittadini sospettati di aver fatto carte false per incidenti in cui non sarebbero mai rimasti vittima o, addirittura, che non sarebbero mai avvenuti.lla truffa alle assicurazioni del periodo 2008-2010.
Leggi il resto di questo articolo »

Giudice di pace: Ministro Orlando firma DM per mantenere 285 uffici

16 aprile 2015

orlando8
“Il ministro della Giustizia Andrea Orlando ha firmato il decreto che dispone il mantenimento di 285 uffici del giudice di pace a seguito della recente riforma delle circoscrizioni giudiziarie. Sono state dunque accolte quasi integralmente le 297 istanze formulate dagli enti locali che si impegnano a mantenere a loro cura e spese gli uffici giudiziari di prossimità nei loro territori. “Si tratta di un’ulteriore razionalizzazione collegata all’attuazione della nuova geografia giudiziaria” ha sottolineato il guardasigilli.
Leggi il resto di questo articolo »

I Giuristi Democratici di Roma: comunicato stampa sui fatti di Genova

15 aprile 2015

G8: PG CASSAZIONE, A GENOVA VI FU GRAVE DEVASTAZIONE
Pubblichiamo il comunicato stampa dei Giuristi Democratici di Roma sui fatti di Genova e del G8 e del processo sulle violenze nella scuola Diaz

“COMUNICATO STAMPA DELL’ASSOCIAZIONE GIURISTI DEMOCRATICI DI ROMA
I Giuristi Democratici, già costituiti parte civile nei processi per le violenze della Diaz e di Bolzaneto, da tempo sostengono che i fatti di Genova sono stati un vero e proprio buco nero della nostra storia democratica e un tentativo di torsione autoritaria che non ha coinvolto solo le forze dell’ordine, ma anche il livello politico che all’epoca governava il Paese.
Leggi il resto di questo articolo »

Prorogato il termine di presentazione degli emendamenti al ddl 1738 dalla Commissione Giustizia del Senato

15 aprile 2015

senato5
E’ stato prorogato alle ore 18 del 4 maggio c.a. il termine di presentazione degli emendamenti al ddl 1738 da parte della 2° Commissione (Giustizia) del Senato della Repubblica.Ci auguriamo che non vi siano altri rinvii per il passaggio in aula della riforma della magistratura onoraria di pace.

ARRIVA L’ORDINE DI PROTEZIONE EUROPEO: UNA TUTELA PIÙ FORTE IN TUTTI GLI STATI DELL’UNIONE CONTRO LO STALKING E ALTRI REATI

13 aprile 2015

Stalking
“In attuazione della direttiva 2011/99/UE del Parlamento europeo e del Consiglio del 13 dicembre 2011, relativa al reciproco riconoscimento degli effetti di misure di protezione adottate dalle autorità giurisdizionali degli Stati membri, ed in attuazione, altresì, della legge 6 agosto 2013 numero 96, con la quale è stata conferita relativa delega al governo, è stato emanato il decreto legislativo 11 febbraio 2015 n. 9.
Leggi il resto di questo articolo »

Negli ultimi tre giorni sono stati soccorsi 5629 migranti diretti verso l’Italia nel Canale di Sicilia

13 aprile 2015

migranti12
Negli ultimi tre giorni dal 10 al 12 aprile sono stati soccorsi nel Canale di Sicilia 5629 migranti diretti verso l’Italia. Nella sola giornata di ieri il centro nazionale soccorso della guardia costiera ha coordinato gli interventi di assistenza 22 unità, gommoni e barconi fatiscenti. E oggi c’è stata una nuova tragedia:un barcone carico di immigrati si è rovesciato ad un’ottantina di miglia dalla Costa libica. La guardia costiera ha recuperato nove cadaveri, Mentre sono state tratte in salvo 144 persone. Leggi il resto di questo articolo »

Ecco Perchè Il Jazz È Simbolo Di Immigrazione, Contaminazione E Integrazione

13 aprile 2015

jazz

“New Orleans. Un miscuglio di culture, un intrecciarsi di caratteri esotici e lontani, un’accozzaglia di colori dissonanti. È in queste strade, dove le voci nere si mischiano allo sferragliare dei tram e alle melodie creole, che nasce il jazz. È figlio dell’immigrazione. Ed è un primo, eroico, spesso inconsapevole passo verso la fine della segregazione razziale.
Il jazz come contatto
Leggi il resto di questo articolo »

L’Ex coordinatore dei giudici di pace condannato a tre anni e dieci mesi senza processo. L’amarezza delle vittime

13 aprile 2015

avvocatinotifiche
“Varese – Il gip di Brescia ha detto sì all’accordo sul patteggiamento che nei giorni scorsi era stata raggiunto da quella Procura e dall’ex coordinatore dei giudici di pace di Varese . Risultato: a xxx è stata applicata una pena pari a tre anni e dieci mesi di carcere per i reati di violenza sessuale, abuso d’ufficio, falso ideologico e truffa ai danni dello Stato. Non ci sarà dunque alcun processo con dibattimento pubblico. L’ex giudice di pace non andrà in carcere e non subirà pene accessorie, come l’interdizione dai pubblici uffici.ù
Leggi il resto di questo articolo »

Spari in tribunale:”Metal detector per tutti”.

13 aprile 2015

tribunale
“La commissione sicurezza ora può decidere la svolta
Il giro di vite si avvicina. La sparatoria di giovedì mattina ha fatto scattare l’allarme rosso. E già dai prossimi giorni potrebbero cambiare le modalità d’ingresso al Palazzo di Giustizia per avvocati, magistrati e personale amministrativo, cioè coloro che oggi continuano ad accedervi esibendo un semplice tesserino di riconoscimento.
Sparatoria in tribunale a Milano: Giardiello dieci giorni al computer per studiare i dettagli
Il giro di vite si avvicina. La sparatoria di giovedì mattina ha fatto scattare l’allarme rosso.
Leggi il resto di questo articolo »

L’episodio di Milano e la Condanna della Corte Europea dei diritti umani

12 aprile 2015

tribunalemilanoDiazg8
Ci siamo chiesti come poter contribuire al dibattito su due fatti entrambi risalenti a crimini di efferata delinquenza e proponiamo una lettura degli stessi molto personale che non vuole coinvolgere in alcun modo gli iscritti e simpatizzanti ad Unità Democratica Giudici di Pace Onorari o gli iscritti alla mailing list di Intesaperta per la quale stiamo organizzando una prossima Assemblea Generale a Roma e che pubblicizzeremo quanto prima. (d.l.)

L’ episodio di Milano

IMMIGRAZIONE: DUE SBARCHI IN PUGLIA. MILLE MIGRANTI SOCCORSI NEL CANALE DI SICILIA

11 aprile 2015

sbarchi2
” Nelle acque del Salento è stato intercettato un barcone con 37 immigrati mediorientali. Altri 36 migranti somali, invece, sono stati bloccati subito dopo lo sbarco. Ieri quasi mille i profughi sono stati tratti in salvo dalla Guardia Costiera e dalla Marina Militare, in tre differenti operazioni di soccorso nel canale di Sicilia. A bordo anche un morto .
Leggi il resto di questo articolo »

SENTENZA DIAZ Md: “Condanna infamante No alibi per reato di tortura

8 aprile 2015

scuola Diaz 2
Pubblichiamo il comunicato ,che condividiamo, del Comitato Esecutivo di Magistratura Democratica sulla vicenda Diaz di Genova.

“Ieri è stata pubblicata la sentenza con cui la Corte Europea dei diritti dell’uomo condanna l’Italia per le violenze della Polizia nella scuola Diaz di Genova a margine del “G8” del 2001. E’ una condanna particolarmente infamante, perché motivata dalla violazione dell’art. 3 della Convenzione europea dei diritti umani, che vieta la tortura. E’, soprattutto, una condanna che il nostro Paese avrebbe forse potuto evitare, se solo si fosse dotato per tempo di una normativa adeguata contro la tortura, come le imponeva la Convenzione ONU ratificata sin dal 1988.
Leggi il resto di questo articolo »

Article 3 La Cour souligne que, d’après la Cour de cassation, les violences de l’école Diaz-Pertini ont été perpétrées dans « un but punitif, un but de représailles, visant à provoquer l’humiliation et la souffrance physique et morale des victimes » et qu’elles peuvent être qualifiées de « torture » au 3 sens de l’article 1 de la Convention contre la torture et autres peines ou traitements cruels, inhumains ou dégradants.

8 aprile 2015

scuola Diazfatti di genovascuola Diaz3
Nel pubblicare la sentenza della Corte Europea dei diritti dell’uomo sulla terribile vicenda della Scuola Diaz di Genova ,in occasione del G8 del luglio 2001, non possiamo non ricordare che Unità Democratica giudici di pace onorari ha da anni chiesto che il Parlamento approvasse una legge sulla tortura, il cui iter alla Commissione Giustizia del Senato non si concluse prima dello scioglimento delle Camere nella precedente Legislatura.Ribadiamo che non solo in occasione del G8 ma anche nel corso degli anni successivi si doveva indagare su ciò che accadeva nei Centri di Identificazione ed Espulsione ,dove non sappiamo se avevano continuato o meno a prestare servizio gli stessi appartenenti ai corpi di polizia ,presenti a Genova durante i fatti condannati oggi dalla Corte dei diritti dell’uomo di Strasburgo.
Arret Cestaro c. Italie legislation penale italienne inadequate et depourvue deffets dissuasifs
AFFAIRE CESTARO c. ITALIE

Giustizia: stranieri il 21% dei carcerati, ma ergastolani e omicidi sono quasi tutti italiani

7 aprile 2015

ingressostranieri
“È tanto il clamore sui 170mila stranieri arrivati nel 2014 tramite gli sbarchi in Sicilia, un numero molto maggiore di quelli degli anni precedenti, la principale preoccupazione è sempre stata quella legata alla criminalità che gli stranieri porterebbero.
Leggi il resto di questo articolo »

In Croazia “Il giudice: misurate i decibel del cane”

6 aprile 2015

cane
“La perizia su Medo che abbaia al centro della lite giudiziaria
Il giudice aveva già disposto per Medo gli “arresti domiciliari notturni”, poiché il suo abbaiare nel giardino di casa infastidiva i vicini. Ma ora ha stabilito che si proceda alla misurazione dei decibel dei latrati, accogliendo così almeno in parte il ricorso del padrone di Medo, dell’enclave ortodossa di Peroj, un paesino affacciato sul Canale di Fasana in cui vive il protagonista della vicenda.
Leggi il resto di questo articolo »

Morto a Roma Giovanni Berlinguer : medico e deputato, fratello di Enrico

6 aprile 2015

giovanni berlinguer
Unità Democratica Giudici di Pace Onorari esprime il proprio cordoglio per la fine di una figura storica della nostra repubblica democratica che ha contribuito a costruire con la sua opera politica , scientifica ed appassionata.

“Aveva novant’anni, era stato parlamentare con il Pci. Poi era passato a sinistra democratica. Fino al 2009 era stato europarlamentare
È morto a Roma, nella notte fra domenica 5 e lunedì 6 aprile, Giovanni Berlinguer. La camera ardente allestita in Campidoglio è stata aperta lunedì alle 18. Resterà aperta fino alle 20 e martedì dalle 8 fino alle 20. Il feretro è stato accolto dal sindaco di Roma Ignazio Marino e dall’ex sindaco Walter Veltroni, oltre che dai famigliari e amici. Nel portare cordoglio ai famigliari, il presidente del Senato, Pietro Grasso ha dichiarato: «Giovanni Berlinguer ha portato in politica e nelle aule parlamentari il rigore etico dell’uomo di scienza».
Leggi il resto di questo articolo »

Senato: La Commissione Giustizia esamina i ddl sulla riforma della magistratura onoraria

6 aprile 2015

Decreto-milleproroghe-commissione-bilancio-senato
Dal sito del Senato:i lavori della 2° commissione Giustizia del 31 marzo u.s.
ordine del giorno della seduta dell’8 aprile p.v.
Il testo del ddl 1798 iniziativa sen.Ricchiuti