Migranti: sono 148 i corpi recuperati dopo il naufragio davanti all’Egitto

23 settembre 2016

naufragio12
“A bordo dell’imbarcazione affondata mercoledì c’erano più di 400 persone: 165 quelle tratte in salvo finora. Secondo i soccorritori, il bilancio delle vittime salirà ancora

Sono 148 i corpi recuperati in mare dopo il naufragio di mercoledì avvenuto davanti alle coste egiziane. Lo rendono noto funzionari egiziani. A bordo dell’imbarcazione si calcola che ci fossero almeno 400 migranti. Centosessantanove finora le persone tratte in salvo.
Incerto il numero dei migranti che si trovava a bordo.
Leggi il resto di questo articolo »

Sbarchi in Sicilia: nelle ultime 36 ore 4.000 migranti

23 settembre 2016

migranticanalesicilia
” A Porto Empedocle sono sbarcati 365 migranti tratti in salvo nel Canale di Sicilia dai pattugliatori della Guardia costiera. “Lo Stato è distratto – ha commentato il sindaco di Porto Empedocle – mancano i presidi minimali per l’emergenza immigrati”. Nelle ultime 36 ore sono più di 4000 gli immigrati soccorsi nel Canale di Sicilia provenienti da paesi dell’Africa sub sahariana, da Libia e Siria. Altri gruppi sono sbarcati ad Augusta. Alle operazioni hanno preso parte Guardia costiera, Guardia di Finanza e navi mercantili.”(fonte:rainews.it)
video rai sugli sbarchi nelle ultime 36 ore dei migranti

Primo Presidente della Cassazione : invita a motivare sinteticamente le sentenze civili

23 settembre 2016

canzio
Con una nota del Primo Presidente della Corte di Cassazione. che pubblichiamo nel sottostante link, si invita i giudici della Cassazione e ,quindi, tutti gli altri giudici a motivare sinteticamente le sentenze civili ,anche allo scopo di eliminare il forte arretrato,sanzionato dalle sentenze delle corti europee,nell’ambito dell’avvio della fase sperimentale della tecnica redazionale mediante moduli informatici.Crediamo che abbia fatto benissimo il primo presidente della Cassazione ad emanare tale nota-invito che richiama alla ” chiarezza ed essenzialità nelle sentenze, alla stretta funzionalità dell’iter argomentativo alla decisione ,all’assenza di motivazioni subordinate e di ogni altra enunciazione che vada oltre ciò che è indispensabile alla decisione stessa”, ed anche “all’esposizione dei fatti di causa concisa e funzionale a rendere comprensibili le ragioni della decisione ,che potrà essere anche assente quando i fatti di causa emergono dalle ragioni della decisione, ed all’esposizione dei motivi di ricorso che deve essere omessa quando la censura possa risultare dalla risposta della Corte”…
cassazione230916

Ministero della Giustizia:sulla natura di “lavoro di fatto subordinato” formale risposta alle diffide dei giudici onorari di pace

23 settembre 2016

cropped-Udgdp-e1456705844689.jpg
Il Direttore Generale del Dipartimento dell’organizzazione Giudiziaria ,del Personale e dei Servizi del Ministero della Giustizia ha inviato una nota ai Presidenti ed ai Procuratori Generali delle Corti di Appello di tutta Italia avente ad oggetto” gli atti di diffida e messa in mora presentati da magistrati onorari volti ad ottenere la stabilizzazione del rapporto di lavoro”. Interessante è l’interpretazione data dal Ministero,che alleghiamo in link, perchè ,analiticamente ,riassume con una cronistoria della legislazione ordinaria e costituzionale la figura del magistrato onorario, che è ben distinta da quello togato. Non entriamo nel merito delle considerazioni fatte dall’autorevole appartenente alla burocrazia ministeriale ,per non far trasparire una benchè minima polemica sindacale e ci riserviamo di approfondire il tutto d’accordo con il nostro ufficio legale. Possiamo, per ora, affermare che il nostro intuito pluriennale nel voler chiedere al legislatore una riforma fondata su pochi capisaldi è stato confermato da tale nota ministeriale ,che tocca non solo la storia della magistratura onoraria, ma anche la cronaca in itinere relativa alla legge delega n.57/16 ed agli emanandi e relativi decreti delegati di prossima emanazione.,I nostri capisaldi erano e sono : continuità degli incarichi quadriennali fino a 75 anni,abolizione totale del cottimo e trattamento economico fisso, trattamento previdenziale non solo a carico dei magistrati onorari ma anche a carico del ministero della giustizia, coordinamento dei presidenti dei tribunali,incompatibilità assoluta su tutto il territorio nazionale con la professione forense,elevazione delle competenze civili e penali per valore e per materia per i giudici onorari di pace,indipendenza ed autonomia della magistratura onoraria anche in relazione alle competenze relative all’immigrazione (convalide dei trattenimenti nei CIE,ricorsi avverso le espulsioni amministrative,ecc.),indizione immediata dei concorsi seri e selettivi con periodi lunghi di tirocinio per tutta la magistratura onoraria,aggiornamento costante ed obbligatorio di tutti i magistrati onorari anche nell’ambito dei corsi gestiti dalla scuola superiore della magistratura. Crediamo che la recente riforma ,invece, non abbia risposto integralmente alle nostre istanze e per questo le riproponiamo sindacalmente, augurandoci che una vera unità sindacale,recentemente ripresa con le associazioni dei giudici di pace, possa indurre il legislatore a modificare la riforma rispondendo normativamente a ciò che la burocrazia ministeriale riduttivamente intende continuare a considerare in relazione,cioè, al rapporto di lavoro “subordinato o non” dei magistrati onorari. (Diego Loveri)
ministero-giustizia090916

Google: attenzione a non inserire nei motori di ricerca le parole: “concorso giudici o magistrati onorari”

21 settembre 2016

google
Dobbiamo segnalare,purtroppo, che in rete nei siti di ricerca come “google” ed altri , da diverso tempo, stanno comparendo automaticamente link che rinviano a siti strani ed incompatibili o non pertinenti con i termini “concorsi magistrati onorari o giudici di pace”. Si consiglia di non accedervi per non avere brutte ed imbarazzanti sorprese…

Condanne penali del Giudice di pace,riabilitazione e fedina penale

19 settembre 2016

giudicedipace
Pubblichiamo un interessante articolo sulla possibilità di riabilitazione in caso di condanne penali dei giudici di pace in Italia e la relativa menzione nel certificato penale..

“Come si può ripulire la fedina penale?
Una fedina penale macchiata da reato può essere ripulita con la riabilitazione a certe condizioni ed entro certi limiti

Il certificato penale o fedina penale, così come viene definita nel linguaggio comune, raccoglie le informazioni su tutte le condanne penali passate in giudicato di ogni singolo cittadino. L’espressione di condanna “passata in giudicato” o condanna “definitiva” significa che una sentenza o un decreto penale di condanna non sia più impugnabile. I procedimenti penali in corso non vengono annotati nella fedina penale.
Leggi il resto di questo articolo »

Crisi: Cgil, crolla fiducia famiglie

18 settembre 2016

consumatori
” Le famiglie che prevedono un miglioramento della situazione economica dell’Italia nei prossimi 12 mesi scendono di 20 punti percentuali rispetto a gennaio e passano dal 46% al 26%. Salgono, invece, quante temono un peggioramento: 33% ad agosto rispetto al 21% di gennaio. Per la prima volta, negli ultimi 12 mesi, i pessimisti superano gli ottimisti. E’ quanto emerge dall’ultima ricerca “Percezione economica delle famiglie e delle imprese” realizzata dalla Fondazione Di Vittorio della Cgil e dall’Istituto Tecnè, su dati aggiornati a fine agosto.
Leggi il resto di questo articolo »

Morto Carlo Azeglio Ciampi: ricordiamo un presidente emerito della Repubblica garante della Costituzione

18 settembre 2016

ciampi2

“Il presidente emerito della Repubblica si è spento a 95 anni. Livornese e governatore di Bankitalia negli anni Ottanta, venne scelto dai partiti fuori dal Parlamento per l’incarico al Quirinale. Prima del 1999, fu presidente del Consiglio tra le macerie di Tangentopoli. Guidò il nostro ingresso nella moneta unica europea
E’ morto in una clinica di Roma Carlo Azeglio Ciampi. Il presidente emerito della Repubblica aveva 95 anni. Recentemente era stato sottoposto a un intervento chirurgico
“L’ESSERE chiamato a rappresentare l’Italia, a essere garante della sua Costituzione, l’ho vissuto non solo come un altissimo mandato, ma soprattutto come un dovere, una missione. Per questo ho voluto abitare, con mia moglie, sin dal primo giorno, nel Quirinale: da sette anni è la mia casa, la casa del presidente della Repubblica, la casa degli italiani”. Era il 31 dicembre 2005. Dagli schermi tv, Carlo Azeglio Ciampi parlava così agli italiani nel tradizionale messaggio di fine anno: l’ultimo del suo settennato ai vertici dello Stato, iniziato con il giuramento davanti alle Camere il 18 maggio del 1999. Come Enrico De Nicola, primo inquilino al Colle, Ciampi viene scelto – dai partiti – fuori dal Parlamento.Addio a Carlo Azeglio Ciampi, 18 maggio 1999: quando diventò presidente

Leggi il resto di questo articolo »

Migranti:”E’ la crisi umanitaria più grave dopo la seconda guerra mondiale”. E’ la denuncia del Papa,

18 settembre 2016

libia-profughi
“Farsi carico dei profughi, anche se i conflitti paiono irrisolvibili”
“E’ la crisi umanitaria più grave dopo la seconda guerra mondiale”. E’ la denuncia del Papa, a proposito dei 65 milioni di profughi nel mondo oggi, fatta ricevendo gli ex alunni dei gesuiti, dopo un loro convegno su “migrazione globale e crisi dei rifugiati”. Anche se conflitti come quelli in Siria o in Sud-Sudan, ha detto, “sembrano irrisolvibili”, bisogna farsi carico della “tragedia umana dei rifugiati”.
Leggi il resto di questo articolo »

PIGNATARO MAGGIORE. Giudice di Pace in città

18 settembre 2016

Il massiccio del Matese dall'alto della Valle Alifana. aerea

Il massiccio del Matese dall’alto della Valle Alifana. aerea


Il consigliere P.M.: “Evidentemente per qualcuno la Giustizia è un servizio inutile”.
”Dire che il Comune in questo modo risparmierà 90.000,00 €uro è pura fesseria – per il capogruppo di opposizione – e comunque è un alibi che non regge”.

Il capogruppo consiliare di opposizione interviene in merito alla chiusura dell’Ufficio del Giudice di Pace a Pignataro Maggiore: “Come avvocato prima che come consigliere comunale esprimo il rammarico per la chiusura dell’Ufficio del Giudice di Pace di Pignataro Maggiore.

Leggi il resto di questo articolo »

IL CONSIGLIO DI STATO HA SOSPESO LA DECISIONE DEL TAR: IL GIUDICE DI PACE A PISCIOTTA NON CHIUDERÀ PER IL MOMENTO.

18 settembre 2016

gdp
” Il giudice di pace, almeno per ora, resta a Pisciotta. Il Consiglio di Stato ha ribaltato la sentenza del Tar Campania che invece aveva confermato la soppressione del servizio.
L’altro ieri i giudici amministrativi hanno concesso la sospensiva sul provvedimento di primo grado che aveva respinto il ricorso del comune contro la chiusura della sede. Il Ministero della Giustizia aveva deciso di trasferire tutte le attività del giudice di pace pisciottano a Vallo della Lucania. Ciò in ragione delle disfunzioni segnalate a partire dal 2014 dai Presidenti del Tribunale vallese. In particolare era stata evidenziata la difficoltà a svolgere il servizio in maniera regolare soprattutto per questioni di personale. Leggi il resto di questo articolo »

“Un’arma segreta”: un articolo di Domenico Gallo

17 settembre 2016

domenico-gallo

Pubblichiamo un articolo,anche se del mese scorso, a firma di Domenico Gallo,magistrato di Cassazione ,al fine di iniziare un dibattito sulle ragioni del “no” e del “si” per il prossimo referendum costituzionale.Ricordiamo che ,già nei mesi scorsi, Unita Democratica Giudici di Pace Onorari si è espressa a favore del “no”,come risulta nel nostro sito…

“Durante la seconda guerra mondiale, quando le sorti del conflitto volgevano al peggio per le potenze dell’Asse, si era diffusa l’illusione che la Germania stesse mettendo a punto delle armi segrete che avrebbero rovesciato l’esito della guerra. Il mito dell’arma segreta è duro a morire e qualche volta ricorre anche, sotto forma di metafora, quando il confronto politico si fa più accanito.
Leggi il resto di questo articolo »

Questione Giustizia: In ricordo di Ermanno Rea

17 settembre 2016

ermannorea_large
Pubblichiamo un articolo della rivista Questione Giustizia per ricordare anche noi Ermanno Rea personalità della cultura non solo napoletana scomparso recentemente e perchè condividiamo il ricordo di un uomo eccezionale nel mondo intellettuale di un’Italia del novecento non provinciale e fuori dai luoghi comuni…(diego loveri)

“Magistratura e società / cinema e letteratura
In ricordo di Ermanno Rea
di Alfredo Guardiano
Consigliere della Corte di cassazione
“L’idea che sia impensabile un comunismo allegro, umano, garbato, perfino ‘leggero’, fa il paio con l’idea che non possa esistere in natura il napoletano silenzioso, ordinato, malinconico, legalitario fino all’ossessione. Il fatto è che certi luoghi comuni sicuramente facilitano la vita, però non la spiegano”
Leggi il resto di questo articolo »

Consiglio di Stato : “sussistono dubbi sulla natura provvedimentale del provvedimento impugnato” in relazione ai magistrati onorari 68enni appellanti

14 settembre 2016

consigliodistato
Pubblichiamo la recente decisione del Consiglio di Stato su uno dei ricorsi in appello dei magistrati onorari 68 enni avverso la decisione del Tar Lazio sull’istanza di sospensiva della loro decadenza dal servizio per raggiunti limiti di età…riservandoci di commentarla dopo averne letto le motivazioni…

Pubblicato il 09/09/2016
N. XXX/2016 REG.PROV.CAU.
N. XXX/2016 REG.RIC.

REPUBBLICA ITALIANA
Il Consiglio di Stato
in sede giurisdizionale (Sezione Quinta)
ha pronunciato la presente
ORDINANZA
sul ricorso numero di registro generale XXX del 2016, proposto da:
Leggi il resto di questo articolo »

CONSIGLIO NAZIONALE E COMITATO ESECUTIVO UDGDPO CONVOCAZIONE PER IL 13 SETTEMBRE P.V.

9 settembre 2016

cropped-Udgdp-e1456705844689.jpg
Udgdpo
UNITA’ DEMOCRATICA GIUDICI DI PACE ONORARI

Sono convocati Consiglio Nazionale e Comitato Esecutivo di UDGDPO
PER IL GIORNO 13 SETTEMBRE p.v. In Roma Via Teulada 28 II piano V SEZ.NE alle ORE 13,30
CON IL SEGUENTE ORDINE DEL GIORNO:
1) Trattativa e tavolo tecnico con Ministro Orlando e sottosegretari :situazione nazionale ,strategia sindacale, iniziative unitarie;
2) Analisi esiti votazioni Consigli Giudiziari ed attuazione della legge n.57/16 e del primo decreto legislativo attuativo;
3) Varie ed eventuali.
Sono invitati a partecipare iscritti e simpatizzanti di UDGDPO

Roma 8 SETTEMBRE 2016 IL PRESIDENTE (D.LOVERI)

Calais, muro anti-migranti entro il 2016: il flusso dei clandestini

9 settembre 2016

flussi-migratori
“I commercianti e gli agricoltori di Calais chiudono le strade per protesta contro il campo profughi chiamato la Giungla, Londra invece annuncia che entro l’anno costruirà un muro anti-migranti. Ma qual è il flusso migratorio dei clandestini in Europa? I migranti arrivano dal nord Africa e dal medio oriente passando per l’Italia, la Spagna e l’est Europa. La Francia d’altronde è il paese Ue che ha limitato Schengen, come anche Germania, Austria, Norvegia e Svezia. La Gran Bretagna invece è fuori da Schengen e si dichiara pronta a realizzare il muro, anche se c’è chi non è d’accordo ritenendolo uno spreco di soldi pubblici.
Leggi il resto di questo articolo »

Varese: mancano magistrati e cancellieri, Tribunale a ranghi ridotti

7 settembre 2016

varese
Nell’evidenziare quanto danno ha prodotto l’anticipata decadenza dei giudici di pace 68enni pubblichiamo un articolo relativo alla drammatica situazione di uno dei tanti uffici dei giudici di pace italiani come quello di Varese dove l’emergenza indotta dalla riforma della magistratura onoraria ha causato una situazione insostenibile…e senza soluzione immediata….

“Le carenze di organico arrivano fino all’80% nel settore dei giudici di pace e al 30% per il personale amministrativo. Il presidente: “Situazione difficile”
Tribunale a ranghi ridotti, con carenze di organico che arrivano fino all’80% dei giudici di pace e al 30% per quanto riguarda il personale amministrativo indispensabile per mandare avanti la macchina della giustizia. Una situazione di emergenza che a Varese va avanti da tempo e, all’orizzonte, non si vedono margini di miglioramento.
Leggi il resto di questo articolo »

Corte Costituzionale : pronuncia n.201/2016 sulla messa alla prova e il decreto penale di condanna

7 settembre 2016

cortecostituzionale
Sentenza Corte Costituzionale n.201/16

I magistrati onorari non sono equiparati a quelli ordinari in tema di armi e quindi non possono circolare armati: SENTENZA della Cassazione

7 settembre 2016

Cassazione
Fu arrestato un magistrato onorario perchè circolava con una pistola Beretta. Il Gip non convalidò l’arresto, il Procuratore impugnò e la Cassazione ha annullato senza rinvio.

I magistrati onorari non sono equiparati a quelli ordinari in tema di armi e quindi non possono circolare armati.
SENTENZA
sul ricorso proposto da:PROCURATORE DELLA REPUBBLICA PRESSO IL TRIBUNALE DI NAPOLI nei confronti di S.S. avverso l’ordinanza n. 11863/2014 GIP TRIBUNALE di NAPOLI, del 08/05/2014
Leggi il resto di questo articolo »

DECRETO-LEGGE 31 agosto 2016, n. 168 Misure urgenti per la definizione del contenzioso presso la Corte di cassazione (GU n.203 del 31-8-2016)

7 settembre 2016

LEGGE
DECRETO-LEGGE 31 agosto 2016, n. 168
Misure urgenti per la definizione del contenzioso presso la Corte di
cassazione, per l’efficienza degli uffici giudiziari, nonche’ per la
giustizia amministrativa.
(GU n.203 del 31-8-2016)
Vigente al: 31-8-2016
Capo I

Misure urgenti per la definizione del contenzioso presso la corte di
cassazione e per l’efficienza degli uffici giudiziari
Leggi il resto di questo articolo »

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea comunica che in tema di assunzioni l’età non può essere discriminante.

6 settembre 2016

cortegiustiziaeuropea3
Pubblichiamo interpretazioni della Corte di Giustizia Europea con recenti sentenze in relazione alle discriminazioni che violano la normativa europea, come accaduto,analogicamente, per l’applicazione ex post di un limite di età dei magistrati onorari di pace e ,perchè no, degli stessi magistrati togati, sia in relazione alle nuove nomine che alle decadenze sopravvenute al compimento di un’età inferiore a quella normativamente istituita e che poteva essere variata soltanto per coloro che fossero stati nominati successivamente all’entrata in vigore della nuova legge …

“Nelle assunzioni l’età non può essere discriminante.
La Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha stabilito, con sentenza del 28 luglio 2016, che l’assunzione non può essere subordinata all’età del candidato se quest’ultimo davvero desidera trovare un’occupazione. Ecco allora cosa prevedono le direttive europee e come si è arrivati a tale sentenza.

Leggi il resto di questo articolo »

Palermo: crolla balcone del palazzo sede del giudice di pace

5 settembre 2016

crollo balcone(foto:repubblica.it)
Pubblichiamo una notizia illuminante sulla situazione degli uffici dei giudici di pace che, attualmente, oltre ad essere carenti in tutta Italia di giudici ,a causa delle decadenze di centinaia di essi per i limiti di età ridotti a 68 dai 75 iniziali, vede anche ,in alcuni casi, il crollo di parte delle stesse strutture edilizie che ne ospitano le sedi…

“Paura in via Cavour, crolla balcone del palazzo sede del giudice di pace
Si tratta dello stabile di fronte alla Banca d’Italia. Sono intervenute tre squadre dei vigili del fuoco, la polizia e la polizia municipale.
Paura ieri sera in via Cavour per il crollo di un balcone del palazzo dove hanno sede gli uffici del Giudice di pace. Si tratta dello stabile di fronte alla Banca d’Italia. Improvvisamente, intorno alle 21, sul marciapiedi sono precipitate parti della struttura e calcinacci dal secondo piano. Il cedimento non ha provocato feriti, nonostante la strada fosse molto trafficata soprattutto da giovani diretti nei locali dell’Olivella.
Leggi il resto di questo articolo »

Migranti: sono oltre seimila i profughi ospitati in Sardegna

2 settembre 2016

migrantitbc

“Sono oltre seimila i migranti attualmente ospitati in strutture di accoglienza in Sardegna. Al 31 luglio scorso, infatti, secondo i dati forniti nel corso del Tavolo di coordinamento regionale sui flussi migratori, in accoglienza erano 4.259. A questo numero bisogna aggiungere i circa 300 algerini sbarcati direttamente nelle scorse settimane nelle coste del sud Sardegna, i 617 arrivati mercoledì a bordo della nave militare irlandese James Joyce e i 931 sbarcati oggi dalla Dattilo.
Leggi il resto di questo articolo »

Ordinanza Tar Lazio del 30/8/16 sul ricorso dei 68enni magistrati onorari : “appare” e “sembra”…

2 settembre 2016

sembra
“A volte nulla è come sembra” “Per me, io sono colei che mi si crede”. Così è (se vi pare), diceva Pirandello.

 Nel pubblicare il testo dell’ordinanza del Tar Lazio I Sezione, sulla richiesta di sospensiva dei magistrati onorari di pace 68enni, che ha rigettato l’ istanza, esprimiamo viva meraviglia di come sia stato formato il convincimento dei giudici del Tar sulla base di termini usati quali quello di “appare” e “sembra”, nel valutare la “sufficienza” del fumus boni iuris, mentre sul periculum in mora: nessuna motivazione ;ma ,di contro, crediamo che il Consiglio di Stato potrà riesaminare il tutto con una nuova e documentata riflessione ,come previsto dall’attuale Costituzione…Ai colleghi ricorrenti e non ,pertanto,non possiamo che chiedere di attendere ancora l’esito dell’appello al Consiglio di Stato…  Anche se il commento sindacale da parte delle altre associazioni non abbiamo remore nell’affermare che non c’è proprio stato… ancora.Speriamo che non siamo rimasti solo noi ed i sindacati”gialli” …       

REPUBBLICA ITALIANA
Leggi il resto di questo articolo »

Tar Lazio :camera di consiglio del 30 agosto c.a. negativa sulla sospensiva dei provvedimenti di decadenza dei giudici di pace 68enni

31 agosto 2016

targaufficiogdp
Il Tar Lazio ,I sezione, nella camera di consiglio del 30 agosto c.a. sulla sospensiva dei provvedimenti di decadenza dei giudici di pace 68enni ha ascoltato a lungo i difensori delle parti (avv.Meo per i ricorrenti) e dell’Avvocatura dello Stato e si è riservata di decidere.L’esito è stato appena pubblicato con i rituali canali telematici in senso negativo, risultando rigettata l’istanza proprio in base alla giurisprudenza del Tar Lazio sull’argomento.Ora rimane l’appello al Consiglio di Stato…

Giudici di Pace: incarichi ai ctu ,procedimento disciplinare ,recente sentenza del Tar Lazio

31 agosto 2016

tar lazio
Pubblichiamo una recentissima sentenza del Tar Lazio in tema di conferme quadriennali e di procedimenti disciplinari dei giudici onorari di pace e torniamo ad evidenziare quanto con maggiore frequenza la giurisprudenza amministrativa abbia dovuto riguardare le norme relative alle conferme dei giudici onorari e ricordiamo che sono in corso le verifiche di oltre cinquemila giudici onorari di pace e vice procuratori onorari che hanno chiesto la riconferma quadriennale.In neretto abbiamo evidenziato le differenze che il Tar Lazio fa tra procedimenti disciplinari relativi ai magistrati togati che,legislativamente, secondo il Tar avrebbero carattere “giurisdizionale” e quelli relativi ai magistrati onorari che invece avrebbero,sempre secondo il Tar, soltanto carattere “amministrativo” evidenziando,a parere nostro, una palese incostituzionalità .
Leggi il resto di questo articolo »

TAR Lazio : recente sentenza sulla mancata conferma del Csm per incompatibilità dei giudici di pace

31 agosto 2016

tarlazio
Pubblichiamo una recente sentenza del Tar Lazio su un caso di incompatibilità di un giudice di pace che aveva ricevuto la mancata conferma quadriennale da parte del Consiglio Superiore della Magistratura .Utile è l’analisi fatta dai giudici del Tar anche per le prossime conferme dei giudici onorari di pace e vice procuratori onorari che in gran parte esercitano anche la professione forense con il consenso legislativo attuale e del Ministero della Giustizia…
Leggi il resto di questo articolo »

A Genova dall’1 al 5 settembre p.v.:Festa dell’Unità dedicata alla Giustizia

27 agosto 2016

Sandro Favi PD
Unità Democratica giudici di Pace Onorari, rappresentata dal presidente Loveri, parteciperà A Genova il 3 settembre p.v.alla Festa dell’Unità nell’ambito delle giornate dedicate alla Giustizia come da programma che pubblichiamo qui in basso.Partecipano: il Ministro Andrea Orlando, deputati e senatori PD, avvocati,
associazioni della magistratura e dell’avvocatura.
FESTA UNITA’ GIUSTIZIA GENOVA 2016

Terremoto : solidarietà e compartecipazione al dolore dei familiari delle vittime

27 agosto 2016

terremoto (foto Ansa)

Di fronte a tale tragedia non vi sono parole per esprimere la commozione con la quale noi di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari assistiamo al quotidiano aumento del numero delle vittime ed alla catastrofe del terremoto in Amatrice ed in tutte le altre località vicine.Vogliamo esprimere la nostra massima solidarietà e vicinanza a tutti coloro che hanno perso tutto, casa,familiari,beni ma che devono continuare a ricevere tutti i soccorsi necessari per una pronta ricostruzione.
PRESIDENZA UDGDPO

Cosa prevede la proposta di riforma del diritto d’asilo in Italia

24 agosto 2016

richiestedi asilo
Pubblichiamo un interessante articolo sulla proposta di riforma del diritto d’asilo in Italia proposta dal governo.

“Il ministro della giustizia Andrea Orlando, durante un’audizione davanti al comitato parlamentare di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen, il 21 giugno, ha anticipato una proposta del governo per riformare la legge sul diritto d’asilo in Italia. Si tratta di un disegno di legge delega, attualmente al vaglio del dipartimento per gli affari giuridici e amministrativi (Dagl) della presidenza del consiglio. Il cuore della riforma è l’annullamento del grado d’appello per chi ha ricevuto un diniego dell’asilo in primo grado.
Come funziona adesso il diritto d’asilo in Italia
Leggi il resto di questo articolo »