Concorso Dirigenti scolastici ed Organici dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari


Si sono svolte le prove di preselezione del nuovo concorso per dirigenti scolastici italiani e ,mentre un quaranta per cento non è andato a sostenere le prove ,addirittura un terzo dei partecipanti effettivi ha superato le prove.Gli organici dei dirigenti scolastici italiani come numero totale sono all’incirca quelli dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari italiani. Qualcuno molto in alto in servizio nel Ministero della Giustizia aveva già proposto un corso concorso per i magistrati onorari in servizio.Potrebbe essere ora una delle soluzioni ai problemi del precariato già esaminate anche nel precedente governo…???
Organicidirigentiscolastici
MINISTERO DELLA GIUSTIZIA
DECRETO 22 febbraio 2018

Determinazione della dotazione organica dei giudici onorari di pace e
dei vice procuratori onorari. (18A01892)

(GU n.65 del 19-3-2018)

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA

di concerto con

IL MINISTRO DELL’ECONOMIA
E DELLE FINANZE

Visto il regio decreto 30 gennaio 1941, n. 12, concernente
«Ordinamento giudiziario»;
Vista la legge 21 novembre 1991, n. 374, concernente «Istituzione
del giudice di pace»;
Visto il decreto legislativo 19 febbraio 1998, n. 51, recante
«Norme in materia di istituzione del giudice unico di primo grado»;
Visto il decreto legislativo 7 settembre 2012, n. 156, concernente
«Revisione delle circoscrizioni giudiziarie – uffici dei giudici di
pace, a norma dell’art. 1, comma 2 della legge 14 settembre 2011, n.
148» e s.m.i.;
Vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante «Delega al Governo
per la riforma organica della magistratura onoraria e altre
disposizioni sui giudici di pace»;
Visto il decreto legislativo 13 luglio 2017, n. 116, recante
«Riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni
sui giudici di pace, nonche’ disciplina transitoria relativa ai
magistrati onorari in servizio, a norma della legge 28 aprile 2016,
n. 57»;
Visto l’art. 1 del citato decreto legislativo n. 116/2017, in cui
sono definite le figure di giudice onorario di pace e di vice
procuratore onorario;
Visto l’art. 3, commi 1 e 3, del citato decreto legislativo n.
116/2017, con cui si dispone che, entro sei mesi dall’entrata in
vigore del decreto medesimo, le dotazioni organiche dei giudici
onorari di pace e dei vice procuratori onorari sono fissate con
decreto del Ministro della giustizia, di concerto con il Ministro
dell’economia e delle finanze, acquisito il parere del Consiglio
superiore della magistratura, tenendo conto delle esigenze di
efficienza e di funzionalita’ dei servizi della giustizia;
Visto, altresi’, l’art. 3, commi 2 e 4, del citato decreto
legislativo n. 116/2017, secondo cui, in sede di prima applicazione,
le dotazioni organiche dei giudici onorari di pace e dei vice
procuratori onorari non possono essere superiori a quelle dei
magistrati professionali che svolgono, rispettivamente, funzioni di
merito, giudicanti ovvero requirenti, con esclusione dei magistrati
aventi funzioni direttive;
Visto l’art. 23 del decreto legislativo n. 116/2017, che disciplina
il regime delle indennita’ spettanti ai magistrati onorari;
Visto l’art. 29 del decreto legislativo n. 116/2017, con cui si
dispone la durata dell’incarico dei magistrati onorari in servizio
alla data di entrata in vigore del medesimo decreto;
Visto l’art. 31, commi 1 e 2, del citato decreto legislativo n.
116/2017, che disciplina il regime transitorio delle indennita’
dovute ai giudici di pace, ai giudici onorari di tribunale e ai vice
procuratori onorari in servizio alla data di entrata in vigore dello
stesso decreto;
Visto l’art. 35, comma 1, del citato decreto legislativo n.
116/2017, con cui si dispone che, per l’attuazione delle disposizioni
contenute nel medesimo decreto legislativo, si provvede nel limite
delle risorse finanziarie, umane e strumentali, disponibili a
legislazione vigente, senza nuovi o maggiori oneri per la finanza
pubblica;
Rilevato che, nel vigente ruolo organico della magistratura, i
posti di magistrato professionale con funzioni giudicanti di merito
non direttive sono complessivamente pari a 6.840, mentre i posti di
magistrato professionale con funzioni requirenti di merito non
direttive sono complessivamente pari a 2.221;
Tenuto conto che tali entita’ numeriche costituiscono il limite
massimo entro cui individuare le dotazioni organiche dei giudici
onorari di pace e dei vice procuratori onorari;
Considerato, infine, che le risorse finanziarie disponibili a
legislazione vigente iscritte nello stato di previsione del Ministero
della giustizia, consentono – in sede di prima applicazione – di
determinare le dotazioni organiche dei giudici onorari di pace e dei
vice procuratori onorari in misura pari, rispettivamente, a 6.000 e a
2.000 unita’;
Visto il parere favorevole espresso al riguardo dall’Adunanza
plenaria del Consiglio superiore della magistratura nella seduta del
17 gennaio 2018;

Decreta:

Art. 1

Dotazione organica dei giudici onorari di pace

La dotazione organica dei giudici onorari di pace e’ fissata in
6.000 unita’.

Art. 2

Dotazione organica dei vice procuratori onorari

La dotazione organica dei vice procuratori onorari e’ fissata in
2.000 unita’.

Art. 3

Disciplina transitoria

1. Dell’organico dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori
onorari determinato ai sensi degli articoli 1 e 2, entrano a far
parte i magistrati onorari in servizio alla data di entrata in vigore
del presente decreto.
2. Nel secondo quadriennio successivo all’entrata in vigore del
decreto legislativo n. 116/2017, il numero dei magistrati onorari cui
spetta l’indennita’ prevista dall’art. 23, comma 2, nonche’ dall’art.
31, comma 2, non potra’ essere superiore al 60% della dotazione
organica complessiva.

Art. 4

Clausola di invarianza

Dall’attuazione del presente decreto non derivano nuovi o maggiori
oneri a carico della finanza pubblica potendosi provvedere nei limiti
delle risorse finanziarie disponibili a legislazione vigente iscritte
nello stato di previsione del Ministero della giustizia alla Missione
6 – Giustizia – Programma 6 Servizi di gestione amministrativa per
l’attivita’ giudiziaria – Capitolo 1362 piano gestionale 1 per l’anno
finanziario 2018 e sui corrispondenti capitoli per gli anni
successivi.

Art. 5

Entrata in vigore

Il presente decreto entra in vigore il giorno successivo a quello
della pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica
italiana.
Roma, 22 febbraio 2018

Il Ministro
della giustizia
Orlando

Il Ministro dell’economia
e delle finanze
Padoan

Registrato alla Corte dei conti il 9 marzo 2018
Ufficio controllo atti P.C.M. Ministeri giustizia e affari esteri,
reg.ne prev. n. 402

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

I Commenti sono chiusi