Decreto Legislativo attuativo della Legge Delega n.57/2016: prime riflessioni


Nel pubblicare quanto diffuso dalla stampa non possiamo trascurare che alcuni obiettivi sembra siano stati raggiunti con questo decreto legislativo ,che sarà approvato tra qualche giorno dal Consiglio dei Ministri, promulgato subito dopo dal Presidente della Repubblica e pubblicato successivamente sulla G.U. con l’entrata in vigore presunta tra la fine di luglio e metà agosto.Innanzitutto con l’approvazione definitiva della prima riforma organica della magistratura onoraria italiana viene riconosciuta ufficialmente l’esistenza e la funzione degli uffici dei giudici di pace ,dei quali era stata preconizzata la fine da molti anni negli ambienti ministeriali e giudiziari. Saranno indetti nuovi concorsi per l’accesso dei giovani alla funzione onoraria giurisdizionale.E’ stata coinvolta tutta la popolazione italiana tramite i rappresentanti parlamentari dei due rami di Camera dei Deputati e Senato della Repubblica, il Consiglio Superiore della Magistratura,L’Associazione Nazionale Magistrati,i Consigli degli Ordini Forensi italiani, la stampa, il web, ecc. La ribalta mediatica ha fatto sì che almeno la gran parte dei magistrati onorari italiani avranno un loro stato giuridico unitario e determinato nei minimi particolari. La soddisfazione economica di coloro che svolgono le funzioni attuali di gdp got e vpo è stata rinviata a decorrere dal 2021 e fino almeno al 2025 prevedendo, solo tra quattro anni ,a domanda ed opzionalmente, un duplice impegno o per tre giorni alla settimana ,con un aumento delle indennità fisse e variabili ,oppure per coloro che si dedicano all’esercizio della professione libera un impegno per due giorni alla settimana, ed un trattamento economico ridotto.Non potranno più svolgere la funzione di magistrati onorari coloro che sono o da quando lo saranno in quiescenza (anche con la Cassa Forense).I Presidenti dei Tribunali coordinano gli uffici dei giudici di pace.Le competenze degli uffici dei giudici di pace civili saranno estese a molte altre materie prima non contemplate ed anche i valori delle competenze civili saranno elevati (da 5000 a 30,000 e da 20,000 a 50,000 €).Restano come materia contrattuale, da negoziare sindacalmente, ancora molti aspetti relativi alle indennità ,ma il fatto positivo del passaggio dal cottimo al fisso più variabile rende il tutto più articolabile, tenuto conto del dilatato tempo intercorrente tra l’attuale situazione e l’effettiva entrata in vigore (2017-2021-2025) di quasi tutte le novità. In ogni caso ,dopo queste riflessioni personali, ci riserviamo di emanare un nostro comunicato solo dopo l’approvazione ufficiale del decreto legislativo.

IL-D-LGS-RECANTE-LA-RIFORMA-ORGANICA-DELLA-MAGISTRATURA-ONORARIA-E-ALTRE-DISPOSIZIONI-SUI-GIUDICI-DI-PACE

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

I Commenti sono chiusi