Archivi per la categoria ‘Comunicati’

Clandestini? Né prigione né multe: un reato da abolire

venerdì, 22 settembre 2017

Pubblichiamo un interessante articolo sull’attuale situazione di transitorietà relativa all’attuazione della legge delega sull’abrogazione del c.d. reato di clandestinità (art.10 bis del D.Lgsvo n.286/98) e sull’abolizione della Legge Bossi- Fini…

“L’enfasi accompagna il dibattito politico e popolare sul reato di clandestinità. Ma come funziona? Ed è davvero efficace? Una conseguenza è certa: aver portato all’associazione “immigrato uguale criminale”, come ha ricordato il convegno di presentazione a Padova della raccolta di firme per abrogare la Bossi-Fini.

 

«Innanzitutto è una contravvenzione e non un delitto, quindi la pena non è la reclusione ma un’ammenda pecuniaria che va dai 5 ai 10 mila euro – spiega l’avvocato Marco Ferrero – È sempre utile ribadire dunque che, con il reato di clandestinità, che è di competenza del giudice di pace e non del tribunale ordinario, nessuno va in carcere nemmeno in via temporanea con l’arresto».

L’enfasi che accompagna tutt’oggi la discussione, in realtà, non è giustificata dal reale trattamento sanzionatorio: che senso ha punire con una pena pecuniaria uno straniero irregolare? In che modo lo stato ha la garanzia di recuperare le ammende sanzionate?

«Sono tre anni che il procuratore capo della corte di Cassazione – continua l’avvocato Ferrero – apre il discorso introduttivo di inizio anno giudiziario, chiedendo che venga tolto il reato. Dal punto di vista penale non ha efficacia e il termine clandestinità richiama qualcosa di oscuro e nascosto, anche quando si tratta di mamme delle badanti che si intrattengono oltre i tre mesi del visto turistico o che non sanno che dopo otto giorni dal loro arrivo devono andare in questura per fare dichiarazione di presenza».

Oltre ai rallentamenti e ai rinvii che hanno ingolfato ulteriormente il sistema giuridico, nella percezione collettiva è passata l’associazione “immigrato uguale criminale”, ovvero propenso alla devianza.
Un passaggio culturale i cui effetti sono evidenti: «Mi ricordo un dirigente scolastico che non sapeva come comportarsi con i figli di un immigrato, pur di fatto non cambiando nulla per il loro accesso alla scuola. Gli effetti sono devastanti ed è necessaria una campagna di promozione culturale perché c’è da recuperare il valore sociale che lo straniero ha oggi»”.

(fonte:difesapopolo.it)

 

 

 

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

I bambini rispondono ai commenti razzisti contro lo ius soli…

giovedì, 21 settembre 2017

Video

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Come funziona davvero il disegno di legge sullo ius soli (e sullo ius culturae)

giovedì, 21 settembre 2017


“Polemiche e contestazioni per l’atto finale della legge sulla cittadinanza: ma di cosa stiamo parlando? Cos’è lo ius soli? Cos’è lo ius culturae?
Il disegno di legge su cui la politica si sta dividendo, con una violenza ai limiti dell’incomprensibile, è il numero 2092, approvato dalla Camera dei deputati e recante modifiche alla normativa vigente in materia di cittadinanza. Sono due i binari sui quali si muove il testo di legge: una espansione dell’ambito di applicazione dello ius soli e l’introduzione di una nuova fattispecie per l’acquisto della cittadinanza, che non sarebbe scorretto riferire allo ius culturae.

La legge attualmente in vigore stabilisce che sia di diritto cittadino italiano colui che abbia almeno un genitore con cittadinanza italiana. Si parla tecnicamente di ius sanguinis, ma vale la pena di ricordare che in Italia esiste già anche una formula di ius soli, limitatamente a chi nasce in territorio italiano, da entrambi i genitori ignoti o apolidi, oppure a chi permane sul territorio italiano senza che sia trovato in possesso di altra cittadinanza.

Con il nuovo testo si amplia questa fattispecie. In primo luogo si prevede che sia cittadino italiano chiunque nasca in Italia da genitori stranieri, dei quali almeno uno sia in possesso del diritto di soggiorno permanente o del permesso di soggiorno di lungo periodo.

La scheda del Servizio Studi del Senato precisa di cosa stiamo parlando:

(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Sostieni Unità Democratica Giudici di Pace Onorari

giovedì, 21 settembre 2017

a) Donazione ad UDGDP

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

ASGI: I NUOVI ORIENTAMENTI POLITICO-NORMATIVI DELL’UNIONE EUROPEA LA PROSPETTIVA DI NUOVE E RADICALI CHIUSURE AL DIRITTO DI ASILO

giovedì, 21 settembre 2017

Pubblichiamo un interessante articolo dell’ASGI( Associazione per gli Studi Giuridici sull’Immigrazione) su

“I NUOVI ORIENTAMENTI POLITICO-NORMATIVI DELL’UNIONE EUROPEA LA PROSPETTIVA DI NUOVE E RADICALI CHIUSURE AL DIRITTO DI ASILO”

2017_9_Articolo_politiche-_UE_ok

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Csm e nuovo carrierismo: una sfida sul “filo del rasoio”

mercoledì, 20 settembre 2017

Magistratura Democratica

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Concorso in Magistratura a 320 posti :domanda entro il 5 ottobre

martedì, 19 settembre 2017


“Il Ministero della Giustizia ha pubblicato un concorso, per l’inserimento di profili altamente preparati con la carica di Magistrato Ordinario. Ma entriamo nello specifico e scopriamo di che cosa si tratta.

Bando di Concorso a ottobre 2017
Il Ministero della Giustizia ha divulgato un concorso, per esami, per l’immissione di 320 ubicazioni in funzione di Magistrato Ordinario. I candidati per accedere a tale bando devono possedere i seguenti titoli di studio e requisiti:
Ministero della Giustizia:La Gazzetta Ufficiale
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Ripresa degli sbarchi di profughi in Sicilia…400 migranti a Trapani

sabato, 16 settembre 2017

Gli sbarchi di migranti continuano…


Pubblichiamo un servizio sui nuovi sbarchi in Sicilia che denotato la radicalizzazione della situazione dei migranti e profughi provenienti dalla Libia che si va facendo sempre più grave a causa dei recenti accordi internazionali…
“A young man from West Africa was kidnapped in Libya and sold twice. He was tortured, beaten and cut with an axe. He’s one of the migrants rescued at sea by Sos Mediterranee & Msf who arrived in Trapani today. My tv piece for Tg1.
Ferite a colpi di ascia. Chi ancora riesce a fuggire dalla Libia mostra sul corpo i segni delle torture inflitte dai carcerieri, dopo essere stato venduto più volte al ‘mercato degli schiavi’.
Al Tg1 il mio servizio sulla ripresa dei soccorsi in mare, questa volta coordinati dai libici, con le testimonianze dei soccorritori intervistati da Lucia Sgueglia” di Raffaella Maria Cosentino-Rai1

Rai 1 servizio sulla ripresa degli sbarchi di cittadini dei paesi terzi

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

LETTERA DI UN MAGISTRATO AD UN AVVOCATO…

sabato, 16 settembre 2017


Pubblichiamo una satirica lettera di un bravo magistrato ,comparsa in rete, su uno degli aspetti più delicati dei rapporti tra giudici (anche onorari) ed avvocati italiani…

“LETTERA DI UN MAGISTRATO AD UN AVVOCATO

Caro Avvocato,

ogni giorno ci vediamo e condividiamo una parte del lavoro assieme.

Sì ma tu facendo la fila fuori dalla mia porta, io alla mia scrivania;
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Cancellato il ricorso personale in Cassazione: serve un avvocato iscritto all’albo speciale

sabato, 16 settembre 2017


“La riforma penale in vigore da agosto ha escluso la possibilità di presentazione in Cassazione.
Non ci sono possibilità di auto-ricorso in Cassazione. La Corte di cassazione, nella prima sentenza (la n. 42062 della Sesta sezione, depositata ieri) di interpretazione della riforma del processo penale in vigore dall’inizio da agosto, chiarisce che, per effetto di quanto previsto dall’articolo 1, comma 54 della legge 103 del 2017, deve essere esclusa la possibilità per l’imputato di presentare personalmente ricorso alla Cassazione stessa; possibilità lasciate invece per tutte le altre impugnazioni.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Migranti, la Ue promuove la strategia dell’Italia: «Grandi meriti nel controllo dei flussi»

sabato, 16 settembre 2017


“Il Consiglio dei 28 ministri degli Interni della Ue ha espresso il suo appoggio alla strategia attuata dall’Italia in Libia con il contributo della Commissione europea, che ha portato a una forte riduzione dei flussi migratori nel Mediterraneo centrale. Nella riunione a Bruxelles sono stati anche valutati interventi per migliorare la drammatica situazione dei migranti e dei rifugiati rinchiusi nei campi di detenzione in Libia.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Migranti : Sesto San Giovanni cancella la consulenza per i permessi di soggiorno.

sabato, 16 settembre 2017


Condividiamo l’osservazione della Cgil che “i processi di regolarizzazione non solo sono un diritto ma permettono di far uscire dall’illegalità quelle persone che cercano di costruire il proprio futuro nel nostro paese”.Per questo motivo pubblichiamo un interessante articolo che denota quanto siano strumentali i motivi che vorrebbero giustificare la non introduzione dell’ius soli o ius culturae scoraggiando anche il rilascio dei permessi di soggiorno. Il motivo è semplice :la diffusione dei permessi di soggiorno per i cittadini stranieri produrrebbe la regolarizzazione degli stessi ,mentre con l’ius soli il numero dei cittadini italiani s’incrementerebbe e con la cittadinanza italiana di uno dei familiari non potrebbero essere espulsi i loro parenti irregolari, entro il secondo grado di parentela, ai sensi dell’art.19 secondo comma del D.Lgsvo n.286/98…
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Migranti: se vince la civiltà giuridica

venerdì, 15 settembre 2017


“L’Italia incassa l’elogio del Papa e ora di Juncker per la generosità e la perseveranza dimostrate nell’accoglienza dei profughi. Ma, sul tema immigrazione, a tenere alto l’onore dell’Unione Europea (Ue) ci prova anche la Corte di Giustizia che, con una recente sentenza, ha respinto il ricorso di Repubblica Slovacca e Ungheria, sostenuto dalla Polonia, contro una decisione Ue che disponeva misure temporanee e parziali a supporto degli sforzi di accoglienza sostenuti da Italia e Grecia. Con la decisione impugnata, l’Ue prevedeva la ricollocazione di 120.000 richiedenti protezione internazionale da Italia e Grecia verso gli altri Stati membri. Il ricorso proveniva da Paesi del gruppo di Visegrad: si tratta di Paesi ex Urss, la cui ostilità verso l’accoglienza può essere spiegata (non giustificata) dalla mortificazione subita dalla loro identità nazionale, a lungo conculcata dall’egemonia sovietica, che ha forse anche compromesso, agli occhi di questi popoli, la solidarietà.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Stop alla caccia di balene: l’UE interviene contro la Norvegia

venerdì, 15 settembre 2017

“È necessario che la Norvegia interrompa le sue attività commerciali legate alla caccia delle balene e l’UE deve assicurarsi che la carne del cetaceo non transiti nei suoi porti. È questo quanto chiedono gli eurodeputati in una risoluzione approvata dalla plenaria di Strasburgo del Parlamento europeo. La moratoria del 1986 della International Whaling Commission sul commercio di carne di balena è ancora in vigore e da allora la Norvegia ha trasgredito, uccidendo oltre 13 mila balene e stabilendo unilateralmente i propri limiti alla caccia.” (fonte:lanuovaeuropa.it)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

CSM: Piazza della Loggia ultimo atto?

venerdì, 15 settembre 2017


CSM: Piazza della Loggia ultimo atto?

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Ius culturae : un caso concreto

venerdì, 15 settembre 2017


Pubblichiamo un articolo relativo ad un caso concreto di come sia importante l’approvazione della legge sullo Ius culturae per consentire a tanti giovani che non riescono a raggiungere il traguardo della cittadinanza italiana pur vivendo, studiando e lavorando in Italia da tanti anni…

“Dopo medie, liceo e università vorrebbe insegnare ma non può
K. D. ha 22 anni e abita a Bologna da quando ne aveva 12. Nella città delle Torri ha fatto le medie, le superiori e ora studia Scienze della Comunicazione all’università.

«Mia mamma – racconta – si separò da papà e anche per questo venimmo in Italia. Oggi è addetta alle pulizie all’Ospedale Maggiore».

Quanto alla cittadinanza, K. non potrà chiederla a breve. A meno che la riforma, già approvata alla Camera, si sblocchi al Senato e venga approvata. In questo caso rientrerebbe nello ius culturae, secondo il quale otterrebbero la cittadinanza i giovani ( con un genitore con permesso di lungo soggiorno) che hanno frequentato almeno un intero ciclo scolastico in Italia.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Rinvio per il processo sul presunto rapimento Shalabayeva, reati ipotizzati sequestro di persona e falso

venerdì, 15 settembre 2017


“Aperta e subito rinviata al 24 novembre per una questione tecnica, un difetto di notifica, l’udienza preliminare davanti al gup di Perugia Carla Giangamboni relativa al presunto sequestro di persona ai danni di Alma Shalabayeva, moglie del dissidente kazako Muktar Ablyazov, e della figlia Alua, rimpatriate nel loro Paese nel 2013 e poi tornata in Italia.

ALMA SHALABAYEVA. Rapita con la figlia espulsa dall’Italia. Ora processo per 7

(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Diritti, doveri e garanzie dei magistrati :Questione Giustizia

venerdì, 15 settembre 2017


In relazione agli aspetti dell’ordinamento giudiziario che riguardano anche i magistrati onorari pubblichiamo un documento importante per la formazione degli stessi M.O. anche se aggiornato al 2015…

Diritti, doveri e garanzie dei magistrati :Questione Giustizia
Posti Vacanti nelle sedi degli uffici dei giudici di pace al 9/9/15

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Venezuela: la Corte Suprema della Giustizia è diventata un braccio di un esecutivo autoritario, dice il rapporto dell’ICJ

mercoledì, 13 settembre 2017


Pubblichiamo un articolo dell’International Commission of Jurist su ciò che sta accadendo in Venezuela in tema di giustizia e di rispetto dei diritti umani…

“Venezuela: la Corte Suprema della Giustizia è diventata un braccio di un esecutivo autoritario, dice il rapporto dell’ICJ
La Corte suprema venezuelana ha cessato di agire come un tribunale indipendente che rispetta lo stato di diritto, ma è diventato un braccio di un esecutivo autoritario, ha dichiarato il ICJ in una nuova relazione pubblicata oggi.

La Corte Suprema di Giustizia: uno strumento di potere esecutivo afferma che attraverso una serie di decisioni emesse a partire dal dicembre 2015, la Corte Suprema Venezuelana ha progressivamente smantellato lo stato di diritto, ha minato i diritti umani e non ha fedelmente applicato elementi chiave del la Costituzione del paese.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Sulle valutazioni di professionalità dei magistrati

mercoledì, 13 settembre 2017


Pubblichiamo ,in relazione ed in analogia con le valutazioni di professionalità, tuttora in corso ,per le conferme dei magistrati onorari, un articolo della rivista dell’ANM relativo alle lacune del sistema ed alle soluzioni…
Sulle valutazioni di professionalità dei magistrati

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Intervista di Repubblica al Presidente dell’ANM Eugenio Albamonte

mercoledì, 13 settembre 2017


Pubblichiamo l’intervista a Repubblica del Presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati sulle intercettazioni
intervista del Presidente dell’Anm Eugenio Albamonte

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Incontro con l’VIII Commissione del CSM dell’11/9/2017

mercoledì, 13 settembre 2017


Pubblichiamo il Documento di Unità Democratica Giudici di Pace Onorari dell’11/9/2017 relativo all’incontro dell’VIII Commissione del Consiglio Superiore della Magistratura con i rappresentanti delle associazioni e/o movimenti dei magistrati onorari di pace svoltosi a Roma.
Documento_per_il_CSM_11 09 17-1

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Mascherin e il pg Salvi: prove d’intesa sulla riforma della giustizia

mercoledì, 13 settembre 2017


Pubblichiamo un interessante articolo relativo al convegno organizzato da Area DG presso la Corte di Appello di Roma l’11 settembre u.s. già presente nel nostro sito come video…

“Il Consiglio nazionale forense e le Camere penali a confronto con le toghe di “Area”: «Lavoriamo in sinergia»
Ci sono due chiavi per leggere l’incontro sulla separazione delle carriere organizzato ieri dalle toghe di Area. Da un lato il no alla riforma per la quale i penalisti raccolgono le firme dovrebbe evocare un muro insuperabile.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Ipsia Ferraris, primo giorno di scuola per i migranti: “Sogno di fare il meccanico”

martedì, 12 settembre 2017


“E’ partito ieri pomeriggio il corso rivolto a 20 stranieri ospitati in provincia di Brindisi che hanno preso parte a un progetto finanziato dal ministero dell’interno“…
Corsi per migranti all’Ipsia “Ferraris” di Brindisi da:brindisireport

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

“Alle origini del discorso sulla mafia” : articolo di Piergiorgio Morosini su Questione Giustizia

lunedì, 11 settembre 2017


“Alle origini del discorso sulla mafia” :articolo di Piergiorgio Morosini su Questione Giustizia

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Questione Giustizia: :Il trattenimento del migrante irregolare “nei punti di crisi”

lunedì, 11 settembre 2017


Questione Giustizia: :Il trattenimento del migrante irregolare “nei punti di crisi”/a>

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Area democratica per la Giustizia:”Il pubblico ministero nella Costituzione. La proposta della separazione delle carriere dei magistrati: opinioni a confronto”

lunedì, 11 settembre 2017


Pubblichiamo da radio radicale il video del convegno di oggi organizzato dall’Area democratica per la giustizia su “Il pubblico ministero nella Costituzione. La proposta della separazione delle carriere dei magistrati: opinioni a confronto”.

Tavola rotonda dell’11 settembre 2017 su Il P.M. nella Costituzione

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

“Cronache fuori dal Consiglio: Il Consiglio superiore della magistratura, la discrezionalità ed il criterio attitudinale della specializzazione nelle funzioni per la selezione dei dirigenti degli uffici minorili”

lunedì, 11 settembre 2017


Pubblichiamo in link l’ interessante articolo di Ezia Maccora dalla rivista Questione Giustizia
Articolo di Ezia Maccora da Questione Giustizia

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Senato: anteprima speciale del film “L’ordine delle cose” di Andrea Segre

lunedì, 11 settembre 2017


Senato: anteprima speciale del film “L’ordine delle cose” di Andrea Segre organizzato da Amnesty International, Commissione Straordinaria per la Tutela e la Promozione dei diritti umani del Senato avvenuta il 6 settembre u.s.
Senato: anteprima del film “L’ordine delle cose” video da radio radicale

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Rubrica CSM: Delibere del Plenum del 6 settembre 2017 sulla magistratura onoraria

lunedì, 11 settembre 2017


Pubblichiamo le delibere del Plenum del CSM del 6/9/2017 relative alla magistratura onoraria…
OTTAVA COMMISSIONE
COMMISSIONE PER LA MAGISTRATURA ONORARIA ORDINE DEL GIORNO – SPECIALE A – 6 settembre 2017
La Commissione propone, all’unanimità, l’adozione delle seguenti delibere:
GIUDICI DI PACE
Plenum del Csm del 6/9/17 video da radioradicale
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

CSM: Quesito attinente al coordinamento dell’ufficio del giudice di pace – attribuzione di compiti ai magistrati collaboratori del Presidente del Tribunale

lunedì, 11 settembre 2017


Pubblichiamo con soddisfazione una recentissima delibera del Consiglio Superiore della Magistratura del 6 settembre u.s. che rispondendo ad un quesito relativo al coordinamento dell’ufficio del giudice di pace precisa l’ attribuzione di compiti ai magistrati, così come evidenziato in precedenza da noi più volte da quando è entrato in vigore l’articolo 5 della legge delega n.57/16 sulla riforma della magistratura onoraria ,e cioè ribadisce che l’attribuzione del coordinamento degli uffici dei giudici di pace non è in alcun modo delegabile ad altri magistrati dal presidente del tribunale ,che si potrà avvalere del solo ed esclusivo ausilio di eventuali altri magistrati togati collaboratori del Presidente del Tribunale stesso.
csm6settembre2017

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

“C’era una volta l’ingresso regolare”

venerdì, 8 settembre 2017


Pubblichiamo un interessante articolo sull’annoso problema degli sbarchi e degli ingressi dei cittadini dei paesi terzi in Italia..

C’era una volta l’ingresso regolare

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Medici senza frontiere: “I governi europei alimentano il business della sofferenza in Libia”

venerdì, 8 settembre 2017


Pubblichiamo dal sito di Medici senza frontiere una pubblica denuncia di ciò che accade in Libia dopo il “tappo” posto in seguito ai recenti accordi internazionali alle spedizioni dei migranti e profughi verso l’Europa…

“MSF ha inviato oggi una lettera aperta ai leader degli Stati membri e alle istituzioni dell’Unione Europea per denunciare le atroci sofferenze che le loro politiche sulla migrazione stanno alimentando in Libia.

Nella lettera, inviata anche al presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, MSF denuncia la determinazione dell’Europa nel bloccare le persone in Libia a qualunque costo e chiede che gli inaccettabili abusi contro le persone trattenute arbitrariamente nei centri di detenzione cessino al più presto.
Un sistema criminale di abusi
lettera aperta di Medici senza Frontiere
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Anai : Gli arretrati dei giudici ausiliari

giovedì, 7 settembre 2017


Pubblichiamo dall’Anai(Associazione nazionale Avvocati Italiani) un interessante articolo sull’attività dei giudici ausiliari presso le Corti di Appello italiane…

“Nel primo anno di insediamento il 2016, i giudici ausiliari hanno definito, in media, 41 procedimenti as­segnati, invece dei 90 previsti per legge. Con il risultato che i 371 giudici ausiliari presenti nelle 26 Corti d’appello hanno accumulato, in tutto, un arre­trato di 25.444 procedimenti al 31dicembre 2016. È quanto emerge, tra l’altro, dall’analisi sull’attività svolta dai giudici ausiliari nel 2016 messa a punto dalla Direzione genera­le di statistica e analisi orga­nizzativa del Ministero della giustizia. La figura del giudice ausiliario è stata istituita dal “decreto del fare”, con il compito di supportare le corti d’appello nella definizio­ne dell’arretrato divenuto or­mai insostenibile.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

La Corte di Giustizia Ue respinge ricorso contro la “relocation” dei migranti

giovedì, 7 settembre 2017


Pubblichiamo un interessante commento alla recente decisione della Corte di Giustizia Europea in materia di immigrazione dei richiedenti asilo e ci riserviamo di mantenere un aggiornamento costante delle decisioni delle Corti Europee

“Soddisfazione in Italia e Grecia deluse Slovacchia e Ungheria
La redistribuzione del flusso migratorio all’interno dei Paesi Ue non viola i trattati europei. Lo ha stabilito oggi la Corte di Giustizia dell’Unione, respingendo i ricorsi di Slovacchia e Ungheria, contrari alla “relocation” dei richiedenti asilo provenienti da Italia e Grecia. Decisione duramente contestata da Budapest che ha definito la sentenza «oltraggiosa e irresponsabile».
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Commenti della stampa sulla riforma della M.O. : precisazioni

domenica, 3 settembre 2017


Nel pubbblicare un articolo de Il Sole 24 ore ,di commento sempre della riforma della M.O., non possiamo non sottolineare che ulteriori confusioni interpretative vengono effettuate da commentatori ,anche autorevoli, che non si accorgono di quanti errori stiano commettendo sia nella indicazione della decorrenza della riforma (2017-2021-2025) sia nella parte dell’aumento della competenza dei giudici di pace nelle cause ordinarie ed in quelle di risarcimento danni prodotti dalla circolazione dei veicoli (30,000 e 50.000) confondendola con quella di competenza dei tribunali ma assegnate ai giudici onorari di pace ex got,sia sulle indennità ,ecc…
Non si può non notare che ,riguardo al commento sulle indennità previste nel 2021 ,le stesse indennità saranno fisse per dodici mesi all’anno (e non più 11 mesi) e che per gli ex giudici onorari di tribunale le nuove indennità saranno più che triplicate rispetto all’attuale media annuale e maggiorate per i vice procuratori onorari che non avranno alcuna decurtazione nel 2021,e poi per i giudici di pace la maggioranza degli stessi ,in servizio nelle piccole sedi delle varie regioni italiane ,avrà un aumento considerevole dal 2021 rispetto all’attuale regime retributivo….
Da Il Sole 24 ore.com

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Interviste sulla riforma della magistratura onoraria …

domenica, 3 settembre 2017


Mini Intervista in tempo reale fatta da noi ad una vice procuratore onorario italiana sulla riforma della magistratura onoraria entrata in vigore in ferragosto del corrente anno…
Domanda: “Cosa ne pensi della riforma della M.O.?”
Risposta:” Secondo me ,indubbiamente , c’è qualcosa che non va, ho sempre questa opinione ma
è meglio che niente; adesso siamo qualcosa: prima non eravamo minimamente calcolati.
Molto c’è da fare , molto è stato fatto male ,ma ci sono i margini per migliorare. Un passo avanti è stato fatto, se non altro ora siamo un’entità…

Breve e concisa la risposta ma lascia trapelare certamente una minima soddisfazione per quello che è stato fatto mista ad una speranza di migliorare…
Pubblichiamo ,di contro, un’intervista ,apparsa su La Stampa, ad altra collega della prima vice procuratore onoraria, anche se in un’altra città italiana,

dalla quale emergono, non proprio in modo chiaro secondo noi, le critiche alla stessa riforma della magistratura onoraria approvata dal parlamento italiano…
da La Stampa del 2/9/2017

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Interpretazioni della riforma della magistratura onoraria dopo l’entrata in vigore dal 15/8/17

giovedì, 31 agosto 2017


Continuiamo la pubblicazione dei vari decreti interpretativi della magistratura togata italiana in relazione alla riforma della magistratura onoraria di cui al d.lgsvo n.116/17 ed alla legge delega n.57/16:in questo caso ,come è avvenuto per la procura della repubblica di Tivoli, l’interpretazione è sì relativa ai vice procuratori onorari ma chiaramente indica le decorrenze della novità relative all’impegno settimanale dei magistrati onorari tutti ed al loro nuovo trattamento retributivo che saranno in vigore soltanto tra quattro anni nel 2021…
111 Decr – VPO Direttiva Riforma

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

L’intervista a Mariarosaria Guglielmi – Il Dubbio del 29/8/17

mercoledì, 30 agosto 2017


Intervista di Maria rosaria Guglielmi a Il Dubbio del 29/8/17

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Migranti: non sgomberiamo la Costituzione

domenica, 27 agosto 2017


Pubblichiamo il comunicato dell’Esecutivo di Magistratura Democratica ,che condividiamo ,sul recente avvenimento di Piazza Indipendenza a Roma ,e ribadiamo che la Costituzione vada non solo rispettata ma soprattutto attuata.
Non è possibile che proprio lo Stato e gli organi esecutivi dimentichino che esistono i principi generali della Costituzione ed anche le sistemazioni dei rifugiati e dei richiedenti asilo in Italia ed in Europa non possono essere trascurate con giustificazioni di abusivismi.La magistratura onoraria di pace ha un ruolo fondamentale oggi nella difesa dei principi costituzionali in tutte le sedi nelle quali interviene a tutela della legalità, anche in materia di immigrazione…
Da Magistratura Democratica

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Artt.31 e 32 del D.Lgsvo n.116/17 : varie interpretazioni al riguardo

sabato, 26 agosto 2017


Pubblichiamo e commentiamo un articolo ,apparso in rete, dal quale emergono alcune velate critiche sia al CSM sia al legislatore, in relazione all’entrata in vigore della riforma della magistratura onoraria con il D.Lgsvo n.116/17.

Pur rispettando la libertà costituzionale dell’espressione del proprio pensiero dobbiamo contraddire un’interpretazione che appare paradossale in quanto dalla legislazione attuale ,proprio con il coordinato disposto dalla legge delega n.57/16 e dei decreti legislativi applicativi, non emergono, secondo noi, disparità di trattamento tra gli ex got e gli attuali got recentemente nominati dal CSM come denunciato nell’articolo.
Il rapporto tra l’articolo 31 e l’articolo 32 del D.Lgsvo n.116/17 è indicato esplicitamente. A tale scopo ripubblichiamo il testo legislativo dal quale emerge chiaramente che non ci sono sperequazioni tra vecchi e nuovi in quanto ad entrambi fino al 2021 si applicheranno i criteri retributivi relativi alla funzione effettivamente svolta che ,come abbiamo sottolineato in altri articoli precedenti pubblicati nel nostro sito , farà sì che verrà anticipata l’equiparazione tra i gdp ed i got che svolgono funzione di gdp, i quali ,a loro volta ,avranno però un diverso e migliore trattamento economico rispetto ai got rimasti a svolgere effettivamente funzioni di got…
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Speciale Giustizia: Convegno del CSM sulla protezione internazionale

sabato, 26 agosto 2017


speciale giustizia :radio radicale del 21/8/17

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Migrante si suicida in ex Cie a Milano

venerdì, 25 agosto 2017

(ANSA) -” Un afgano di 34 anni si è tolto la vita all’interno dell’ex Cie di via Corelli 28, a Milano, ora la Casa della carità che ospita i richiedenti asilo politico. L’uomo, affetto da problemi psichici e depresso da tempo, era ospite della struttura dall’inizio di agosto. Era riuscito ad arrivare in Austria ma le autorità austriache lo hanno rispedito in Italia in virtù degli accordi di Dublino poiché era stato fotosegnalato in Italia.

Il corpo è stato trovato alle 8 in una garitta del centro.” (fonte:bresciaoggi.it)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Migranti calano gli sbarchi: articoli di Paolo Mieli

giovedì, 24 agosto 2017


Migranti calano gli sbarchi articolo di Paolo Mieli
I migranti e la svolta ignorata di Paolo Mieli

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Diventare giudice onorario di pace dopo la riforma…

giovedì, 24 agosto 2017


Pubblichiamo un primo articolo sul prossimo reclutamento dei gdpo e vpo dopo la riforma che ci riserviamo di approfondire con contributi di altri studiosi della materia…
“Ecco come fare per ricoprire tale funzione, a partire da requisiti, titoli preferenziali e incompatibilità
Chi è il giudice di pace
Il giudice di pace è una figura di magistrato onorario alla quale il nostro ordinamento affida la competenza a decidere alcune precise controversie, in materia sia civile che penale.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Migranti: articolo di MariaRosaria Guglielmi segretaria generale di Magistratura Democratica

giovedì, 24 agosto 2017


Pubblichiamo un articolo della segretaria generale di MD che condividiamo…

Migranti: articolo della segretaria generale Mariarosaria Guglielmi di Magistratura democratica

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Un anniversario da ricordare

giovedì, 24 agosto 2017

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Indagini sui crolli di Amatrice: intervista Rai al Procuratore della Repubblica di Rieti

giovedì, 24 agosto 2017

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Sinistri stradali: novità introdotte con la L. 124/17 in tema di risarcimento danni a cose e lesioni da circolazione stradale.

giovedì, 24 agosto 2017


Pubblichiamo un interessante articolo ed il testo della legge annuale per il mercato e la concorrenza n.124/17 sull’argomento relativo ai sinistri stradali…

“La recente Legge annuale per il mercato e la concorrenza n. 124/2017 che entrerà in vigore dal 29 agosto (pubblicata in G.U. del 14.08.2017)20170814_189-1
ha introdotto rilevanti novità in materia di risarcimento derivante da circolazione stradale. Analizziamo di seguito in dettaglio tutte le novità attinenti alla quantificazione del risarcimento, l’annoso problema dei testimoni e della prova del sinistro in giudizio.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

GIUSTIZIA E IMMIGRAZIONE : Il giudice di pace di Rovigo aveva ritenuto il fatto di tenue entità, ma la Cassazione non è dello stesso avviso

giovedì, 24 agosto 2017


Pubblichiamo una nota apparsa in rete sulla giurisprudenza della cassazione in materia di reato di immigrazione clandestina sulla quale ci riserviamo di approfondire lo studio con la pubblicazione di altra giurisprudenza della stessa Cassazione in senso contrario a quanto indicato nell’ articolo che segue…

“Il caso, a Rovigo, era scoppiato a gennaio 2016, quando erano arrivate le prime sentenze del giudice di pace che aveva assolto i clandestini, alla luce della particolare tenuità del fatto . Per intendersi, la medesima motivazione per la quale è possibile venire assolti se si ruba un pacchetto di caramelle al supermercato. Ora, le prime due sentenze di questo tipo sono state annullate dalla Cassazione, che le ha rinviate al giudice di pace di Rovigo, affinché decida nuovamente, ma tenendo conto di quanto affermato dai supremi giudici
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

L’avvocato obbligato a fornire preventivo scritto al cliente…

venerdì, 18 agosto 2017


Pubblichiamo un articolo sul nuovo obbligo per gli avvocati relativo
alla consegna del preventivo del costo di una causa e delle proprie prestazioni professionali…

“I legali sono tenuti a dire al cliente per iscritto e prima di iniziare il lavoro quando costerà la loro prestazione. Vantaggi e svantaggi della nuova legge.
L’avvocato come l’idraulico o il mobiliere: se mi deve fare un lavoro, mi faccia prima un preventivo. Nero su bianco, possibilmente. Poi decido.

D’ora in poi è così, dopo che il ddl sul mercato e la concorrenza è diventato legge. E quella del preventivo è solo una delle novità che chiamano in…causa i legali di tutta Italia.

L’obbligo del preventivo scritto
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Il Sole 24 ore : Giudici onorari nei posti vacanti

venerdì, 18 agosto 2017


Pubblichiamo un articolo della stampa quotidiana sull’entrata in vigore della riforma della magistratura onoraria avvenuta tre giorni fa ,escluse le nuove competenze degli uffici dei giudici di pace che entreranno in vigore il 31/10/21 o il 31/10/25 ed il trattamento economico dei godp-vpo dal 2021…

“Entra in scena oggi, 15 agosto, la tanto attesa riforma organica della magistratura onoraria. In realtà la riforma diventa operativa solo in parte, perché il varo di tante e tante delle numerose disposizioni contenute nel decreto attuativo, il decreto legislativo 13 luglio 2017, n. 116, viene posticipato di quattro anni o anche più a seconda delle ipotesi dalla complessa norma transitoria contenuta nell’articolo 31. Ma qualcosa della riforma andrà in concreto osservato fin da oggi, giorno appunto della sua formale efficacia.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

E’ da oggi in vigore la Riforma della M.O. :Buon Ferragosto 2017 da Unita’ Democratica Giudici di Pace Onorari

martedì, 15 agosto 2017


Buon Ferragosto 2017 da Unita’ Democratica Giudici di Pace Onorari e da Intesaperta agli iscritti, ai simpatizzanti ed a tutti coloro che accedono , consultano il nostro sito e lo condividono .E’ entrato in vigore oggi il decreto legislativo n. 116/17 attuativo della legge n.57/16 e con esso la riforma è pienamente attuata… Non ci soffermeremo con le parole del Manzoni del “cinque maggio” con la frase “ai posteri…” ma ribadiamo che i temi della Giustizia , della Costituzione e della magistratura onoraria italiana sono per UDGDPO fondamentali come l’abbiamo dimostrato in questi quasi dieci anni trascorsi partecipando a tutti gli eventi contrattuali.
Riguardo al ferragosto del 2017 che ,storicamente, sarà collegato all’entrata in vigore della Riforma della M.O. italiana, non si può non rammentare la situazione nella quale l’Italia si troverà a vivere nei prossimi mesi, perchè entrambe riceveranno attenzione dai cittadini tutti, con il coinvolgimento elettorale della prossima primavera e con il passaggio ad una magistratura onoraria disciplinata con leggi, decreti legislativi, decreti ministeriali, delibere del CSM, decreti dei Presidenti dei Tribunali dei Procuratori della Repubblica, ecc. ed Unità Democratica Giudici di Pace Onorari continuerà a difendere gli interessi sindacali collettivi della categoria anche contro le contraddizioni della legislazione appena entrata in vigore con il rispetto dei valori della Giustizia e della Costituzione.
Il segretario generale di UDgdpo
(diego loveri)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Utilizzo dei vpo nel periodo feriale : interessante interpretazione

lunedì, 14 agosto 2017


Sull’utilizzo dei vpo nel periodo feriale ,durante il quale periodo proprio domani entra in vigore il dlgsvo n.116/17, pubblichiamo un’interessante interpretazione della normativa transitoria data dal Procuratore della Repubblica di Tivoli nel proprio decreto del 4/8/17.

VPO servizio feriale d.lgs. 116 del 2017

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Le incompatibilità dei giudici onorari di pace e dei vice procuratori onorari

lunedì, 14 agosto 2017


Pubblichiamo un estratto di un articolo apparso in rete sulle incompatibilità dei godp e dei vpo in seguito all’entrata in vigore della riforma della magistratura onoraria…

Addio giudici di pace-avvocati: per accedere alla nuova magistratura onoraria sarà sufficiente solo la laurea in giurisprudenza: cade quindi la previsione, già prevista solo per i giudici di pace, dell’abilitazione all’esercizio della professione di avvocato. Questo non impedisce, comunque, che un avvocato non possa comunque essere nominato giudice onorario. A condizione però che non eserciti la professione forense presso l’ufficio giudiziario al quale appartiene; egli inoltre non potrà rappresentare, assistere o difendere le parti dei procedimenti svolti davanti al medesimo ufficio nei successivi gradi di giudizio. Il divieto si applica anche agli associati di studio, ai membri dell’associazione professionale e ai soci della società tra professionisti, al coniuge, ai conviventi e ai parenti entro il secondo grado e agli affini entro il primo grado.

Altra novità consiste nel divieto di nominare giudice chi è stato già collocato in pensione, pur se possiede i titoli previsti dalla legge.

Subentra l’incompatibilità alla nomina per chi ha ricoperto incarichi nei sindacati più rappresentativi o nei movimenti e/o partiti politici.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

CIE Bari. Condannato il Governo: trattamenti inumani e degradanti

domenica, 13 agosto 2017


Pubblichiamo un articolo relativo ai centri di identificazione ed espulsione ( ora centri permanenti per i rimpatri) sulla quale incostituzionalità la Corte Costituzionale si è già pronunciata mai entrando ,però, nel merito della questione ma soffermandosi sui formali requisiti delle ordinanze di rimessione…

“La prima sezione Civile del Tribunale di Bari, giudice xxx xxx, ha condannato la presidenza del Consiglio dei ministri e il ministero dell’Interno a pagare un risarcimento di 30mila euro per danno all’immagine in favore del Comune di Bari con riferimento alle condizioni «non dignitose» con cui fino al 2016 (anno di chiusura del Centro) sono stati trattati i migranti ospiti del Cie.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Sulle incompatibilità dei magistrati onorari di pace:casistica del CSM

sabato, 12 agosto 2017


Iniziamo la pubblicazione di casi esaminati già dal CSM in relazione alle incompatibilità dei magistrati onorari di pace durante la previgente normativa al fine di confrontarle con quelle introdotte con la nuova riforma che entrerà in vigore martedi p.v.(15 agosto 2017)

“Sussistenza dei requisiti in ordine allo svolgimento della funzione di GOT svolta
esclusivamente in uno Studio Legale Associato.
(Risposta a quesito del 9 novembre 2016)
Il Consiglio superiore della magistratura, nella seduta del 9 novembre 2016, ha adottato la
seguente delibera:
“- letta la nota pervenuta in data 30 giugno 2016 dell’avv. …, giudice onorario del Tribunale
ordinario di … avente ad oggetto: “quesito su incompatibilità funzione G.O.T. e attività
professionale di Avvocato svolta esclusivamente in uno Studio Legale Associato”.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Sventato un tentativo di evasione dal centro di permanenza per i rimpatri di Torino

sabato, 12 agosto 2017


“Gli agenti dell’ufficio immigrazione hanno scoperto corde fatte con lenzuola di carta intrecciate e bastoni per aggredire i poliziotti del presidio di corso Brunelleschi.
Sventato un tentativo di fuga dal Centro di Permanenza per i Rimpatri di corso Brunelleschi, a Torino, organizzato da alcuni stranieri trattenuti in attesa del rimpratrio. Durante un’ispezione, gli agenti del personale dell’Ufficio Immigrazione, in collaborazione con i colleghi del Reparto Mobile, hanno trovato in un’area 2 corde di lenzuola di carta intrecciate, arnesi rudimentali in grado di offendere, bastoni, il tutto nascosto sopra un muretto del bagno e nel fondo del vano abiti.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Volontari vigili del fuoco accusati dalla Polizia di Stato di Ragusa

venerdì, 11 agosto 2017


Pubblichiamo una notizia ansa allarmante ma fortemente indicativa del pericolo e delle storture del pagamento a cottimo, superato ed abolito dalla nuova riforma della magistratura onoraria(con vigenza dal 2021)…Con l’occasione non si può non stigmatizzare una serie di notizie , articoli e servizi apparsi in rete o sulla stampa quotidiana che descrivono in maniera inesatta la riforma della M.O. ,pur di far apparire una realtà spesso mistificata al solo scopo di ingenerare confusione,allarmismi , annunciando anche vittorie giudiziarie inesistenti…

“Appiccavano il fuoco e simulavano richieste di soccorso al 115 per guadagnare 10 euro l’ora, quanto lo Stato paga i volontari dei Vigili del fuoco. E’ l’accusa contestata dalla Polizia di Stato di Ragusa a un’intera squadra di 15 pompieri ausiliari indagata per truffa; alcuni di loro rispondono anche di incendio. Il capo del gruppo è stato arrestato e posto ai domiciliari. Le indagini della Squadra mobile, avviate dopo una segnalazione del comando dei vigili del fuoco, sono state coordinate dalla Procura di Ragusa.
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

Le novità dell’art.5 del D.Lgsvo n.116/17 sulle incompatibilità dei magistrati onorari di pace

martedì, 8 agosto 2017


Sono state introdotte nuove incompatibilità per i magistrati onorari di pace dalla riforma della magistratura onoraria e per questi motivi il Consiglio Superiore della Magistratura interverrà con proprie interpretazioni adottando i relativi provvedimenti entro il prossimo mese di ottobre…
Decreto legislativo n.116/17
Art. 5 in vigore dal 15/8/17
Incompatibilita’
1. Non possono esercitare le funzioni di magistrato onorario:
a) i membri del Parlamento nazionale e del Parlamento europeo
spettanti all’Italia, i membri del Governo e quelli delle giunte
degli enti territoriali, nonche’ i deputati e i consiglieri
regionali, provinciali, comunali e circoscrizionali; (uguale a L.374/91)
b) gli ecclesiastici e i ministri di qualunque confessione
religiosa; (idem)
c) coloro che ricoprono o che hanno ricoperto, nei tre anni
precedenti alla domanda, incarichi direttivi o esecutivi
nei partiti
e movimenti politici o nelle associazioni sindacali comparativamente
piu’ rappresentative;
(modifica la L.374/91)
(altro…)

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare