Rubrica CSM: Plenum del 14 febbraio 2018 Delibere relative alla Magistratura Onoraria


OTTAVA COMMISSIONE
COMMISSIONE PER LA MAGISTRATURA ONORARIA
ORDINE DEL GIORNO – SPECIALE A
Odg n. 2275 – speciale A del 14 febbraio 2017
La Commissione propone, all’unanimità, l’adozione delle seguenti delibere:
GIUDICI ONORARI DI PACE IN SERVIZIO COME GIUDICI DI PACE

1) – 1068/GP/2017 – Dott. Fortunato SAVARESE, giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di TORRE ANNUNZIATA.
Nota in data 10 dicembre 2017 con cui reitera l’istanza di audizione personale in
ordine alla delibera consiliare di sospensione cautelare facoltativa dall’esercizio delle funzioni
di giudice di pace.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 10 dicembre 2017 con la quale il dott. Fortunato SAVARESE, giudice
onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di TORRE ANNUNZIATA,
reitera l’istanza di audizione personale in ordine alla delibera consiliare del 19 aprile 2017 di
sospensione cautelare facoltativa dall’esercizio delle funzioni di giudice di pace, alla luce
dell’ordinanza del Consiglio di Stato in sede giurisdizionale che, in accoglimento parziale
dell’appello proposto avverso l’ordinanza del T.A.R. del Lazio n. 3773/2017 che aveva
respinto la domanda cautelare di sospensiva avanzata nell’ambito del ricorso per
l’annullamento della suindicata delibera del 19 aprile 2017, ha accolto “in parte l’istanza
cautelare, ai soli fini della sollecita fissazione del merito innanzi al T.a.r. ai sensi dell’art. 55,
comma 10, c.p.a.”;
– rilevato che con delibera consiliare dell’8 novembre 2017 è stato disposto il non luogo a
provvedere in ordine ad analoga istanza di audizione presentata dal dott. SAVARESE, avendo
egli già proposto impugnativa avverso la delibera 19 aprile 2017 di sospensione cautelare
dalle funzioni di giudice di pace mediante ricorso al T.A.R. del Lazio che con ordinanza n.
3773/2017 respingeva la domanda di sospensione dell’efficacia del provvedimento impugnato
e non ravvisando nell’istanza stessa elementi di novità sopravvenuti tali da far rivalutare la
sussistenza dei presupposti per un eventuale provvedimento da emettere in sede di autotutela;
194
2
– vista altresì l’ordinanza n. 4571/2017 con cui il Consiglio di Stato, “senza sospendere, nelle
more, gli effetti del provvedimento impugnato”, ha accolto “in parte l’istanza cautelare, ai soli
fini della sollecita fissazione del merito innanzi al T.a.r. ai sensi dell’art. 55, comma 10,
c.p.a.”;
d e l i b e r a
il non luogo a provvedere sull’istanza in oggetto, vista l’ordinanza del Consiglio di Stato che
non ha sospeso gli effetti del provvedimento impugnato di sospensione cautelare dalle
funzioni ed in attesa della sollecita pronunzia nel merito da parte del T.A.R..
2) – 9/GP/2018 – Dott.ssa Anna Vera CAPPELLI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di SAVONA.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di età di sessantotto anni, a decorrere
dal 20 febbraio 2018.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale. Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i
giudici di pace in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31 maggio
2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
– rilevato che la dott.ssa Anna Vera CAPPELLI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di SAVONA, in data 20 febbraio 2018 compie sessantotto anni di
età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di giudice
di pace ricoperto, alla data del compimento del sessantottesimo anno di età;
d e l i b e r a
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016 n. 92, la
cessazione della dott.ssa Anna Vera CAPPELLI dall’incarico di giudice onorario di pace in
servizio come giudice di pace nella sede di SAVONA, per raggiunto limite massimo di età, a
decorrere dal 20 febbraio 2018.
195
3
3) – 12/GP/2018 – Dott. Luigi D’ANIELLO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di FRATTAMAGGIORE (circondario di Napoli Nord in Aversa).
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dal dott. Luigi D’ANIELLO, giudice onorario di pace già in
servizio come giudice di pace nella sede di Napoli, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto
legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice di pace redatto in data 9 ottobre 2017
dal Presidente del Tribunale ordinario di Napoli;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espresso in data 6 novembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Napoli;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice di pace istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
196
4
autonoma per i magistrati onorari e relativi allegati non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice di pace a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
– rilevato, peraltro, che nelle more della procedura di conferma in atto il giudice di pace con
delibera consiliare dell’8 febbraio 2017 è stato trasferito, a sua domanda, presso l’attuale
Ufficio del Giudice di Pace di Frattamaggiore, ove ha riassunto le funzioni in data 23 marzo
2017;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Luigi D’ANIELLO nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di FRATTAMAGGIORE
(circondario di Napoli Nord in Aversa), a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31
maggio 2020.
4) – 16/GP/2018 – Dott. Luigi ESPOSITO, giudice onorario di pace come giudice di pace
nella sede di SANT’ANASTASIA (circondario di Nola).
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 17 giugno 2016 dal dott. Luigi ESPOSITO, giudice onorario di pace come
giudice di pace nella sede di SANT’ANASTASIA (circondario di Nola), ai sensi degli artt. 1 e
2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
197
5
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice di pace redatto dal Presidente del
Tribunale ordinario di Nola;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espresso in data 9 ottobre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Napoli;
– rilevato, peraltro, che con delibera consiliare del 13 dicembre 2017 è stata dichiarata la
cessazione del dott. Luigi ESPOSITO dall’incarico di giudice onorario ricoperto, a seguito
dell’accettazione delle dimissioni dallo stesso rassegnate con atto in data 31 ottobre 2017;
d e l i b e r a
di confermare, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott.
Luigi ESPOSITO nell’incarico di giudice onorario di pace come giudice di pace nella sede di
SANT’ANASTASIA (circondario di Nola), a decorrere dal 1° giugno 2016 e fino alla
cessazione per accettazione delle dimissioni.
5) – 24/GP/2018 – Dott. Marco CAPITELLI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di CASERTA (circondario di Santa Maria Capua Vetere).
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, presentata in data 20
giugno 2016 dal dott. Marco CAPITELLI, giudice onorario di pace in servizio come giudice
di pace nella sede di CASERTA (circondario di Santa Maria Capua Vetere), componente
198
6
della Sezione Autonoma per i magistrati onorari del Consiglio Giudiziario della Corte di
Appello di Napoli;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto sull’attività svolta dal giudice di pace redatto in data 17 ottobre 2017 dal
Presidente del Tribunale ordinario di Santa Maria Capua Vetere;
– visto il parere formulato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua
Vetere;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice di pace istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio non emergono elementi o fatti specifici che
possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice di pace a continuare lo svolgimento
delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Marco CAPITELLI nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di CASERTA (circondario di
Santa Maria Capua Vetere), a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio
2020.
6) – 19/GP/2018 – Dott.ssa Paola MALVISI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di VENEZIA.
199
7
Dimissioni dall’incarico, a decorrere dal 1° marzo 2018.
(relatore Consigliere ZANETTIN)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 20 dicembre 2017 con la quale la dott.ssa Paola MALVISI, giudice
onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di VENEZIA, rassegna le
dimissioni dall’incarico, a decorrere dal 1° marzo 2018;
– visto l’art. 21, comma 1, del Decreto Legislativo 13 luglio 2017, n. 17;
d e l i b e r a
di prendere atto delle dimissioni e, per l’effetto, di dichiarare la decadenza della dott.ssa Paola
MALVISI dall’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede
di VENEZIA, a decorrere dal 1° marzo 2018.
7) – 18/GP/2018 – Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata
quadriennale, dei giudici onorari di pace in servizio come giudici di pace nella sede di
PARMA, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– rilevato che deve procedersi alla conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata
quadriennale, dei giudici onorari di pace in servizio come giudici di pace nella sede di
PARMA, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– viste le domande presentate dai giudici di pace dott. Stefano GAIBA, dott.ssa Giacoma
RAGUSA e dott.ssa Rossana RIZZI;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
200
8
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visti i rapporti positivi sull’attività svolta dai suindicati giudici di pace, redatti dal Presidente
del Tribunale ordinario di Parma;
– visti i giudizi di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espressi in data 27 novembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Bologna;
– ritenuto che dagli atti, dai rapporti redatti dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dai
giudici di pace istanti in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dai giudizi espressi dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità dei giudici di pace a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, nell’incarico di giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di PARMA i seguenti aspiranti, a decorrere dal 1° giugno
2016 e con scadenza il 31 maggio 2020:
1. dott. Stefano GAIBA;
2. dott.ssa Giacoma RAGUSA;
3. dott.ssa Rossana RIZZI.
8) – 20/GP/2018 – Dott. Carlo Francesco TOMBOLINI MONTESSORI, giudice onorario
di pace in servizio come giudice di pace nella sede di PORRETTA TERME (circondario di
Bologna).
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere FANFANI)
201
9
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 13 giugno 2016 dal dott. Carlo Francesco TOMBOLINI MONTESSORI,
giudice onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di PORRETTA TERME
(circondario di Bologna), ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n.
92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice di pace, redatto in data 26 maggio
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Bologna;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espresso in data 27 novembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Bologna;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice di pace istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari e relativi allegati non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice di pace a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Carlo Francesco TOMBOLINI
MONTESSORI nell’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice di pace
202
10
nella sede di PORRETTA TERME (circondario di Bologna), a decorrere dal 1° giugno 2016 e
con scadenza il 31 maggio 2020.
9) – 21/GP/2018 – Dott.ssa Maria FLORIO, giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di IMOLA (circondario di Bologna).
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Maria FLORIO, giudice onorario di pace in
servizio come giudice di pace nella sede di IMOLA (circondario di Bologna), ai sensi degli
artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice di pace, redatto in data 26 maggio
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Bologna;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espresso in data 27 novembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Bologna;
203
11
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta
dal giudice di pace istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno
ed ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio non emergono elementi o fatti specifici che
possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice di pace a continuare lo svolgimento
delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Maria FLORIO nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di IMOLA (circondario di
Bologna), a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
10) – 22/GP/2018 – Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata
quadriennale, dei giudici onorari di pace in servizio come giudici di pace nella sede di
BOLOGNA, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– rilevato che deve procedersi alla conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata
quadriennale, dei giudici onorari di pace in servizio come giudici di pace nella sede di
BOLOGNA, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– viste le domande presentate dai giudici di pace dott. Ferdinando ADRIANELLI, dott.ssa
Mariavittoria AZZAROLI, dott.ssa Maria Teresa NIUTTA, dott. Antonio PEDERZOLI,
dott.ssa Domenica PERSEO, dott.ssa Federica POLI CAMAGNI e dott.ssa Concetta
RIVERSO;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
204
12
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visti i rapporti positivi sull’attività svolta dai suindicati giudici di pace, redatti dal Presidente
del Tribunale ordinario di Bologna;
– visti i giudizi di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espressi in data 27 novembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Bologna;
– ritenuto che dagli atti, dai rapporti redatti dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dai
giudici di pace istanti in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dai giudizi espressi dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità dei giudici di pace a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, nell’incarico di giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di BOLOGNA i seguenti aspiranti, a decorrere dal 1° giugno
2016 e con scadenza il 31 maggio 2020:
1. dott. Ferdinando ADRIANELLI;
2. dott.ssa Mariavittoria AZZAROLI;
3. dott.ssa Maria Teresa NIUTTA;
4. dott. Antonio PEDERZOLI;
5. dott.ssa Domenica PERSEO;
6. dott.ssa Federica POLI CAMAGNI;
7. dott.ssa Concetta RIVERSO.
11) – 23/GP/2018 – Dott. Federico TOCCO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di RIMINI.
205
13
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dal dott. Federico TOCCO, giudice onorario di pace in
servizio come giudice di pace nella sede di RIMINI, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto
legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice di pace, redatto in data 10 febbraio
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Rimini;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espresso in data 27 novembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Bologna;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice di pace istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
206
14
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Federico TOCCO nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di RIMINI, a decorrere dal 1°
giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
12) – 1/GP/2018 – Dott.ssa Tiziana GIGANTESCO, giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di PUTIGNANO (circondario di Bari).
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, presentata in data 28
giugno 2016 dalla dott.ssa Tiziana GIGANTESCO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede PUTIGNANO (circondario di Bari), componente della Sezione
Autonoma per i magistrati onorari del Consiglio Giudiziario della Corte di Appello di Bari;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice di pace, redatto in data 1° giugno
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Bari;
– visto il parere formulato dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Bari;
207
15
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice di pace istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio non emergono elementi o fatti specifici che
possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice di pace a continuare lo svolgimento
delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Tiziana GIGANTESCO nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di PUTIGNANO
(circondario di Bari), a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
13) – 3/GP/2018 – Dott.ssa Sabrina PRATA, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di VIGEVANO (circondario di Pavia).
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 13 giugno 2016 dalla dott.ssa Sabrina PRATA, giudice onorario di pace in
servizio come giudice di pace nella sede di di VIGEVANO (circondario di Pavia), ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
208
16
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto negativo sull’attività svolta dal giudice di pace redatto dal Presidente del
Tribunale ordinario di Pavia;
– vista la delibera in data 5 dicembre 2017 della Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano di non luogo a provvedere in ordine
alla conferma del magistrato onorario in quanto già cessato dall’incarico;
– rilevato, infatti, che nelle more della procedura di conferma in atto il giudice onorario di
pace con delibera consiliare del 13 settembre è stata revocata dall’incarico;
d e l i b e r a
di confermare, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
dott.ssa Sabrina PRATA nell’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice di
pace nella sede di VIGEVANO (circondario di Pavia), a decorrere dal 1° giugno 2016 e fino
alla cessazione per revoca dall’incarico.
14) – 7/GP/2018 – Dott. Rocco LAGANA’, giudice onorario di pace già in servizio come
giudice di pace nella sede di LOCRI.
Comunicazione di decesso.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– vista la nota in data 28 dicembre 2017 dell’Ufficio del Giudice di Pace di Locri con cui si
informa del decesso del dott. Rocco LAGANA’, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di LOCRI, avvenuto in data 18 dicembre 2017;
d e l i b e r a
di prendere atto del decesso del dott. Rocco LAGANA’, giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di LOCRI.
15) – 4/GP/2018 – Dott. Giuseppe Antonio RINZIVILLO, giudice onorario di pace in
servizio come giudice di pace nella sede di GELA.
209
17
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 22 giugno 2016 dal dott. Giuseppe Antonio RINZIVILLO, giudice onorario
di pace in servizio come giudice di pace nella sede di GELA, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto sull’attività svolta dal giudice di pace redatto in data 6 dicembre 2016 dal
Presidente del Tribunale ordinario di Gela;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice di
pace, espresso in data 22 novembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Caltanissetta;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice di pace istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed ai
requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari e relativi allegati non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice di pace a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
210
18
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Giuseppe Antonio RINZIVILLO
nell’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di GELA,
a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
16) – 8/GP/2018 – Dott.ssa Carmelina CITARDA, giudice onorario di pace in servizio
come giudice di pace nella sede di PALERMO.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di età di sessantotto anni, a decorrere
dal 1° gennaio 2018.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale. Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i
giudici di pace in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31 maggio
2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
– rilevato che la dott.ssa Carmelina CITARDA, giudice onorario di pace in servizio come
giudice di pace nella sede di PALERMO, in data 25 gennaio 2018 ha compiuto sessantotto
anni di età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di giudice
di pace ricoperto, alla data del compimento del sessantottesimo anno di età;
d e l i b e r a
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016 n. 92, la
cessazione della dott.ssa Carmelina CITARDA dall’incarico di giudice onorario di pace in
servizio come giudice di pace nella sede di PALERMO, per raggiunto limite massimo di età,
a decorrere dal 25 gennaio 2018.
211
19
COMPONENTI PRIVATI
17) – 2/CP/2018 – Dott. Alessandro MICELI, giudice onorario del Tribunale per i
minorenni di CATANZARO.
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 1° novembre 2017 con la quale il dott. Alessandro MICELI, giudice
onorario del Tribunale per i minorenni di Catanzaro, rassegna le dimissioni dall’incarico;
– visti gli artt. 8, punto 1, lett. b), e 9, punto 2, della circolare C.S.M. P-19415/2015 del 26
ottobre 2015;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni dall’incarico e, per l’effetto, di dichiarare la decadenza del dott.
Alessandro MICELI dall’ufficio di giudice onorario del Tribunale per i minorenni di
CATANZARO.
18) – 1/CP/2018 – Dott. Emilio GIORDANO, nominato consigliere onorario della Sezione
per i minorenni della Corte di Appello di CALTANISSETTA, per il triennio 2017-2019.
Rinuncia all’incarico.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la nota in data 20 dicembre 2017 con la quale il dott. Emilio GIORDANO, nominato
consigliere onorario della Sezione per i minorenni della Corte di Appello di Caltanissetta con
delibera consiliare del 31 maggio 2017, dichiara di rinunciare all’incarico conferitogli;
d e l i b e r a
di prendere atto della rinunzia all’incarico di consigliere onorario della Sezione per i
minorenni della Corte di Appello di CALTANISSETTA del dott. Emilio GIORDANO e,
212
20
conseguentemente, di revocare la delibera consiliare in data 31 maggio 2017 nella sola parte
in cui quest’ultima disponeva la nomina dello stesso.
213
21
ESPERTI DI SORVEGLIANZA
19) – 3/ES/2018 – Dott.ssa Antonella D’AMORE, esperto del Tribunale di Sorveglianza di
NAPOLI.
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 20 dicembre 2017 con la quale la dott.ssa Antonella D’AMORE, esperto
del Tribunale di Sorveglianza di Roma, rassegna le dimissioni dall’incarico;
– visti gli artt. 8, punto 1, lett. b) e 9, punto 2, della circolare consiliare P-19453/2015 del 26
ottobre 2015;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni dall’incarico e, per l’effetto, di dichiarare la cessazione della dott.ssa
Antonella D’AMORE dall’ufficio di esperto del Tribunale di Sorveglianza di NAPOLI.
20) – 2/ES/2018 – Dott.ssa Myriam SANTILLI, esperto del Tribunale di Sorveglianza di
ROMA.
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere ZANETTIN)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 29 dicembre 2017 con la quale la dott.ssa Myriam SANTILLI, esperto
del Tribunale di Sorveglianza di Roma, rassegna le dimissioni dall’incarico;
– visti gli artt. 8, punto 1, lett. b) e 9, punto 2, della circolare consiliare P-19453/2015 del 26
ottobre 2015;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni dall’incarico e, per l’effetto, di dichiarare la cessazione della dott.ssa
Myriam SANTILLI dall’ufficio di esperto del Tribunale di Sorveglianza di ROMA.
214
22
21) – 1/ES/2018 – Dott.ssa Marianna CHESSA, esperto del Tribunale di Sorveglianza di
CAGLIARI.
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la nota pervenuta in data 5 gennaio 2018 del Presidente della Corte di Appello di
Cagliari con la quale si trasmettono le dimissioni dall’incarico di esperto del Tribunale di
Sorveglianza di Cagliari presentate in data 24 ottobre 2017 dalla dott.ssa Marianna CHESSA;
– visti gli artt. 8, punto 1, lett. b) e 9, punto 2, della circolare consiliare P-19453/2015 del 26
ottobre 2015;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni dall’incarico e, per l’effetto, di dichiarare la cessazione della dott.ssa
Marianna CHESSA dall’ufficio di esperto del Tribunale di Sorveglianza di CAGLIARI.
215
23
GIUDICI ONORARI DI PACE IN SERVIZIO COME GIUDICI ONORARI DI
TRIBUNALE
22) – 45/GT/2018 – Dott. Antonio GAMBARDELLA, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di SALERNO.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di età di sessantotto anni, a decorrere
dal 29 gennaio 2018.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i giudici
onorari di Tribunale in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31
maggio 2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
– rilevato che il dott. Antonio GAMBARDELLA, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di Salerno, in data 29 gennaio 2018 ha compiuto
sessantotto anni di età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di giudice
onorario di Tribunale ricoperto, a decorrere dal 29 gennaio 2018;
d e l i b e r a
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
cessazione del dott. Antonio GAMBARDELLA, dall’incarico di giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SALERNO, per raggiungimento del
sessantottesimo anno di età, a decorrere dal 29 gennaio 2018.
23) – 144/GT/2017 – Dott. Vincenzo CHIELLI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di LANCIANO.
216
24
Nota pervenuta in data 25 gennaio 2017 del Procuratore della Repubblica presso il Tribunale
di Campobasso relativa al procedimento penale n. 50/17 R.G.N.R. mod. 21 riguardante il
predetto magistrato onorario
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– vista la nota pervenuta in data 25 gennaio 2017 del Procuratore della Repubblica presso il
Tribunale di Campobasso, con la quale si trasmette la richiesta di archiviazione relativa al
procedimento penale n. 50/17 R.G.N.R. mod. 21, formulata in data 24 gennaio 2017,
riguardante il dott. Vincenzo CHIELLI, giudice onorario di pace in servizio come giudice
onorario del Tribunale ordinario di LANCIANO;
– vista la successiva nota pervenuta in data 6 febbraio 2017 con la quale il Procuratore della
Repubblica di Campobasso trasmette copia del decreto di archiviazione, emesso in data 30
gennaio 2017 dal g.i.p. del Tribunale di Campobasso;
d e l i b e r a
l’archiviazione della pratica, non essendovi provvedimenti di competenza del Consiglio da
adottare, visto l’esito del procedimento penale definito dal giudice competente.
24) – 889/GT/2017 – Dott. Massimo BISCARDI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di TERAMO.
Dimissioni dall’incarico. Revoca delle dimissioni.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 10 ottobre 2017 con cui il dott. Massimo BISCARDI, giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di Teramo, con la quale
rassegna le dimissioni dall’incarico;
– letta, altresì, la successiva nota del 22 dicembre 2017 con la quale il dott. Massimo
BISCARDI revoca le dimissioni in precedenza rassegnate;
d e l i b e r a
il non luogo a provvedere.
217
25
25) – 1/GT/2018 – Dott. Alessandro ALEMANNO, già giudice onorario di pace come
giudice onorario del Tribunale ordinario di GROSSETO.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 17 giugno 2016 dal dott. Alessandro ALEMANNO, già giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di GROSSETO, ai sensi degli
artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto dal Presidente del
Tribunale ordinario di Grosseto;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 28 settembre 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari
del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Firenze;
– rilevato che con nota in data 16 novembre 2017 del Tribunale di Grosseto è stata data
comunicazione del decesso del dott. Alessandro ALEMANNO, avvenuto il 23 maggio 2017;
d e l i b e r ala conferma, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, del dott.
Alessandro ALEMANNO, già giudice onorario di pace come giudice onorario del Tribunale
ordinario di GROSSETO, a decorrere dal 1° giugno 2016 e fino al 23 maggio 2017.
26) – 6/GT/2018 – Dott.ssa Silvia GIANNINI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di FIRENZE.
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 30 novembre 2017 con la quale la dott.ssa Silvia GIANNINI, giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di Firenze,
rassegna le dimissioni dall’incarico;
– visto l’art. 21, comma 1, del decreto legislativo 13 luglio 2017, n. 116;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni e, per l’effetto, di dichiarare la decadenza della dott.ssa Silvia
GIANNINI dall’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del
Tribunale ordinario di FIRENZE.
27) – 41/GT/2018 – Dott.ssa Carla BELVEDERI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MODENA.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di età di sessantotto anni, a decorrere
dal 6 gennaio 2018.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i giudici
onorari di Tribunale in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31
maggio 2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
219
27
– rilevato che la dott.ssa Carla BELVEDERI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di Modena, in data 6 gennaio 2018 ha compiuto
sessantotto anni di età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di giudice
onorario di Tribunale ricoperto, a decorrere dal 6 gennaio 2018;
d e l i b e r a
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
cessazione della dott.ssa Carla BELVEDERI dall’incarico di giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MODENA, per raggiungimento del
sessantottesimo anno di età, a decorrere dal 6 gennaio 2018.
28) – 44/GT/2018 – Dott. Pio Eugenio GIABARDO, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di PORDENONE.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di età di sessantotto anni, a decorrere
dal 26 gennaio 2018.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i giudici
onorari di Tribunale in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31
maggio 2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
– rilevato che il dott. Pio Eugenio GIABARDO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di Pordenone, in data 26 gennaio 2018 ha compiuto
sessantotto anni di età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di giudice
onorario di Tribunale ricoperto, a decorrere dal 26 gennaio 2018;
d e l i b e r a
220
28
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
cessazione del dott. Pio Eugenio GIABARDO, dall’incarico di giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di PORDENONE, per raggiungimento
del sessantottesimo anno di età, a decorrere dal 26 gennaio 2018.
29) – 767/GT/2017 – Dott.ssa Gaia Francesca CALDARINI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Gaia Francesca CALDARINI, giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 6 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
221
29
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Gaia Francesca CALDARINI
nell’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale
ordinario di MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
30) – 768/GT/2017 – Dott.ssa Raffaella MARAZZINI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 10 giugno 2016 dalla dott.ssa Raffaella MARAZZINI, giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt.
1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
222
30
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 28 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Raffaella MARAZZINI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
31) – 769/GT/2017 – Dott. Andrea TURCONI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
223
31
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 24 giugno 2016 dal dott. Andrea TURCONI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 7 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Andrea TURCONI nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
224
32
32) – 775/GT/2017 – Dott.ssa Stefania MAXIA, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 22 giugno 2016 dalla dott.ssa Stefania MAXIA, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 27 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
225
33
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Stefania MAXIA nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
33) – 776/GT/2017 – Dott. Giuseppe RAGADALI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dal dott. Giuseppe RAGADALI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
226
34
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 7 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Giuseppe RAGADALI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
34) – 777/GT/2017 – Dott.ssa Ilaria BERTOLOZZI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Ilaria BERTOLOZZI, giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt.
1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
227
35
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 27 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Ilaria BERTOLOZZI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
35) – 778/GT/2017 – Dott.ssa Simonetta TIEZZI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
228
36
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 21 giugno 2016 dalla dott.ssa Simonetta TIEZZI, giudice onorario di pace
in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 28 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Simonetta TIEZZI nell’incarico di
229
37
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
36) – 779/GT/2017 – Dott. Manuel MASTROMARCHI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, presentata in data 14
giugno 2016 dal dott. Manuel MASTROMARCHI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, componente della Sezione Autonoma
per i magistrati onorari del Consiglio Giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 30 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il parere formulato in data 10 maggio 2017 dal Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di
Monza;
230
38
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio, non emergono elementi o fatti specifici che
possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Manuel MASTROMARCHI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice di pace nella sede di MONZA, a decorrere
dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
37) – 780/GT/2017 – Dott.ssa Guendalina BORGHI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 21 giugno 2016 dalla dott.ssa Guendalina BORGHI, giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt.
1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
231
39
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 27 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Guendalina BORGHI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
38) – 803/GT/2017 – Dott.ssa Simona CARONNI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 23 giugno 2016 dalla dott.ssa Simona CARONNI, giudice onorario di pace
in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
232
40
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 7 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Simona CARONNI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
39) – 804/GT/2017 – Dott.ssa Antonella PINI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
233
41
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Antonella PINI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 7 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
234
42
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Antonella PINI nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
40) – 805/GT/2017 – Dott.ssa Carla CALDARONI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 28 giugno 2016 dalla dott.ssa Carla CALDARONI, giudice onorario di pace
in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 29 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
235
43
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Carla CALDARONI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
41) – 806/GT/2017 – Dott.ssa Chiara AZZOLIN, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Chiara AZZOLIN, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
236
44
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 14 novembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Chiara AZZOLIN nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
42) – 807/GT/2017 – Dott.ssa Carmen CORSETTO, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
237
45
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Carmen CORSETTO, giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt.
1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 7 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Carmen CORSETTO nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
238
46
43) – 808/GT/2017 – Dott.ssa Maria Letizia BORLONE, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 16 giugno 2016 dalla dott.ssa Maria Letizia BORLONE, giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt.
1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 7 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
239
47
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Maria Letizia BORLONE nell’incarico
di giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
MONZA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
44) – 809/GT/2017 – Dott.ssa Luisa BERTI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 15 giugno 2016 dalla dott.ssa Luisa BERTI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
240
48
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 27 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Luisa BERTI nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
45) – 810/GT/2017 – Dott.ssa Elena ZANETTI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere PONTECORVO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 15 giugno 2016 dalla dott.ssa Elena ZANETTI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
241
49
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 7 dicembre
2016 dal Presidente del Tribunale ordinario di Monza;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 4 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Milano;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Elena ZANETTI nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di MONZA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
46) – 273/GT/2017 – Dott.ssa Rosalba LASTORIA, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di CROTONE.
Esposto pervenuto in data 4 aprile 2017 a firma dell’avv. Rita Procopi.
(relatore Consigliere APRILE)
242
50
Il Consiglio,
– letto l’esposto pervenuto in data 4 aprile 2017 a firma dell’avv. Rita Procopi nei confronti
della dott.ssa Rosalba LASTORIA, giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario
del Tribunale ordinario di Crotone;
– rilevato che in data 12 luglio 2017 è stato disposto di trasmettere l’esposto al Presidente del
Tribunale ordinario di Crotone al fine di valutare l’eventuale sussistenza di presupposti per dar
inizio alla procedura di cui di cui all’art. 42-sexies, quarto comma, dell’Ordinamento
Giudiziario così come disciplinata dall’art. 15 della circolare consiliare prot. P-793/2016 del
19 gennaio 2016;
– letta la nota in data 14 settembre 2017 del Presidente del Tribunale ordinario di Crotone il
quale, all’esito delle verifiche effettuate, ritiene che non sussistano i presupposti dar inizio alla
procedura di decadenza o revoca dall’incarico;
d e l i b e r a
l’archiviazione dell’esposto, non essendovi provvedimenti di competenza del Consiglio da
adottare, visto l’esito delle informazioni assunte.
47) – 20/GT/2018 – Dott.ssa Rosa LAVANGA, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di PERUGIA.
Esposto pervenuto in data 13 settembre prot. CSM 46059/2017 della società OTA-Outby
Activity s.r.l.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– visto l’esposto pervenuto in data 13 settembre prot. CSM 46059/2017 della società OTAOutby
Activity s.r.l. nei confronti della dott.ssa Rosa LAVANGA, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di Perugia;
d e l i b e r a
l’archiviazione dell’esposto, non essendovi provvedimenti di competenza del Consiglio da
adottare, trattandosi di doglianze relative a questione di merito.
243
51
48) – 34/GT/2018 – Dott. Enrico RUGGERI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di CUNEO.
Comunicazione di decesso.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– vista la nota in data 8 gennaio 2018 del Presidente del Tribunale ordinario di Cuneo con cui
si informa del decesso del dott. Enrico RUGGERI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di Cuneo, avvenuto il 7 gennaio 2018;
d e l i b e r a
di prendere atto del decesso del dott. Enrico RUGGERI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di CUNEO.
49) – 35/GT/2018 – Dott.ssa Giuliana DE SANTIS, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di PERUGIA.
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 13 dicembre 2017 con la quale la dott.ssa Giuliana DE SANTIS, giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di Perugia,
rassegna le dimissioni dall’incarico;
– visto l’art. 21, comma 1, del decreto legislativo 13 luglio 2017, n. 116;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni e, per l’effetto, di dichiarare la decadenza della dott.ssa Giuliana DE
SANTIS dall’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del
Tribunale ordinario di PERUGIA.
50) – 36/GT/2018 – Dott.ssa Mery FABBRONI, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di PERUGIA.
244
52
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 18 dicembre 2017 con la quale la dott.ssa Mery FABBRONI, giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di Perugia,
rassegna le dimissioni dall’incarico;
– visto l’art. 21, comma 1, del decreto legislativo 13 luglio 2017, n. 116;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni e, per l’effetto, di dichiarare la decadenza della dott.ssa Mery
FABBRONI dall’incarico di giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del
Tribunale ordinario di PERUGIA.
51) – 555/GT/2017 – Dott. Francesco SCOLLO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 9 giugno 2016 dal dott. Francesco SCOLLO, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi degli artt. 1 e
2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
245
53
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 5 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Francesco SCOLLO nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
52) – 556/GT/2017 – Dott.ssa Patrizia FUGALLO, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Patrizia FUGALLO, giudice onorario di pace
246
54
in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi degli artt. 1
e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica dellamagistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 5 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Patrizia FUGALLO nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
SIRACUSA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
247
55
53) – 557/GT/2017 – Dott.ssa Concita CULTRERA, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 16 giugno 2016 dalla dott.ssa Concita CULTRERA, giudice onorario di
pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi degli
artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 5 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
248
56
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Concita CULTRERA nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
SIRACUSA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
54) – 558/GT/2017 – Dott. Paolo MARESCALCO, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 15 giugno 2016 dal dott. Paolo MARESCALCO, giudice onorario di pace
in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi degli artt. 1
e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
249
57
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 5 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Paolo MARESCALCO nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
SIRACUSA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
55) – 559/GT/2017 – Dott. Andrea PINO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 22 giugno 2016 dal dott. Andrea PINO, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
250
58
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 5 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Andrea PINO nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
56) – 560/GT/2017 – Dott.ssa Maria Concetta CONSOLI, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
251
59
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 21 giugno 2016 dalla dott.ssa Maria Concetta CONSOLI, giudice onorario
di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 20 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Maria Concetta CONSOLI nell’incarico
252
60
di giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
SIRACUSA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
57) – 561/GT/2017 – Dott.ssa Carolina BURRASCANO, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 21 giugno 2016 dalla dott.ssa Carolina BURRASCANO, giudice onorario
di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 20 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
253
61
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Carolina BURRASCANO nell’incarico
di giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
SIRACUSA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
58) – 562/GT/2017 – Dott.ssa Angela DELL’ALI, giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 20 giugno 2016 dalla dott.ssa Angela DELL’ALI, giudice onorario di pace
in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, ai sensi degli artt. 1
e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
254
62
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 20 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Angela DELL’ALI nell’incarico di
giudice onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di
SIRACUSA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
59) – 563/GT/2017 – Dott. Sergio FIORITO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 17 giugno 2016 dal dott. Sergio FIORITO, giudice onorario di pace in
255
63
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario diSIRACUSA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 20 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Sergio FIORITO nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
256
64
60) – 564/GT/2017 – Dott. Carlo OTTAVIANO, giudice onorario di pace in servizio come
giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 23 giugno 2016 dal dott. Carlo OTTAVIANO, giudice onorario di pace in
servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario diSIRACUSA, ai sensi degli artt. 1 e 2
del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto in data 10 marzo
2017 dal Presidente del Tribunale ordinario di Siracusa ;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 5 aprile 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catania;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Presidente del Tribunale sull’attività svolta dal
giudice onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla diligenza all’impegno ed
ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio espresso dalla Sezione
autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono elementi o fatti specifici
257
65
che possano incidere negativamente sulla idoneità del giudice onorario a continuare lo
svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Carlo OTTAVIANO nell’incarico di giudice
onorario di pace in servizio come giudice onorario del Tribunale ordinario di SIRACUSA, a
decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
61) – 4/GT/2018 – Dott.ssa Sonia Grazia COSTARELLI, già giudice onorario di pace
come giudice onorario del Tribunale ordinario di ORISTANO.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 21 giugno 2016 dalla dott.ssa Sonia Grazia COSTARELLI, già giudice
onorario di pace come giudice onorario del Tribunale ordinario di ORISTANO, ai sensi degli
artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
258
66
– visto il rapporto sull’attività svolta dal giudice onorario, redatto dal Presidente del Tribunale
ordinario di Oristano;
– visto il giudizio negativo ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di giudice
onorario, espresso in data 17 luglio 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari del
Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Cagliari;
– rilevato, peraltro, che con delibera consiliare del 5 ottobre 2017 è stata dichiarata la
decadenza della dott.ssa Sonia Grazia COSTARELLI dall’incarico di giudice onorario
ricoperto, a seguito dell’accettazione delle dimissioni dalla stessa rassegnate con atto in data 4
luglio 2017;
d e l i b e r a
di confermare, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
dott.ssa Sonia Grazia COSTARELLI nell’incarico di giudice onorario di pace in servizio
come giudice onorario del Tribunale ordinario di ORISTANO, a decorrere dal 1° giugno 2016
e fino alla cessazione per accettazione delle dimissioni.
259
67
GIUDICI AUSILIARI DI CORTE DI APPELLO
62) – 2/AC/2018 – Dott. Stefano OLIVA, giudice ausiliario della Corte di Appello di
BOLOGNA.
Dimissioni dall’incarico.
(relatore Consigliere FANFANI)
Il Consiglio,
– letta la nota in data 8 gennaio 2018 con la quale il dott. Stefano OLIVA, giudice ausiliario
della Corte di Appello di Bologna, rassegna le dimissioni dall’incarico;
– visto l’art. 71, commi 1 e 5, del decreto legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con
modificazioni, dalla legge 9 agosto 2013, n. 98;
– visto l’art. 14, punto 1, lettera c), della circolare consiliare Prot. P-17202/2014 del 24 ottobre
2014;
d e l i b e r a
di accettare le dimissioni dall’incarico e, per l’effetto, di dichiarare la decadenza del dott.
Stefano OLIVA dall’ufficio di giudice ausiliario della Corte di Appello di BOLOGNA.
260
68
VICE PROCURATORI ONORARI
63) – 25/VP/2018 – Dott. Ciro PUGLIA, vice procuratore onorario della Procura della
Repubblica presso il Tribunale ordinario di SANTA MARIA CAPUA VETERE.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di sessantotto anni di età, a decorrere
dal 12 gennaio 2018.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i vice
procuratori onorari in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31 maggio
2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
– rilevato che il dott. Ciro PUGLIA, vice procuratore onorario della Procura della Repubblica
presso il Tribunale ordinario di Santa Maria Capua Vetere, in data 12 gennaio 2018, ha
compiuto sessantotto anni di età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di vice
procuratore onorario ricoperto, a decorrere dall’12 gennaio 2018;
d e l i b e r a
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
cessazione del dott. Ciro PUGLIA, dall’incarico di vice procuratore onorario della Procura
della Repubblica presso il Tribunale ordinario di SANTA MARIA CAPUA VETERE, per
raggiungimento del sessantottesimo anno di età, a decorrere dal 12 gennaio 2018.
64) – 24/VP/2018 – Dott. Claudio SIMONELLI, vice procuratore onorario della Procura
della Repubblica presso il Tribunale ordinario di FIRENZE.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di sessantotto anni di età, a decorrere
dall’11 gennaio 2018.
(relatore Consigliere FANFANI)
261
69
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i vice
procuratori onorari in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31 maggio
2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
– rilevato che il dott. Claudio SIMONELLI, vice procuratore onorario della Procura della
Repubblica presso il Tribunale ordinario di Firenze, in data 11 gennaio 2018, ha compiuto
sessantotto anni di età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di vice
procuratore onorario ricoperto, a decorrere dall’11 gennaio 2018;
d e l i b e r a
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
cessazione del dott. Claudio SIMONELLI dall’incarico di vice procuratore onorario della
Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di FIRENZE, per raggiungimento del
sessantottesimo anno di età, a decorrere dall’11 gennaio 2018.
65) – 815/VP/2017 – Dott.ssa Caterina BERLINGIERI, vice procuratore onorario della
Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 21 giugno 2016 dalla dott.ssa Caterina BERLINGIERI, vice procuratore
onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA,
ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
262
70
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal vice procuratore onorario, redatto in data 11
maggio 2017 dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Vibo Valentia;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di vice
procuratore onorario, espresso in data 20 settembre 2017 dalla Sezione autonoma per i
magistrati onorari del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catanzaro;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Procuratore della Repubblica sull’attività
svolta dal vice procuratore onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla
diligenza all’impegno ed ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio
espresso dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono
elementi o fatti specifici che possano incidere negativamente sulla idoneità del vice
procuratore onorario a continuare lo svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Caterina BERLINGIERI nell’incarico di
vice procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di
VIBO VALENTIA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
66) – 816/VP/2017 – Dott.ssa Rossella Maria CORTESE, vice procuratore onorario della
Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere APRILE)
263
71
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 14 giugno 2016 dalla dott.ssa Rossella Maria CORTESE, vice procuratore
onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA,
ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal vice procuratore onorario, redatto in data 11
maggio 2017 dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Vibo Valentia;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di vice
procuratore onorario, espresso in data 20 settembre 2017 dalla Sezione autonoma per i
magistrati onorari del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catanzaro;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Procuratore della Repubblica sull’attività
svolta dal vice procuratore onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla
diligenza all’impegno ed ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio
espresso dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono
elementi o fatti specifici che possano incidere negativamente sulla idoneità del vice
procuratore onorario a continuare lo svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Rossella Maria CORTESE nell’incarico
264
72
di vice procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di
VIBO VALENTIA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
67) – 817/VP/2017 – Dott. Domenico FOLINO, vice procuratore onorario della Procura
della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 21 giugno 2016 dal dott. Domenico FOLINO, vice procuratore onorario
della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA, ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal vice procuratore onorario, redatto in data 11
maggio 2017 dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Vibo Valentia;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di vice
procuratore onorario, espresso in data 20 settembre 2017 dalla Sezione autonoma per i
magistrati onorari del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catanzaro;
265
73
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Procuratore della Repubblica sull’attività
svolta dal vice procuratore onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla
diligenza all’impegno ed ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio
espresso dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono
elementi o fatti specifici che possano incidere negativamente sulla idoneità del vice
procuratore onorario a continuare lo svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, il dott. Domenico FOLINO nell’incarico di vice
procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO
VALENTIA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
68) – 818/VP/2017 – Dott.ssa Palma MAZZEO, vice procuratore onorario della Procura
della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 17 giugno 2016 dalla dott.ssa Palma MAZZEO, vice procuratore onorario
della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA, ai sensi
degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
266
74
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal vice procuratore onorario, redatto in data 11
maggio 2017 dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Vibo Valentia;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di vice
procuratore onorario, espresso in data 20 settembre 2017 dalla Sezione autonoma per i
magistrati onorari del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catanzaro;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Procuratore della Repubblica sull’attività
svolta dal vice procuratore onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla
diligenza all’impegno ed ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio
espresso dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono
elementi o fatti specifici che possano incidere negativamente sulla idoneità del vice
procuratore onorario a continuare lo svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Palma MAZZEO nell’incarico di vice
procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO
VALENTIA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
69) – 826/VP/2017 – Dott.ssa Antonietta Danila NUSDEO, vice procuratore onorario della
Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 24 giugno 2016 dalla dott.ssa Antonietta Danila NUSDEO, vice procuratore
267
75
onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA,
ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal vice procuratore onorario, redatto in data 11
maggio 2017 dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Vibo Valentia;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di vice
procuratore onorario, espresso in data 20 settembre 2017 dalla Sezione autonoma per i
magistrati onorari del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catanzaro;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Procuratore della Repubblica sull’attività
svolta dal vice procuratore onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla
diligenza all’impegno ed ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio
espresso dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono
elementi o fatti specifici che possano incidere negativamente sulla idoneità del vice
procuratore onorario a continuare lo svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Antonietta Danila NUSDEO
nell’incarico di vice procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale
ordinario di VIBO VALENTIA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio
2020.
268
76
70) – 827/VP/2017 – Dott.ssa Paola PRESTINENZI, vice procuratore onorario della
Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 15 giugno 2016 dalla dott.ssa Paola PRESTINENZI, vice procuratore
onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di VIBO VALENTIA,
ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto positivo sull’attività svolta dal vice procuratore onorario, redatto in data 11
maggio 2017 dal Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Vibo Valentia;
– visto il giudizio di idoneità ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di vice
procuratore onorario, espresso in data 20 settembre 2017 dalla Sezione autonoma per i
magistrati onorari del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Catanzaro;
– ritenuto che dagli atti, dal rapporto redatto dal Procuratore della Repubblica sull’attività
svolta dal vice procuratore onorario istante in merito alla capacità, alla laboriosità, alla
diligenza all’impegno ed ai requisiti dell’indipendenza e dell’equilibrio nonché dal giudizio
espresso dalla Sezione autonoma per i magistrati onorari, e relativi allegati, non emergono
269
77
elementi o fatti specifici che possano incidere negativamente sulla idoneità del vice
procuratore onorario a continuare lo svolgimento delle funzioni giudiziarie onorarie;
d e l i b e r a
di confermare, per un primo mandato di durata quadriennale, ai sensi degli artt. 1 e 2 del
decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la dott.ssa Paola PRESTINENZI nell’incarico di
vice procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di
VIBO VALENTIA, a decorrere dal 1° giugno 2016 e con scadenza il 31 maggio 2020.
71) – 23/VP/2018 – Dott. Vezio VICUNA, vice procuratore onorario della Procura della
Repubblica presso il Tribunale ordinario di NOVARA.
Cessazione dall’incarico per raggiunto limite massimo di sessantotto anni di età, a decorrere
dal 10 gennaio 2018.
(relatore Consigliere APRILE)
Il Consiglio,
– visto l’art. 1 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, pubblicato nella Gazzetta
Ufficiale Serie Generale n. 126 del 31 maggio 2016, che al comma 2 prevede che per i vice
procuratori onorari in servizio alla data di entrata in vigore del medesimo decreto (31 maggio
2016) “L’incarico cessa in ogni caso al compimento del sessantottesimo anno di età”;
– rilevato che il dott. Vezio VICUNA, vice procuratore onorario della Procura della
Repubblica presso il Tribunale ordinario di Novara, in data 10 gennaio 2018 ha compiuto
sessantotto anni di età;
– ritenuto pertanto che, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del citato decreto legislativo n. 92/2016
deve essere dichiarata la cessazione del suindicato magistrato onorario dall’incarico di vice
procuratore onorario ricoperto, a decorrere dal 10 gennaio 2018;
d e l i b e r a
di dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
cessazione del dott. Vezio VICUNA dall’incarico di vice procuratore onorario della Procura
della Repubblica presso il Tribunale ordinario di NOVARA, per raggiungimento del
sessantottesimo anno di età, a decorrere dal 10 gennaio 2018.
270
78
72dichiarare, ai sensi dell’art. 1, comma 2, del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, la
cessazione del dott. Vezio VICUNA dall’incarico di vice procuratore onorario della Procura
della Repubblica presso il Tribunale ordinario di NOVARA, per raggiungimento del
sessantottesimo anno di età, a decorrere dal 10 gennaio 2018.
270
78
72) – 526/VP/2017 – Dott.ssa Anna D’ARPA, vice procuratore onorario della Procura della
Repubblica presso il Tribunale ordinario di PALERMO.
Procedura di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale, ai
sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92.
(relatore Consigliere CLIVIO)
Il Consiglio,
– vista la domanda di conferma nell’incarico, per un primo mandato di durata quadriennale,
presentata in data 24 giugno 2016 dalla dott.ssa Anna D’ARPA, vice procuratore onorario
della Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di PALERMO, ai sensi degli artt.
1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92;
– vista la legge 28 aprile 2016, n. 57, recante “Delega al Governo per la riforma organica della
magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace”;
– visto il decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 12, recante “Disciplina della sezione
autonoma dei Consigli giudiziari per i magistrati onorari e disposizioni per la conferma
nell’incarico dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari
in servizio”, in particolare gli articoli 1, rubricato “Primo mandato dei magistrati onorari in
servizio”, e 2, rubricato “Procedura di conferma”;
– vista la circolare consiliare approvata nella seduta del 28 luglio 2016, Prot. P-16372/2016
del 1° agosto 2016, riguardante la “Procedura di conferma per un primo mandato
quadriennale dei giudici di pace, dei giudici onorari di tribunale e dei vice procuratori onorari,
ai sensi degli artt. 1 e segg. del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92”;
– visto il rapporto NEGATIVO sull’attività svolta dal vice procuratore onorario, redatto dal
Procuratore della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Palermo, in quanto “La dott.ssa
D’ARPA Anna pur avendo presentato domanda di conferma nell’incarico non ha prodotto la
prevista auto relazione né alcun provvedimento. La stessa, negli ultimi 3 anni non ha svolto
alcuna attività d’udienza, né alcun altro servizio e in precedenza ha svolto la propria attività
quasi esclusivamente davanti al Giudice di Pace. Alla luce di quanto sopra, non ricorrono …
le condizioni per la conferma della dott.ssa D’ARPA Anna nell’incarico di vice procuratore
onorario…”;
271
79
– visto il giudizio di INIDONEITA’ ai fini della conferma nell’esercizio delle funzioni di vice
procuratore onorario, espresso in data 15 giugno 2017 dalla Sezione autonoma per i magistrati
onorari del Consiglio giudiziario della Corte di Appello di Palermo, così motivato: “Non
ricorrono le condizioni per la conferma, non avendo svolto negli ultimi tre anni alcuna attività
di udienza, né alcun altro servizio utile ai fini della valutazione come attestato dal dirigente
dell’Ufficio”;
– rilevato peraltro che con delibera consiliare del 13 dicembre 2017 è stata dichiarata la
decadenza della dott.ssa Anna D’ARPA dall’incarico di vice procuratore onorario ricoperto, in
conseguenza dell’accettazione delle dimissioni rassegnate con atto in data 29 novembre 2017;
d e l i b e r a
la conferma, ai sensi degli artt. 1 e 2 del decreto legislativo 31 maggio 2016, n. 92, della
dott.ssa Anna D’ARPA, vice procuratore onorario della Procura della Repubblica presso il
Tribunale ordinario di PALERMO, a decorrere dal 1° giugno 2016 e fino alla cessazione
dall’incarico per accettazione delle dimissioni.
272
80
TABELLE DI COMPOSIZIONE UFFICI DEL GIUDICE DI PACE
73) – 58/TP/2017 – Modifica delle tabelle di composizione, per il triennio 2015-2017,
dell’Ufficio del Giudice di Pace di NAPOLI (decreto n. 272/16 in data 10 ottobre 2016 del
Presidente del Tribunale di Napoli).
Revoca della delibera consiliare del 22 novembre 2017.
(relatore Consigliere CANANZI)
Il Consiglio,
– premesso che con delibera consiliare del 22 novembre 2017 è stato disposto di approvare la
variazione delle tabelle di composizione, per il triennio 2015-2017, dell’Ufficio del Giudice
di Pace di NAPOLI, di cui al decreto n. 272/2016 in data 10 ottobre 2016 del Presidente del
Tribunale di Napoli, trasmessa dalla Corte di Appello di Napoli con nota prot. n. 19629/2016
in data 7 dicembre 2016;
– rilevato che in realtà il suddetto decreto n. 272/2016 riguardava l’organizzazione dell’ufficio
del Tribunale ordinario di Napoli, adottato in data 10 ottobre 2016 dal Dirigente dell’ufficio
medesimo;
– ritenuto pertanto di dover provvedere in sede di autotutela alla revoca della suindicata
delibera del 22 novembre 2017;
d e l i b e r a
di revocare la delibera consiliare adottata nella seduta del 22 novembre 2017, trattandosi di
variazione tabellare riguardante il Tribunale ordinario di Napoli e non l’Ufficio del Giudice di
Pace di Napoli.
273
274

FacebookTwitterGoogle+EmailTelegramShare

I Commenti sono chiusi