Ufficiale: Lunedi prossimo 10/7 al Consiglio dei Ministri all’ordine del giorno l’approvazione del decreto delegato di attuazione della legge delega n.57/2016 sulla riforma della Magistratura Onoraria


Dalla Stampa di oggi apprendiamo che Lunedi prossimo 10/7/17 al Consiglio dei Ministri all’ordine del giorno andrà l’approvazione del decreto legislativo delegato di attuazione della legge delega n.57/2016 sulla riforma della Magistratura Onoraria.
E’ stato pubblicato ,inoltre ,che saranno limitate le nuove competenze civili mentre sembrerebbero cancellate quelle relative al settore penale( minaccia, furto a querela, abbandono di animali e contravvenzioni in materia, commercio e vendita di fitofarmaci, rifiuto di fornire generalità alle forze dell’ordine). Ulteriori modifiche allo schema del decreto legislativo riguarderanno una previsione di copertura per gli infortuni sul lavoro dei magistrati onorari.Il testo da noi non ancora conosciuto è stato solo preannunciato dalla stampa quotidiana e ci riserviamo di commentarlo solo dopo la relativa pubblicazione ufficiale. Riportiamo quindi, per onore di cronaca, solo commenti giornalistici sull’argomento dei quali non ci assumiamo alcuna responsabilità. Anche perchè nella categoria sono circolate molte notizie infondate ,come al solito accade in occasione delle approvazioni dei testi legislativi in materia di riforma della magistratura onoraria.Dalle notizie apprese ,quindi, la competenza civile dei giudici di pace non sarà più estesa per le cause di regolamento dei confini, quelle in materia di servitù prediali, quelle relative all’accertamento delle servitù, quelle relative all’impugnazione della divisione di beni immobili, quelle per le cause di scioglimento di comunione su beni immobili. Rinviata ,invece, al 2025 la competenza in materia condominiale.Secondo le notizie di stampa non sarebbero stati accolti i pareri relativi all’estensione dei giorni di impegno settimanale dei giudici onorari, nè quelli relativi all’aumento delle indennità fisse e variabili e neppure quelli relativi al versamento dei contributi previdenziali per i magistrati onorari a carico dello Stato, ma solo prevedendo l’acquisizione delle risorse necessarie mediante misure incidenti sulle stesse indennità dei magistrati onorari. (d.l.)
Ordine del giorno del Consiglio dei Ministri del 10/7/2017

FacebookTwitterGoogle+EmailShare

I Commenti sono chiusi